IMU – TASI: le regole per il calcolo dell’acconto 2015, in scadenza al 16 giugno

di Nicola Forte

Pubblicato il 12 maggio 2015

fra un mese scadrà il termine per il versamento dell'acconto delle imposte locali relative agli immobili: si tratta di una delle scadenze più impegnative per contribuenti e professionisti, contemporaneamente si tratta di una delle occasioni di raccolta di maggior gettito per gli enti territoriali

 

In attesa della nuova local tax, che dovrebbe vedere la luce nella prossima legge di stabilità, i contribuenti ed i professionisti devono rimettersi nuovamente all’opera per calcolare, entro la prossima scadenza del 16 giugno, l’acconto dell’IMU e della TASI. Questo ulteriore appuntamento con il Fisco sembra più semplice da affrontare rispetto a quello dello scorso anno per una serie di ragioni.

 

In primo luogo la TASI, anche se resta un tributo difficile da gestire, non è più completamente nuovo. Inoltre, almeno per il calcolo dell’acconto, gli operatori non dovranno “inseguire” e verificare le delibere dei Comuni con riferimento alle aliquote e alle detrazioni.

Il computo dell’acconto potrà essere effettuato facendo riferimento