Presentazione di UNICO ed il problema delle ritenute non certificate

di Nicola Forte

Pubblicato il 16 settembre 2014

in fase di invio di Unico conviene analizzare bene la situazione delle ritenute subite dal contribuente, in quanto è probabile che in assenza di certificazione arrivi un controllo ex articolo 36-ter; ecco la documentazione da predisporre

Si avvicina la scadenza del termine del 30 settembre previsto per l’invio del Modello Unico 2014 e i contribuenti, ma anche i professionisti, sono alle prese con la verifica delle dichiarazioni dei redditi. L’occasione è propizia al fine di effettuare un’ultima verifica circa la regolarità del computo delle imposte e della documentazione da conservare.

I modelli saranno sottoposti come ogni anno al controllo formale degli uffici, ed i professionisti riceveranno la richiesta di esibizione degli attestati rilasciati dai sostituti di imposta relativi alle ritenute d’acconto subite nel corso nel periodo di imposta 2013.

E’ possibile che gli esercenti arti e professioni non abbiano ricevuto fino ad oggi una parte delle certificazioni. Tuttavia, se si ha la certezza di aver subito nel corso dell’anno le ritenute non certificate il professionista potrebbe averne tenuto correttamente conto in sede di calcolo delle imposte da versare e