Diario quotidiano del 14 marzo 2017: scambio di informazioni fiscali ad ampio raggio

Pubblicato il 14 marzo 2017

1) Nuovi principi contabili allineati con il Fisco
2) In arrivo l’assegno universale figli anche per gli autonomi
3) scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale
4) Notai favoriti per l’autentica delle firme
5) Trasparenza informativa e caratteristiche dei “conti di pagamento”
6) Scambio di informazioni nel settore fiscale e prezzi di trasferimento
7) Riforma del consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti
8) Disciplina sugli abusi di mercato: gestione dei registri insider
9) Flussi di ingresso dei lavoratori extraUE per l’anno 2017
10) Lavoratori agricoli – on line il IV elenco di variazione 2016
Voluntary Disclosure1) Nuovi principi contabili allineati con il Fisco 2) In arrivo l’assegno universale figli anche per gli autonomi 3) In Gazzetta il decreto attuativo riguardante lo scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale 4) Notai favoriti per l’autentica delle firme 5) Trasparenza informativa e caratteristiche dei “conti di pagamento” 6) Scambio di informazioni nel settore fiscale e prezzi di trasferimento 7) Riforma del consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti 8) Disciplina sugli abusi di mercato: gestione dei registri insider 9) Flussi di ingresso dei lavoratori extraUE per l’anno 2017 10) Lavoratori agricoli – on line il IV elenco di variazione 2016 ***

1) Nuovi principi contabili allineati con il Fisco

Eliminato il disallineamento tra Fisco e nuovi principi contabili grazie alla Legge n. 19 del 27 febbraio 2017 (cd. Milleproroghe), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2017.

L’intervento correttivo è stato dovuto a seguito dei noti problemi legati alle nuove norme contenute nel D.Lgs. n. 139/2015, in vigore dal 1° gennaio 2016, e la disciplina in tema di base imponibile IRES e IRAP.

In particolare, le principali disposizioni di coordinamento sono state inserite nei seguenti articoli del Testo Unico delle imposte sul reddito (D.P.R. 917/1986):

- art. 83, con la modifica, il regime di derivazione rafforzata degli Ifrs Adopter viene esteso ai soggetti che redigono il bilancio seguendo le norme civilistiche. In tal modo, anche se in deroga alle disposizioni del T.U.I.R., ai fini tributari varranno le regole di qualificazione, classificazione e imputazione temporale indicate dai principi contabili adottati. La novità non riguarda, però, le micro-imprese di cui all’art. 2435-ter c.c.;

- art. 96, le nuove disposizioni prevedono l’irrilevanza, ai fini della determinazione del meccanismo della deducibilità degli interessi passivi tenendo conto del reddito operativo lordo (ROL), dei componenti positivi e negativi di natura straordinaria, derivanti da trasferimenti di aziende o di rami di azienda;

- art. 108, grazie alla modifica, le disposizioni relative alle spese relative a più esercizi tengono conto delle nuove regole in tema di spese di ricerca e di pubblicità disponendo la loro deduzione nel limite della quota imputabile a ciascun esercizio;

- art. 109, con la modifica si potranno dedurre non solo i componenti imputati a conto economico ma anche quelli imputati direttamente a patrimonio netto in conseguenza delle previsioni dei principi contabili nazionali;

- art. 110, grazie all’aggiunta di un comma, ai fini della contabilizzazione delle operazioni in valuta si potranno anche utilizzare tassi di cambio alternativi, forniti da operatori internazionali, purché si tratti di quotazioni ufficiali fornite da operatori indipendenti con idonee forme di pubblicità;

- art. 112, le modifiche aggiornano disciplina degli strumenti finanziari derivati, confermando che si considera tale lo strumento destinato alla copertura in base alla corretta applicazione dei principi contabili adottati dall'impresa.

Contestualmente, sul fronte dell’IRAP, il legislatore è intervenuto sul D.Lgs. n. 446/97 disponendo che, ai fini della determinazione della base imponibile, non si deve tenere conto dei componenti positivi/negativi realizzati per trasferimenti d’aziende e/o rami di azienda.

Ma le modifiche introdotte con la legge di conversione non si limitano a questo. All’interno del cd. Milleproroghe, infatti, viene contenuta anche una proroga del termine entro cui presentare Unico dal 30 settembre al 15 ottobre.

******

2) In arrivo l’assegno universale figli anche per gli autonomi

Si lavora ad assegno universale figli. Pressing in Senato. Anche a incapienti e autonomi. Costa 4 mld.

Un sostegno universale per i figli a carico, che raggiunga anche autonomi e incapienti. La commissione Finanze del Senato ha ripreso dopo diversi mesi l'esame del ddl delega Lepri, citato tra l'altro da Tommaso Nannicini al Lingotto. “La prossima settimana si vota - assicura il relatore Moscardelli - e visto il consenso registrato al Lingotto puntiamo a chiudere al più presto”. Resta il nodo coperture, visto che la proposta aggiunge 2 miliardi (4 a regime) ai 19 che oggi si spendono per i vari assegni familiari che sarebbero riassorbiti dal nuovo strumento. La delega indica un sistema di decalage (fino ai 3 anni un sostegno più cospicuo, che si riduce tra i 3 e i 18 ed viene ulteriormente limato fino ai 26 anni), abolisce i vari assegni per il nucleo familiare e lega il nuovo beneficio all'Isee. Fino a 30mila euro di soglia Isee l'assegno sarebbe uguale per tutti per poi calare nella fascia tra 30 e 50mila euro di soglia Isee. Previsto un innalzamento di 5mila euro della soglia per ogni figlio ulteriore.

(Notizia Agenzia Ansa del 13 marzo 2017)

******

3) In Gazzetta il decreto attuativo riguardante lo scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 56 dell’