Anche il bonus bebè è un adempimento complesso?

di Nicola Forte

Pubblicato il 20 maggio 2015

anche la richiesta del beneficio denominato 'bonus bebè' (che dovrebbe sostenere le famiglie con figli piccoli) nasconde alcune difficoltà procedimentali, in particolare va effettuata una comunicazione annuale per continuare a godere del bonus per ogni anno previsto dall'agevolazione

 

A partire dall’11 maggio scorso i contribuenti possono presentare telematicamente all’INPS l’apposita domanda per ottenere il c.d. bonus bebè. Si tratta di un beneficio introdotto dalla legge di stabilità (L. n. 190/2014) in virtù del quale, in presenza di determinate condizioni, sarà possibile l’erogazione dall’INPS di un assegno mensile di 80 euro che in alcuni casi potrà anche raddoppiare.

La parte procedurale non è molto semplice e i soggetti interessati devono prestare particolare attenzione agli adempimenti che non si esauriscono con la mera presentazione della domanda all’Istituto di previdenza. E’ previsto un adempimento annuale in mancanza del quale l’erogazione dell’assegno mensile, anche se già iniziata, viene temporaneamente sospesa.

L’agevolazione viene riconosciuta ai n