Ultimi orientamenti sull’intervento di terzi nel giudizio di appello

Litisconsorzio facoltativo successivo
È noto che l’atto di intervento introduce nel processo una parte nuova rispetto a quelle costituite; s’intende per intervento, infatti, l’ingresso di un soggetto nel processo pendente. L’art. 14, c. 3, del D.Lgs. n. 546 del 1992, disponendo che “possono intervenire o essere chiamati in giudizio i soggetti che, insieme al ricorrente, sono destinatari dell’atto impugnato o parti del rapporto tributario controverso” prevede l’instaurazione di un litisconsorzio facoltativo successivo nel corso della trattazione di una controversia tributaria.
 
Diverse tipologie di intervento volontario
L’articolo 105 c.p.c. disciplina tre diverse tipologie di intervento volontario: quello principale, che si verifica quando nel giudizio pendente interviene un soggetto che fa valere nei confronti di entrambe le parti in causa un diritto relativo a …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it