ONLUS e cinque per mille: attenzione alla scadenza di fine giugno

di Sandro Cerato

Pubblicato il 25 giugno 2014



entro il prossimo 30 giugno scade il termine per attestare la persistenza dei requisiti che danno diritto all'iscrizione delle ONLUS o della associazioni sportive dilettantistiche nelle liste che permettono l’accesso al 5 per mille per l’anno 2013

 

Come già argomentato su queste colonne, per poter beneficiare del 5 per mille con riguardo alle dichiarazioni dei redditi relative al 2013 (Mod. 730/2014 e Unico 2014 PF), gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche avrebbero dovuto presentare la relativa domanda per ottenere l’iscrizione nell’apposito elenco, tenuto dall’Agenzia delle Entrate, entro e non oltre lo scorso 7 maggio 2014 e ciò a prescindere che analoga richiesta fosse già stata inoltrata negli anni precedenti, oppure l’associazione sportiva risultasse presente nell’elenco già trasmesso dal Coni. Più precisamente, entro il predetto termine, le associazioni interessate avrebbero dovuto presentare la domanda di iscrizione (utilizzando l’apposito modello e il software messo a disposizione dell’Agenzia delle Entrate) o direttamente (se abilitati ai servizi telematici e in possesso di pin code), ovvero per il tramite di intermediari abilitati alla trasmissione telematica.

 

Le domande presentate tempestivamente, ovvero entro il 07 maggio scorso, hanno permesso all’Agenzia delle Entrate di pubblicare, in data 14 maggio 2014, sul proprio sito istituzionale, gli elenchi dei soggetti ammessi al beneficio in via provvisoria; elenchi che avrebbero potuto comunque subire modifiche per il fatto che, fino al 20 maggio 2014, è stato possibile richiedere alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente, la correzione di taluni dati contenuti nella suddetta domanda (es. dati relativi alla denominazione o alla sede dell'ente), utilizzando il modello AA7/10 ovvero il modello AA5/6 : il primo utilizzabile dai soggetti titolari di partita IVA il secondo, invece, dai soggetti privi del numero di attribuzione IVA.

 

Terminata questa fase, e più precisamente dal 26 maggio scorso, è stato possibile consultare - sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.it - le liste, aggiornate e integrate (rispetto a quelle provvisorie pubblicate in data 14 maggio 2014) comprensive delle eventuali correzioni di errori anagrafici, segnalati dagli interessati alla Direzione regionale dell'Agenzia territorialmente competente. Ora tocca, invece, ai legali rappresentanti degli enti del volontariato presenti in lista, effettuare taluni adempimenti entro il prossimo 30 giugno 2014. Infatti, appurata la presenza dell'associazione nell'elenco di appartenenza, i legali rappresentanti degli enti iscritti negli elenchi definitivi dovranno inviare, entro il predetto termine del 30 giugno 2014, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell'articolo 45 del DPR n. 445 del 2000, attestante la persistenza dei requisiti che danno diritto all'iscrizione utilizzando uno dei due modelli disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate: uno destinato alle associazioni sportive dilettantistiche, mentre l’altro destinato agli altri soggetti (Onlus ed altri enti del volontariato). In ogni caso, deve essere allegata, ad entrambi i documenti, una copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità del sottoscrittore della dichiarazione sostitutiva, anche se il legale rappresentante non è cambiato rispetto all’anno precedente.

 

Le suddette dichiarazioni sostitutive, unitamente ai documenti d’identità dei rappresentanti legali, dovranno essere inviate, sempre entro il predetto termine del 30.06.2014:

  • alla direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, se l’ente tenuto ad inviare la suddetta documentazione è un associazione di volontariato, mediante raccomandata con avviso di ricevimento, oppure mediante posta elettronica certificata (C.M. 21.3.2013 n. 6.);

  • all'Ufficio del Coni territorialmente competente, se l’ente tenuto ad inviare la suddetta documentazione è un associazione sportiva dilettantistica, mediante raccomandata con avviso di ricevimento.

Resta immutata, anche per l'esercizio 2014, la possibilità per tutti gli enti destinatari del beneficio, (qualunque sia la categoria di appartenenza) di procedere, entro il prossimo 30 settembre 2014, alla regolarizzazione delle domande di iscrizione e/o delle dichiarazioni sostitutive ai fini dell'ammissione al beneficio. In base all'articolo 2, comma 2, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, gli enti che "non avendo assolto in tutto o in parte, entro i termini di scadenza, agli adempimenti richiesti per l'ammissione al contributo" provvedono a trasmettere la domanda di iscrizione ovvero la dichiarazione sostitutiva entro il 30 settembre, possono comunque accedere al contributo del cinque per mille sempre che siano in possesso dei requisiti richiesti.

In particolare, possono regolarizzare la propria posizione i soggetti che non hanno presentato la domanda di iscrizione entro i termini stabiliti (07.05.2014), hanno omesso di presentare la dichiarazione sostitutiva entro i termini previsti (30.06.2014), oppure hanno presentato la dichiarazione sostitutiva nei termini, ma hanno omesso di allegare la copia del documento di identità. In questi casi, l'accesso al beneficio è subordinato al versamento di una sanzione di 258 euro: la sanzione deve essere versata con il Modello F24, indicando il codice tributo 8115, senza possibilità compensare l’importo di detta sanzione con altre eccedenze fiscali.



25 giugno 2014

Sandro Cerato