Novità fiscali del 24 gennaio 2013:TARES è ufficiale il rinvio a luglio

detassazione dei premi di produttività per il 2013; é ufficiale lo slittamento del pagamento della TARES; redditometro: come difendersi dalle presunzioni di avere conseguito illeciti investimenti patrimoniali; locazioni: indice ISTAT di dicembre 2012 al 2,4%; sulle imprese grava la tassazione di oltre il 56%; Vicenza: semplificazione amministrativa, accordo tra comune e notai per gli atti dello stato civile; in scadenza la presentazione della dichiarazione IMU, intanto 250mila italiani ne chiedono il rimborso; cumulo tra tariffa incentivante e detassazione ambientale (c.d. Tremonti ambiente)

 

 

Indice:

1) Detassazione dei premi di produttività per il 2013

2) E’ ufficiale lo slittamento del pagamento della TARES

3) Redditometro: come difendersi dalle presunzioni di avere conseguito illeciti investimenti patrimoniali

4) Locazioni: indice ISTAT di dicembre 2012 al 2,4%

5) Sulle imprese grava la tassazione di oltre il 56%

6) Vicenza: semplificazione amministrativa, accordo tra comune e notai per gli atti dello stato civile

7) In scadenza la presentazione della dichiarazione IMU

8) Imu, 250mila italiani chiedono il rimborso?

9) Cumulo tra tariffa incentivante e detassazione ambientale (c.d. Tremonti ambiente)

 

 

1) Detassazione dei premi di produttività per il 2013

Il Consiglio dei Ministri del 22 Gennaio 2013 ha illustrato i contenuti del Decreto, firmato in pari data, che disciplina le misure sperimentali per l’incremento della produttività del lavoro nel 2013.

La legge di stabilità 2013 ha, infatti, definito un importante ammontare di risorse pubbliche da destinare alla detassazione dei salari di produttività. Complessivamente sono stati stanziati 950 milioni di euro nel 2013 e 400 milioni di euro nel 2014.

Il Decreto stabilisce che le somme erogate a titolo di retribuzione di produttività sono soggette a un’imposta del 10%.

 

2) E’ ufficiale lo slittamento del pagamento della TARES

La Camera dei Deputati ha approvato il 22 gennaio 2013 in via definitiva il Disegno di Legge di conversione del D.L. n. 1 del 14 gennaio 2013, recante disposizioni urgenti per il superamento di situazioni di criticità nella gestione dei rifiuti e di taluni fenomeni di inquinamento ambientale.

E’, così, slittato ufficialmente da aprile a luglio 2013 il pagamento della prima rata del nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), istituito, a decorrere dal 1° gennaio 2013, dall’art. 14 del D.L. 201/2011.

 

3) Redditometro: come difendersi dalle presunzioni di avere conseguito illeciti investimenti patrimoniali

In caso di accertamento sulla base del nuovo redditometro, il contribuente avrà modo di dimostrare che l’eventuale investimento è coerente con le risultanze delle dichiarazioni degli anni precedenti, anche relative a periodi superiori a quello quinquennale prima previsto e senza più il vincolo delle quote costanti.

Svaniti, dunque, i timori derivanti dall’eliminazione della previsione normativa secondo cui, se il reddito complessivo è determinato sinteticamente in relazione alla spesa per “incrementi patrimoniali”, la stessa si presume sostenuta con redditi conseguiti, in quote costanti, nell’anno in cui è stata effettuata e nei quattro precedenti. Per cui si era palesato il dubbio che adesso l’investimento rilevasse interamente nell’anno di sostenimento.

A tal fine, in una prossima circolare dell’Agenzia delle entrate verrà chiarito che il contribuente potrà, invece, dimostrare la coerenza del proprio investimento esibendo le dichiarazioni dei redditi dei vari anni, dalla cui sommatoria dei redditi annuali si evince che l’investimento è frutto dei propri risparmi conseguiti anno per anno.

 

4) Locazioni: indice ISTAT di dicembre 2012 al 2,4%

Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 18 del 22 gennaio 2013 gli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi al mese di dicembre 2012, resi noti ai fini delle locazioni di immobili.

Gli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi ai singoli mesi del 2011 e 2012 e le loro variazioni rispetto agli indici relativi al corrispondente mese dell’anno precedente e di due anni precedenti risultano:

 

|=================|=========|=======================================|

| | Indici | Variazioni percentuali rispetto |

| Anni | (Base | al corrispondente periodo |

| e mesi |2010=100)|==================|====================|

| | | dell’anno | di due anni |

| | | precedente | precedenti |

|======|==========|=========|==================|====================|

| 2011 |…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it