I nuovi congedi parentali dopo il Jobs Act (seconda parte)

di Patrizia Macrì

Pubblicato il 30 settembre 2015



continuiamo ad esaminare le novità introdotte con il Jobs act in materia di congedi di maternità e parentali: ci occupiamo in questo intervento dei congedi parentali, ossia di quel periodo di astensione dal lavoro di cui si può usufruire dopo aver esaurito il periodo di astensione obbligatoria e che permette ai genitori di occuparsi ancora per un certo periodo di tempo del nascituro, senza rinunciare del tutto alla propria retribuzione

Continuiamo in questa seconda parte ad esaminare le novità introdotte con il jobs act in materia di congedi di maternità e parentali. Questa volta ci occupiamo dei congedi parentali, ossia di quel periodo di astensione dal lavoro di cui si può usufruire dopo aver esaurito il periodo di astensione obbligatoria e che permette ai genitori di occuparsi ancora per un certo periodo di tempo del nascituro, senza rinunciare del tutto alla propria retribuzione.

 

Per leggere la prima parte clicca qui

Scarica il documento