Diario quotidiano del 23 ottobre 2014: tante novità dal decreto Sblocca Italia e dalla Legge di stabilità

 

 Indice:

 1) Norma “Sblocca Italia”: per l’Iva al 4% è bocciatura ?

 2) Rialzo delle aliquote Iva dal 2016

 3) Sospeso pagamento tributi a Genova e zone alluvionate

 4) DDL Stabilità 2015 al Quirinale

 5) Cassazione: utilizzo dell’auto propria ed infortunio “in itinere”

 6) Artigiani e commercianti: pronte le deleghe F24 per la contribuzione degli iscritti nel 2014

 7) Circolare dell’Agenzia delle dogane sull’introduzione fisica delle merci: è autotutela sui depositi Iva

 8) Approvata la legge europea 2013 bis: novità per i non residenti

 9) Dogane: riscossione tassa di circolazione e/o diritto fisso veicoli industriali in ammissione temporanea

 10) Erogazione dell’indennità di tirocinio nell’ambito del Piano Italiano di attuazione della cosiddetta “Garanzia Giovani”

 11) Enti locali: il Consiglio nazionale dei Commercialisti scrive al premier Renzi

 12) Crisi aziendali: i Commercialisti nell’Osservatorio di ABI con le imprese

 

 

 1) Norma “Sblocca Italia”: per l’Iva al 4% è bocciatura ?

E’ priva di copertura l’agevolazione per chi ristruttura. Il D.L. si ferma sulle modifiche approvate in commissione.

Si va verso lo stop (per mancanza di copertura finanziaria) della norma dello “Sblocca Italia”, approvata dalla commissione ambiente della Camera, che, come è noto, prevede di fare scendere al 4% l’Iva su ristrutturazioni e riqualificazione edilizia. Circostanza, peraltro, confermata dai tecnici del servizio bilancio della camera, nel loro dossier secondo cui la norma determina minor gettito e la copertura individuata (cioè l’aumento dell’Iva sulla vendita delle nuove costruzioni) “non determina necessariamente effetti positivi di gettito”. Non solo, aggiungono che è necessario anche “verificare” la compatibilità con la disciplina Ue.

L’aliquota al 4% per interventi di ristrutturazione degli edifici che beneficiano dell’eco bonus e del bonus casa si fonda su risorse per lo sconto che, però, sono “inspiegabilmente reperite dall’aumento dell’Iva dal 4 al 10% per le nuove costruzioni”.

Deduzione del 20% per l’acquisto di nuovi immobili da destinare a locazione a rischio

Le modifiche in materia, introdotte in sede di conversione dello “Sblocca Italia”, non convincono i tecnici del bilancio

E’ in salita la strada per la conversione in legge del D.L. n. 133/2014 (decreto “Sblocca Italia”).

Tra i dubbi sottolineati nel documento, redatto dal servizio bilancio dello Stato, uno riguarda le modifiche alla deduzione IRPEF del 20% sull’acquisto di nuovi immobili.

Secondo i tecnici di bilancio, le modifiche alle misure previste comporterebbero una sottostima degli oneri finanziari quantificati nella relazione tecnica del D.L. e potrebbero quindi richiedere un’ulteriore copertura finanziaria.

 

2) Rialzo delle aliquote Iva dal 2016

Il nuovo aumento dell’IVA viene previsto dal 2016 (art. 45 della bozza del DDL di stabilità 2015).

Il DDL di stabilità 2015 disporrebbe aumenti delle aliquote del 22% e del 10% e, dal 2018, incrementi delle accise su benzina e gasolio usato come carburante. Viene previsto un succedersi di incrementi delle aliquote IVA, a partire dal 1° gennaio 2016 e per i due anni successivi, che dovrebbe portare, al 1° gennaio 2018:

– l’aliquota ordinaria dall’odierno 22% al 25,5%

– l’aliquota ridotta dall’attuale 10% al 13%.

Non sarebbero, invece, previste modifiche per l’aliquota del 4%, che dovrebbe dunque restare invariata.

 

3) Sospeso pagamento tributi a Genova e zone alluvionate

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze (lo rende noto con il comunicato stampa n. 237 del 21 ottobre 2014) ha firmato il decreto che dispone la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari nelle zone colpite dall’alluvione verificatasi tra il 10 e il 14 ottobre 2014, che ha interessato la Liguria e altre aree del Nord Italia. La sospensione, che si applica dal 10 ottobre al 20 dicembre 2014, riguarda tutti i soggetti (persone fisiche e non ), anche in qualità di sostituti di…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it