Diario quotidiano dell'11 febbraio 2014: opzione IRAP al test della convenienza

 

 Indice:

 1) Ok all’iscrizione nel Registro delle imprese di due imprese con attività di agenzia e mediazione

 2) Opzione Irap: convenienza da valutare caso per caso

 3) Come correggere gli errori fiscali: Su YouTube il nuovo video delle Entrate

 4) Cassetto previdenziale INPS: rilascio di una nuova funzionalità sulla consultazione dei pagamenti di prestazioni a sostegno del reddito

 5) Colf: contributi dovuti per l’anno 2014

 6) Linee guida della Commissione europea sugli aiuti di Stato per promuovere l’accesso al credito per le PMI e le imprese a media capitalizzazione

 7) Modifiche ai regolamenti e alle istruzioni di Borsa Italiana

 8) Medico di famiglia soggetto ad Irap se esercita in più ambulatori

 

 

1) Ok all’iscrizione nel Registro delle imprese di due imprese con attività di agenzia e mediazione

E’ possibile l’iscrizione al registro delle imprese di due (o più) imprese (individuali o associate) che abbiano stabilito la propria sede presso il medesimo ufficio, pur esercitando esse rispettivamente e disgiuntamente l’attività di agenzia e di mediazione.

Lo ha precisato il Ministero dello Sviluppo Economico con la circolare n. 3667 del 5 febbraio 2014.

Quello che conta e che nella posizione REA delle imprese di mediazione (a norma dell’art. 5, comma 2 del DM 26 ottobre 2011 – mediatori) non dovranno essere presenti soggetti che operano per loro conto come agenti di commercio, e viceversa nella posizione REA delle imprese di agenzia (a norma dell’art. 5, comma 2 del DM 26 ottobre 2011 – ARC) non dovranno essere presenti soggetti che operano per loro conto come mediatori, stante il reciproco divieto di esercizio congiunto delle attività sanzionato dalle due norme primarie.

Dunque, come precisa il MSE, la disposizione che prescrive che presso la sede o localizzazione dell’attività non viene svolta attività di mediazione, va interpretata non con riferimento alla sede fisica delle imprese di mediazione e di agenzia, che possono quindi coesistere in un’unica ubicazione, ma al materiale svolgimento nei confronti dei terzi delle due attività (di mediazione e di agenzia) che, stante il regime di doppia incompatibilità, non possono sovrapporsi ed incardinarsi in una sola impresa o in una medesima persona fisica.

Il chiarimento è scaturito da una serie di quesiti tesi a conoscere l’esatta interpretazione della dicitura “presso la sede o localizzazione sopra indicata non viene svolta attività di mediazione”, contenuta nella sezione SCIA del modello ARC allegato al DM 26 ottobre 2011, redatto in attuazione della delega contenuta nell’articolo 80 del decreto legislativo n. 59 del 2010.

Tale disposizione è infatti contenuta nella sezione SCIA e pertanto resa ai sensi degli artt. 46, 47 e 76 del DPR 445 del 2000. La Direzione generale ebbe già modo di precisare che la disciplina generale non prevede limitazioni di sorta giacché, più imprese (individuali o societarie) eleggano la propria sede all’interno di un medesimo ufficio, immobile o stabile.

Non diversamente appare, con riferimento alle attività soggette a regolamentazione, come quella di agente e rappresentante di commercio o di mediatore.

È pur vero che la disciplina pubblicistica di riferimento pone un espresso e reciproco divieto di esercizio congiunto delle attività sopra richiamate, da parte della stessa persona fisica o della stessa impresa.

Deve allora ritenersi che la disposizione contenuta nella sezione SCIA del modello ARC, che prescrive che “presso la sede o localizzazione sopra indicata non viene svolta attività di mediazione”, va interpretata non con riferimento alla sede fisica delle imprese di mediazione e di agenzia, che possono quindi coesistere in un’unica ubicazione, (tanto più quando, come sembra avvenire nei casi segnalati, l’attività di agenzia sia riferita proprio ai servizi di mediazione svolti eventualmente nella stessa sede fisica) ma al materiale svolgimento nei confronti dei terzi delle due attività (di…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it