Fondo di solidarietà per io 2014, i risparmi in tema di auto blu…

di Marco Castellani

Pubblicato il 9 gennaio 2015

il mese di dicembre ha regalato molte novità per la gestione della finanza pubblica, in ottica di rispetto del patto di stabilità interno



Fondo di solidarietà 2014

Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno nel comunicato del 16 dicembre 2014 rende noto che a seguito della registrazione da parte della Corte dei conti del DPCM relativo al Fondo di solidarietà comunale 2014, in data 12 dicembre 2014, ne è stato disposto un ulteriore pagamento del citato fondo nella misura del 93,25 per cento della spettanza annuale.

Gli importi dei pagamenti erogati ai singoli Comuni è consultabile all’indirizzo http://finanzalocale.interno.it/apps/floc.php/in/cod/7.

Si è inoltre provveduto alla comunicazione all’Agenzia delle entrate – struttura di gestione, degli importi da trattenere il cui dettaglio è consultabile nella sezione area certificati (tbel, altri certificati) al link http://finanzalocale.interno.it/ser/tbel_intro.html.

http://finanzalocale.interno.it/ser/tbel_intro.html



Auto blu

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 11 dicembre 2014 il DPCM del 25 settembre 2014 recante la “Determinazione del numero massimo e delle modalità di utilizzo delle autovetture di servizio con autista adibite al trasporto di persone”.

Il DPCM dà piena attuazione delle modifiche restrittive introdotte in materia di auto blu dall’articolo 15 del D.L. n. 66/2014, convertito dalla Legge n. 89/2014 (Decreto Irpef), scaglionando la riduzione delle vetture anche a seconda della dimensione dell’ente.

Va sottolineato che il DPCM non trova applicazione diretta nei confronti degli enti locali e delle Regioni. Le amministrazioni locali sono tuttavia chiamate, nell'ambito di rispettiva competenza, ad adeguare i propri ordinamenti alle misure introdotte dal provvedimento.

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2014-12-11&atto.codiceRedazionale=14A09477&elenco30giorni=true



Riduzione degli affitti

La Sezione Toscana della Corte dei conti nella Delibera n. 265/2014/PAR del 17 dicembre 2014 fornisce le proprie indicazioni in merito alle caratteristiche di cui devono essere dotati gli immobili che, potendo qualificarsi come “immobili istituzionali”, possono vedersi applicata la riduzione ex lege (articolo 3, comma 4, del D.L. n. 95/2012, convertito dalla Legge n. 135/2012) dei loro canoni di affitto passivo, r