Novità fiscali dell’11 giugno 2012: IRAP e concetto di autonoma organizzazione

Pubblicato il 11 giugno 2012

sono aumentate le aliquote di accisa sulla benzina; variazione aliquote di accisa sulle benzine e sul gasolio usato come carburante; parità di accesso agli organi di amministrazione e controllo delle società quotate; deposito appello incidentale in Commissione Tributaria Provinciale; deduzione delle spese per l’assistenza domiciliare all’infanzia; IRAP: concetto di autonoma organizzazione da definire meglio; il legale rappresentante non può ricorrere contro l’avviso di accertamento societario a lui notificato; disponibili le massime 2010 e 2011 del CNDCEC; sisma in Emilia: aiuti immediati per la ripresa delle zone colpite; la disciplina dell’ACE (aiuto alla crescita economica) spiegata da Assonime; polo specialistico ex Enpals; corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare: nuovi livelli reddituali per il periodo da luglio 2012 a giugno 2013; iscrizione all’Albo provinciale delle imprese artigiane: chiarimenti sull’obbligo contributivo

 

Indice:

1) Sono aumentate le aliquote di accisa sulla benzina

2) Variazione aliquote di accisa sulle benzine e sul gasolio usato come carburante

3) La parità di accesso agli organi di amministrazione e controllo delle società quotate

4) Deposito appello incidentale in Commissione Tributaria Provinciale

5) Deduzione delle spese per l’assistenza domiciliare all’infanzia

6) Irap: concetto di autonoma organizzazione da definire meglio

7) Il legale rappresentante non può ricorrere contro l’avviso di accertamento societario a lui notificato

8) Disponibili le massime 2010 e 2011 del CNDCEC

9) Sisma in Emilia: aiuti immediati per la ripresa delle zone colpite

10) La disciplina dell’ACE (aiuto alla crescita economica) spiegata da Assonime

11) Polo specialistico ex Enpals

12) Corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare: nuovi livelli reddituali per il periodo da luglio 2012 a giugno 2013

13) Iscrizione all’Albo provinciale delle imprese artigiane: chiarimenti sull’obbligo contributivo

 

1) Sono aumentate le aliquote di accisa sulla benzina

Un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane ha disposto l’aumento (pari a 2 centesimi al litro) delle aliquote di accisa sulla benzina, ciò per fare fronte alle necessità che si sono venute a creare a seguito dell’evento sismico che ha interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, lo scorso 20 e 29.05.2012.

In particolare, si tratta della Determinazione, Prot. 69805/RU del 07.06.2012, del Direttore dell’Agenzia delle Dogane., la cui pubblicazione sul sito delle Dogane equivale a quella sulla Gazzetta Ufficiale.

Detta Determinazione dispone che le aliquote di accisa sulla benzina, sulla benzina con piombo e sul gasolio usato come carburante, a decorrere dal 8 giugno e fino al 31 dicembre 2012, sono fissate nella misura di seguito indicata:

- benzina e benzina con piombo: Euro 724,20 per mille litri;

- gasolio usato come carburante: Euro 613,20 per mille litri.

In base all’art. 61, comma 4, del D.L. n. 1/2012, convertito in Legge n. 27/2012, il maggior onere conseguente al predetto aumento dell’aliquota dell’accisa sul gasolio usato come carburante verrà rimborsato agli esercenti le attività di trasporto merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate, nonché agli esercenti le attività di trasporto persone di cui all’art. 5, comma 2 della Legge n. 16/2002.

 

2) Variazione aliquote di accisa sulle benzine e sul gasolio usato come carburante

L’art. 2, comma 3, del D.L. 06.06.2012, n. 74, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie generale, n. 131 del 07.06.2012, ha previsto l’aumento delle aliquote di accisa sulla benzina e sulla benzina con piombo nonchè sul gasolio usato come carburante, di cui all’Allegato I del testo unico approvato con D.Lgs. n. 504/95.

La medesima disposizione, inoltre, fissa la misura del predetto aumento in 2 centesimi di Euro al litro di prodotto e prevede, al contempo, che la variazione dell’aliquota venga disposta con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane.

Con Determinazione n. 69805/RU del 07.06.2012, pubblicata sul sito internet dell’Agenzia delle Dogane il giorno 08.06.2012, il Direttore dell’Agenzia delle dogane ha dato attuazione alla suddetta disposizione primaria fissando le nuove aliquote di accisa sui menzionati prodotti, aumentate nella misura di Euro 20,00 per mille litri di prodotto.

Per conseguenza, a decorrere dall’08.06.2012, data di entrata in vigore del medesimo D.L., e fino al 31.12.2012, le aliquote di accisa afferenti la benzina e la benzina con piombo nonchè il gasolio usato come carburante vengono incrementate nella misura di seguito indicata:

- benzina e benzina con piombo da Euro 704,20 per mille litri ad Euro 724,20 per mille litri;

- gasolio usato come carburante da Euro 593,20 per mille litri ad Euro 613,20 per mille litri.

Il maggior onere conseguente all’aumento dell’aliquota di accisa sul gasolio usato come carburante, a norma dell’art. 61, comma 4, del D.L. 24.01.2012, n. 1, convertito, in Legge 24.03.2012, n. 27, sarà rimborsato, secondo le prescritte modalità, agli esercenti le attività di trasporto merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate nonché agli esercenti le attività di trasporto persone menzionati all’art. 5, comma 2, del D.L. n. 452 convertito, con modificazioni, in Legge n. 16/2002.

(Agenzia delle Dogane, nota n. RU/69809 del 07.06.2012)

 

3) La parità di accesso agli organi di amministrazione e controllo delle società quotate

La circolare n. 16/2012 di Assonime descrive il contenuto, le modalità e i termini di applicazione della disciplina in materia di equilibrio tra i generi negli organi delle società quotate introdotta dalla Legge n. 120 del 2011.

Dopo un’analisi del quadro normativo, la citata circolare illustra gli aspetti applicativi della nuova disciplina e le eventuali modifiche statutarie anche alla luce dell’art. 144-undecies del Regolamento Emittenti n. 11971/1999, introdotto dalla delibera n. 18098, e il relativo regime sanzionatorio.

(Assonime, nota del 07.06.2012)

 

4) Deposito appello incidentale in Commissione