Costi da reato: l’interpretazione dell’Agenzia

di Roberta De Marchi

Pubblicato il 7 agosto 2012



dopo le novità legislative e le conseguenti prese di posizione giurisprudenziali, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito come intende applicare la nuova normativa sulla deducibilità dei costi da reato

Con circolare n. 32/E del 3 agosto 2012 le Entrate hanno fornito le attese istruzioni sulle disposizioni in materia di indeducibilità di costi e spese direttamente utilizzati per il compimento di atti o attività qualificabili come delitto non colposo nonché in materia di sanzionabilità dell’utilizzo di componenti reddituali negativi relativi a beni o servizi non effettivamente scambiati o prestati.

Scarica il documento