Emilia-Romagna: contributi alle start up innovative


La Regione Emilia Romagna ha approvato, con delibera di Giunta n. 1044 del 23 luglio 2013, il bando “Sostegno allo start up di nuove imprese innovative”, per l’avvio di nuove imprese a elevato contenuto di conoscenza, basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e/o lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia.

 

Progetti finanziabili

Le nuove iniziative imprenditoriali devono collocarsi in uno dei seguenti “Campi di Applicazione”:

  • Salute, alimentazione,

  • Energia, ambiente,

  • Chimica verde,

  • Mobilità sostenibile,

  • Fabbrica intelligente,

  • Domotica, edilizia sostenibile,

  • Aerospazio,

  • Servizi innovativi,

  • Cultura e creatività,

  • Inclusione sociale,

e/o applicare almeno una delle seguenti “Tecnologie Abilitanti”:

  • Micro-nanotecnologie,

  • Materiali avanzati,

  • Microelettronica/sensoristica,

  • Biotecnologie industriali,

  • Tecnologie digitali.

 

Soggetti beneficiari

Le domande di contributo possono essere presentate dalle piccole imprese singole (compresi consorzi, società consortili e società cooperative):

  • aventi sede produttiva in Emilia-Romagna;

  • costituite successivamente al 1° gennaio 2011;

  • che possiedono i seguenti requisiti:

  • dimensionali, tali da considerarle piccole imprese,

  • formali, quali la regolare costituzione ed iscrizione alla CCIAA, il non essere sottoposte a fallimento, il non poter essere considerate imprese in difficoltà, la regolarità contributiva INPS ed INAIL, il rispetto delle norme in tema di infortuni e sicurezza sui luoghi di lavoro e il non aver omesso il rimborso di aiuti considerati illegali o incompatibili;

  • innovatività, basandosi sullo sfruttamento do un brevetto o stipulando un accordo di collaborazione scientifica con l’università o centri di ricerca o avendo nella compagine sociale soggetti di ricerca, investitori specializzati nel finanziamento di nuova iniziative ad alta tecnologia o essendo stata selezionata in altri programmi finalizzati a sostenere nuove imprese di alta tecnologia;

  • equilibrio finanziario, cioè il costo totale del progetto deve essere pari alla somma dei mezzi propri incrementali e del finanziamento bancario di durata superiore ai 36 mesi.

settori di attività economica Ateco 2007 ammissibili sono:

  • Sezione C – Attività manifatturiere; 

  • Sezione F – Costruzioni; 

  • Sezione J – Servizi d’informazione e comunicazione; 

  • Sezione M – Attività professionali, scientifiche e tecniche.

 

Spese ammissibili

  • Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi;

  • Spese affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (max 20% del costo totale del progetto);

  • Acquisto e licenze per brevetti e/o software da fonti esterne;

  • Spese di costituzione (max 2.000 euro);

  • Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (max 25.000 euro)

  • Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

 

Contributo regionale

La Regione eroga un contributo in conto capitale pari al 60% delle spese ritenute ammissibili. Tale percentuale è aumentata di dieci punti se il progetto consente un incremento di dipendenti assunti a tempo indeterminato pari ad almeno 3 unità rispetto a quelle in organico al momento della presentazione della domanda. In ogni caso i progetti devono prevedere una spesa non inferiore a 75.00 euro ed il contributo regionale non può superare le 100.000 euro.

 

Termine e modalità di presentazione della domanda

Le domande di contributo dovranno essere compilate esclusivamente tramite un’ applicazione web,dal 2 settembre 2013 al 31 gennaio 2014, fino ad esaurimento delle risorse. La domanda così prodotta dovrà essere firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa richiedente e trasmessa alla Regione mediante PEC.

 

Modalità di erogazione del contributo

La liquidazione del contributo avverrà in un’unica soluzione, ad ultimazione del progetto e dietro presentazione della documentazione di rendicontazione prevista.

 

7 settembre 2013

Anna Maria Pia Chionna


Partecipa alla discussione sul forum.