E’ in scadenza l’autoliquidazione dei premi INAIL

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 12 maggio 2014

venerdì 16 scade il termine per l'autoliquidazione dei premi INAIL: ecco un ripasso dell'adempimento che tiene conto delle novità e delle agevolazioni concesse per il 2014, con particolare attenzione alle casistiche di riduzione del premio assicurativo dovuto

Premessa generale

Come noto con le istruzioni operative del 3 febbraio 2014 l’Inail ha fornito chiarimenti sulla proroga al 16 maggio 2014 dell’autoliquidazione 2013-2014 e dei termini di pagamento degli altri premi speciali. In buona sostanza il differimento al 16 maggio 2014 ha riguardato i seguenti adempimenti:

- versamento dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani di autoliquidazione(sia per il pagamento in unica soluzione che per il pagamento delle prime due rate);

- presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni 2013 tramite i servizi “Alpi online” e “Invio telematico dichiarazione salari”;

- comunicare la volontà di avvalersi del pagamento rateale e per chiedere la riduzione (per la regolazione 2014) a favore delle imprese artigiane;

- pagamento dei premi speciali anticipati per il 2014 relativi alle polizze scuole, apparecchi RX, sostanze radioattive, pescatori, facchini nonché barrocciai – vetturini - ippotrasportatori;

- invio telematico degli elenchi relativi alla regolazione del primo trimestre 2014 delle polizze speciali facchini – barrocciai- vetturini -ippotrasportatori;

- comunicazioni della riduzione delle retribuzioni presunte. In caso di Cessazione dell’attività in corso d’anno intervenuta a gennaio o a febbraio 2014, il termine per l’autoliquidazione del premio dovuto a titolo di regolazione 2014 e quello per la presentazione delle dichiarazioni retributive e del pagamento del premio è differito al 16 maggio 2014 e, in caso di cessazione a far data da marzo 2014 ,occorre presentare l’autoliquidazione del premio entro il 16 del secondo mese successivo a quello di cessazione;

- soggetti che hanno iniziato l' attività tra il 10 e il 31.12.2013: devono presentare l’autoliquidazione in via generale entro il 16 giugno 2014 ma, in deroga alla norma generale ,per l'anno 2014 ,le basi di calcolo saranno disponibili per la scadenza del 16 maggio 2014 rendendo pertanto superflua la scadenza di giugno.

 

ADEMPIMENTI CHE NON SONO STATI OGGETTO DI PROROGA E CHE SONO RIMASTI FERMI ALLA SCADENZA PRECEDENTE DEL 17 FEBBRAIO 2014

Le scadenze che seguono non sono state interessate dalla proroga:

- cessazioni intervenute nel corso del mese di dicembre 2013: l'Inail ha stabilito che i soggetti interessati dovevano inviare via Pec, entro il giorno 17 febbraio 2014, la dichiarazione delle retribuzioni fino alla data di cessazione e provvedere , sempre entro tale data, al pagamento del premio dovuto;

- premio Inail dei lavoratori somministrati relativo al 4 tr. 2013: non è interessato dallo spostamento al 16 maggio 2014 e, anche nel caso di specie, le società di somministrazione dovevano provvedere al versamento del premio entro il 17 febbraio 2014.

 

AUTOLIQUIDAZIONE INAIL 2013-2014

Come previsto dal D.P.R. 1124/1965 sono obbligati all’assicurazione Inail i datori di lavoro che, nell’esercizio delle attività, occupano persone soggette alla tutela obbligatoria prevista e ,in via generale, sono assicurati coloro che, in modo permanente o occasionale, prestano alle dipendenze e sotto la direzione altrui opera manuale retribuita. Sono espressamente inclusi tra gli assicurati anche i seguenti lavoratori: collaboratori coordinati e continuativi, anche nella forma di prestazione occasionale; gli artigiani; il coniuge, i figli o altri parenti del datore di lavoro che lavorino alle sue dipendenze; i partecipanti all’impresa familiare e gli associati in partecipazione che svolgono attività manuale.

La retribuzione imponibile ai fini Inail dei lavoratori dipendentideve essere calcolata facendo riferimento alla normativa fiscale relativa ai redditi da lavoro dipendente e la base imponibile ai fini contributivi è in ogni caso costituita da tutte le somme e i valori percepiti a qualunque titolo secondo il criterio di competenza (emolumenti maturati e non criterio di cassa). La misura della retribuzione da assumere come base per il calcolo dei premi di assicurazione non può essere inferiore all’imponibile delle retribuzioni stabilito da leggi, regolamenti, contratti collettivi, stipulati dalle organizzazioni sindacali più rappresentative su base nazionale, o da accordi collettivi o contratti individuali, qualora ne derivi una retribuzione di importo superiore a quello del contratto collettivo. Nella determinazione dell’imponibile contributivo tutte le retribuzioni inferiori al minimo di legge vanno adeguate a tale minimale, ad eccezione delle integrazioni dei trattamenti previdenziali (maternità, malattia ecc), delle erogazioni a carico della cassa integrazione guadagni, dei contratti di solidarietà, per i quali non va applicato nessun adeguamento.

Nel caso dei lavoratori part-time la retribuzione imponibile oraria non è la retribuzione effettiva ma una retribuzione convenzionale moltiplicata per le ore complessive da retribuire nel periodo.

 

LA RIDUZIONE DEL 14,17 % COME DISPOSTO DALLA LEGGE DI STABILITA' 2014

A seguito della modifica introdotta dalla Legge di stabilità per il 2014( Legge n.147-2013) l'Inail ha inviato le Nuove basi di calcolo per i premi 2013/2014 al fine dell'applicazione della riduzione del premio 2014 (le nuove basi sono anche visibili nel sito dell'Istituto sezione “Visualizza basi di calcolo e Richiesta basi di calcolo”). Inoltre, in materia di riduzione dei premi in attuazione di quanto stabilito dalla Legge di Stabilità 2014, l’Inail ha reso nota la misura della riduzione per il 2014, pari al 14,17 % nel limite complessivo di 1.000 milioni di euro, nonché le modalità applicative, a mezzo della determina presidenziale dell’11 marzo 2014, n. 67, inviata al Ministero del Lavoro per l’adozione del provvedimento di competenza. La riduzione in oggetto come noto si applica solo per la rata 2014 sia ai