Novità fiscali del 17 luglio 2012: cessione immobili senza imposta di registro se è stata già pagata IVA

 

 

Indice:

1) Modello F23: istituito codice ente identificativo Ministero Affari

2) Modello F24: istituiti causali contributo Inps per ex Inpdap

3) Entrate tributarie internazionali: dati di maggio 2012 in crescita

4) Correzioni al decreto semplificazioni fiscali in G.U.

5) Terremoto: sospesi i versamenti Inps ma non quelli Irpef

6) Lavoratori autonomi in edilizia, si cambia

7) Cessione immobili: niente imposta di registro se già pagata Iva

8) Validità dell’accertamento tributario anticipato: Pronuncia della Cassazione

 

 

1) Modello F23: istituito codice ente identificativo Ministero Affari

Istituito un codice ente identificativo del Ministero degli Affari Esteri, da utilizzare nel Modello di versamento F23.

A ciò ha provveduto l’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 75/E del 16 luglio 2012.

Il Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per le Risorse e l’Innovazione – Ufficio XI, per il recupero delle spese di giustizia di cui agli articoli 157, 158, e 159 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, ha chiesto l’attribuzione di un “codice ente”, per consentire agli agenti della riscossione una corretta e puntuale rendicontazione delle somme riscosse, tramite il modello di versamento F23, delle suddette spese di giustizia.

A tal fine, l’Agenzia delle entrate ha istituito il codice ente “EST” denominato “Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per le Risorse e l’Innovazione – Ufficio XI”, da indicare nel campo 6 “codice ufficio o ente” del Modello di versamento F23.

 

2) Modello F24: istituiti causali contributo Inps per ex Inpdap

Sono state istituite dall’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 76/E del 16 luglio 2012,  delle causali contributo per il versamento, tramite Modello F24, dei contributi di spettanza dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS Gestione ex Inpdap).

L’articolo 21 del decreto legge del 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, ha disposto la soppressione di enti e organismi, tra cui l’INPDAP, e l’attribuzione delle relative funzioni all’INPS, “che succede in tutti i rapporti attivi e passivi degli Enti soppressi….”.

Con la convenzione del 26 maggio 2006 e successivi rinnovi, stipulata tra l’Agenzia delle entrate e l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica (INPDAP), ora INPS Gestione ex Inpdap, è stato regolato il servizio di riscossione, mediante il modello F24, per il versamento dei contributi di pertinenza dell’Istituto.

L’INPS Gestione ex Inpdap, con la nota n. 4683 del 26 marzo 2012, ha chiesto

l’istituzione di due causali contributo.

Al riguardo sono state istituite le seguenti causali contributo:

– “P637” denominato “CASSA INADEL – “Contribuzione volontaria – TFS/TFR aspettativa per incarichi”;

– “P737” denominato “CASSA ENPAS – “Contribuzione volontaria – TFS/TFR aspettativa per incarichi”.

In sede di compilazione del modello F24, le suddette causali contributo vanno esposte nel campo “causale contributo” della sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” (secondo riquadro), in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, valorizzando:

– il campo “codice ente” con il codice “0003”;

– il campo “codice sede” con la sigla della provincia della sede provinciale/territoriale INPS Gestione ex Inpdap, desumibile dalla “Tabella T2 –

sigla delle province italiane” pubblicata sul sito www.agenziaentrate.gov.it;

– il campo “codice posizione” in base alle indicazioni fornite dall’INPS Gestione ex Inpdap;

– il campo “periodo di riferimento da mese/anno a mese/anno” con il periodo di competenza del contributo versato nel formato “ MMAAAA”.

 

3) Entrate tributarie internazionali: dati di maggio 2012 in crescita

Secondo quanto riportato dal Ministero dell’Economia e delle finanze nel comunicato del 16 luglio 2012, l’analisi dei dati relativi alle entrate tributarie…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it