Le nuove tempistiche per il ravvedimento operoso del modello Unico

di Nicola Forte

Pubblicato il 13 ottobre 2015

ora che è trascorsa la scadenza del 30 settembre prevista per l'invio delle dichiarazioni dei redditi all'Agenzia delle entrate, proponiamo un riassunto delle nuove tempistiche extra-lunghe per il ravvedimento del modello Unico dopo le novità apportate dalla Legge di Stabilità 2015

 

Le modifiche alla disciplina del ravvedimento operoso, apportate dalla legge di Stabilita del 2015 (art 1 comma 637), consentiranno ai contribuenti di integrare il modello Unico 2014 (periodo di imposta 2013) a sfavore, anche oltre il termine del 30 settembre 2015. In passato, prima delle predette modifiche, il termine ultimo per effettuare le integrazioni era rappresentato dalla data entro cui il contribuente doveva presentare la dichiarazione del periodo di imposta successivo.

 

L'impostazione della disciplina è stata radicalmente cambiata e al fine di rafforzare la compliance e migliorare i rapporti tra Fisco e contribuente il legislatore ha inteso consentire la correzione di errori ed omissioni fino allo spirare del termine di accertamento. Le integrazioni delle dichiarazioni a proprio sfavore potranno essere effettuate entro quattro anni con un sistema di determinazione delle sanzioni ridotte crescente, ma pur sempre conveniente.

L’ultima l