Novità fiscali del 29 maggio 2013: pubblicati Gerico ed i 205 studi di settore per il 2012

Pubblicato il 29 maggio 2013

TARES: istituiti i codici tributo; studi di settore: pubblicati il software Gerico e i 205 modelli; andamento del mercato non residenziale 2012; ristorante: accertamento sulla base del presunto consumo di caffè e acqua minerale; é arrivato Gerico 2013, il software definitivo di compilazione degli studi di settore; doppia iscrizione dei soci: gestione separata e commercianti/artigiani; nel ricorso tributario la sintesi espositiva vince, non basta solo esporla nella memoria; il separato può dedurre le spese per la casa all’ex coniuge; contact center - integrazione della gestione ex-ENPALS

 

 

Indice:

1) Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi: istituiti i codici tributo

2) Studi di settore: pubblicati il software Gerico e i 205 modelli

3) Andamento del mercato non residenziale 2012

4) Ristorante: ok all’accertamento sulla base del presunto consumo di caffè e acqua minerale

5) E’ arrivato Gerico 2013 il software definitivo di compilazione degli studi di settore

6) Doppia iscrizione dei soci: gestione separata e commercianti/artigiani

7) Nel ricorso tributario la sintesi espositiva vince, non basta solo esporla nella memoria

8) Il separato può dedurre le spese per la casa all’ex coniuge

9) Contact Center - integrazione della gestione ex-ENPALS

 

 

1) Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi: istituiti i codici tributo

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 37/E del 27 maggio 2013, ha istituito i codici tributo da utilizzare per il versamento tramite i modelli F24 del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi.

I nuovi codici tributo sono:

- 3944 denominato “TARES - tributo comunale sui rifiuti e sui servizi – art. 14, d.l. n. 201/2011 e succ. modif.”

- 3950 denominato “TARIFFA - art. 14, c. 29, d.l. n. 201/2011 e succ. modif.”

- 3955 denominato “MAGGIORAZIONE - art. 14, c. 13, d.l. n. 201/2011 e succ.

modif.”

Inoltre, nella risoluzione sono indicati i codici tributo per consentire ai contribuenti di versare eventuali sanzioni e interessi.

Come compilare l’F24

Per effettuare correttamente il pagamento i codici vanno indicati nella sezione Imu e altri tributi locali.

In particolare, nello spazio “codice ente/codice comune”, il contribuente deve indicare il codice catastale del Comune dove sono situati gli immobili e nello spazio “numero immobili”, deve indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre).

Inoltre, nello spazio “rateazione/mese rif”, dovrà indicare il numero della rata e barrare lo spazio “Ravv.”, se il pagamento si riferisce al ravvedimento.

Infine, nello spazio “anno di riferimento”, indicare l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento.

 

2) Studi di settore: in fase di pubblicazione il software Gerico e i 205 modelli

Sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate è stato pubblicato il software Gerico 2013.

Si è proceduto anche all’inserimento online dei 205 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore 2012, che sono parte integrante del modello Unico 2013.

Peraltro, il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 27 maggio 2013 ha approvato i modelli che devono essere compilati dai contribuenti interessati dagli studi di settore e le modifiche ai modelli Ine (indicatori di normalità economica), da utilizzare per la dichiarazione Unico 2013.

In particolare, i modelli approvati sono relativi a:

- 51 studi per il settore delle manifatture

- 60 studi per il settore dei servizi

- 24 studi per i professionisti

- 70 studi per il settore del commercio

Tutti i modelli tengono conto degli interventi agli studi di settore applicabili al periodo d’imposta 2012, previsti dai decreti ministeriali del 21 marzo 2013, del 28 marzo 2013 e del 23 maggio 2013.

Eventi sismici 2012, nessun obbligo per i contribuenti coinvolti

Chi è residente o ha la sede operativa in uno dei comuni individuati nel decreto ministeriale dell’1 giugno 2012 e rientra in una delle cause di esclusione dell’applicazione degli studi di settore relative a cessazione attività, liquidazione volontaria o periodo di non normale svolgimento dell’attività, non è obbligato alla presentazione dei modelli degli studi di settore e di quelli Ine.

Nuovo quadro T

E’ stato predisposto il quadro specifico T per ciascuno dei 205 studi di settore che contiene le informazioni utili ai fini dell’applicazione dei correttivi crisi, previste per il periodo d’imposta 2012.

Quadro A, nuovo rigo ad hoc per gli apprendisti

Nel quadro A dei modelli relativi agli studi di settore per i professionisti, è stato aggiunto un ulteriore rigo per raccogliere le informazioni relative agli apprendisti che lavorano all’interno degli studi professionali.

Istruzioni definitive

Infine, l’Agenzia delle entrate ha pubblicato il 28 maggio 2013, la versione definitiva, delle istruzioni (parte generale) alla compilazione dei Modelli degli studi di settore da allegare ai vari Modelli Unico 2013.

 

3) Andamento del mercato non residenziale 2012

Tutti i dati nel Rapporto dell’Agenzia delle Entrate e di Assilea. Un 2012 con segno negativo per il mercato immobiliare non residenziale. Sono 46.925 le unità immobiliari a destinazione terziaria, commerciale e produttiva scambiate lo scorso anno con un calo del 24%, rispetto all’anno precedente.