Novità fiscali del 19 gennaio 2012: chiarimenti sulle sanzioni antiriciclaggio

Pubblicato il 19 gennaio 2012

modello 730/2012, CUD 2012, IVA 2012, tutti definitivi: le novità; agenti di commercio: l’iscrizione (Scia) si presenta con ComUnica al Registro Imprese e non al Suap; reato di occultamento di scritture contabili: Si estende anche altre scritture; liberalizzazioni: nascita Srl semplificate dai Commercialisti; antiriciclaggio: circolare del MEF (Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato); affitti fuori dallo spesometro; tutela assicurativa per i lavoratori che svolgono attività lavorativa in Paesi extracomunitari non convenzionati; indennità di disoccupazione con requisiti ridotti: rilascio della nuova funzione di prelievo automatico dei dati dal sistema UNIEMENS; approvati anche i Modelli 770/2012 semplificato ed ordinario

 

 

Indice:

 

1) Modello 730/2012, CUD 2012, IVA 2012, tutti definitivi: Le novità

 

2) Agenti di commercio: L’iscrizione (Scia) si presenta con ComUnica al Registro Imprese e non al Suap

 

3) Reato di occultamento di scritture contabili: Si estende anche altre scritture

 

4) Liberalizzazioni: Nascita Srl semplificate dai Commercialisti

 

5) Antiriciclaggio: Circolare del MEF (Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato)

 

6) Affitti fuori dallo spesometro

 

7) Tutela assicurativa per i lavoratori che svolgono attività lavorativa in Paesi extracomunitari non convenzionati

 

8) Indennità di disoccupazione con requisiti ridotti: Rilascio della nuova funzione di prelievo automatico dei dati dal sistema UNIEMENS

 

9) Approvati i Modelli 770/2012 semplificato ed ordinario

 

 

1) Modello 730/2012, CUD 2012, IVA 2012, tutti definitivi: Le novità

Modelli fiscali definitivi: Emanati provvedimenti anche per Modello 730-2012 e CUD 2012.

Con un primo provvedimento Agenzia Entrate del 16.01.2012 sono stati approvati:

- Il Modello 730/2012, concernente la dichiarazione semplificata dei soggetti che si avvalgono dell’assistenza fiscale;

- il modello 730-1, concernente le scelte per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’IRPEF;

- il modello 730-2, per il sostituto d'imposta ed il modello 730-2 per il C.A.F. e per il professionista abilitato, concernenti la ricevuta dell’avvenuta consegna della dichiarazione da parte del contribuente;

- il modello 730-3, concernente il prospetto di liquidazione relativo all’assistenza fiscale prestata, i modelli 730-4 e 730-4 integrativo, concernenti la comunicazione, la bolla di consegna e la ricevuta del risultato contabile al sostituto d’imposta.

Il provvedimento ha anche approvato la bolla da utilizzare per la consegna dei modelli 730 ad un soggetto incaricato della trasmissione telematica nonché per la consegna del modello 730-1 ad un ufficio postale o ad un soggetto incaricato della trasmissione telematica.

Le novità del Modello 730/2012:

Cedolare secca

Nel quadro B, dove vanno indicati i redditi da fabbricati, trovano posto due nuove colonne per segnalare l’adozione della cedolare secca.

In particolare, nella colonna 5 viene indicato un codice che individua la percentuale del canone riportata in quella successiva: l’85% (o il 75%), in caso di tassazione ordinaria, il 100% dell’affitto percepito se si è scelto il regime della cedolare secca.

Nella colonna 11 approda la casella “opzione cedolare secca” che devono barrare coloro che hanno deciso di adottare il nuovo regime.

Bonus ristrutturazioni senza comunicazione al Cop

Adesso è possibile usufruire delle agevolazioni previste per le ristrutturazioni.

Da quest’anno è stato, infatti, soppresso l’obbligo dell’invio della comunicazione di inizio lavori al Centro operativo di Pescara (Cop). Basta riportare i dati identificativi dell’immobile nella sezione del quadro creata a tale scopo. Per chi ha già inviato la comunicazione al Cop, a sua disposizione troverà un’apposita casella da barrare.

Spazi per la riduzione dell’acconto

Ne Modello 730/2012 compaiono, nel quadro F, due nuovi campi che tengono conto del differimento del pagamento di 17 punti percentuali relativi agli acconti di Irpef e cedolare secca 2011.

I nuovi spazi servono a indicare il credito d'imposta compensato in F24 nel caso di versamento di uno o di entrambi gli acconti in misura piena.

Il 5 per mille per ambiente e cultura

Modello e istruzioni ricordano, inoltre, che, grazie alle disposizioni contenute nel D.L. n. 98/2011, dalla prossima dichiarazione dei redditi è possibile destinare il contributo del 5 per mille anche al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

Debutta il contributo di solidarietà

L'inedito contributo, frutto della manovra d’agosto (art. 2, comma 2, D.L. n. 138/2011), che interessa coloro che hanno un reddito complessivo annuo lordo superiore a 300mila euro e per tale motivo devono versare il 3% della somma eccedente tale soglia, trova posta nella sezione del quadro C.

Due i campi dedicati: il primo per indicare il reddito al netto della riduzione operata dal sostituto, il secondo per l'ammontare del contributo.

CUD 2012

Con altro provvedimento del 16.01.2012, l’Agenzia delle Entrate ha approvato lo schema di certificazione unica CUD 2012, unitamente alle informazioni per il contribuente contenute nell’Allegato 1, da utilizzare ai fini dell’attestazione dell’ammontare complessivo dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, di cui agli artt. 49 e 50 del TUIR, corrisposti nell’anno 2011 ed assoggettati a tassazione ordinaria, a tassazione separata, a ritenuta a titolo d’imposta, ad imposta sostitutiva, delle relative ritenute di acconto operate, delle detrazioni effettuate, dei dati previdenziali ed assistenziali relativi alla contribuzione versata o dovuta all’INPS e all’INPDAP.

Con lo stesso provvedimento sono altresì approvate le istruzioni per il datore di lavoro, ente pensionistico o altro sostituto d’imposta per la compilazione dei dati fiscali, contenute nell’Allegato 2, nonché le istruzioni per il datore di lavoro, ente pensionistico e altro sostituto d’imposta per la compilazione dei dati previdenziali e assistenziali INPS e INPDAP indicate nell’Allegato 3 al provvedimento stesso.

Tra le novità previste nel Modello CUD 2012 emerge l’introduzione di:

- Nuovi campi al fine della certificazione del nuovo contributo di solidarietà dovuto dai contribuenti con un reddito superiore a euro 300.000,00;

- nuovi codici da inserire nel campo Annotazioni per evidenziare di aver trattenuto un acconto IRPEF 2011 ridotto;

- nuovo campo per i lavoratori di prima occupazione.

Dichiarazione Iva 2012

Con ulteriore provvedimento del 16.01.2012, l’Amministrazione finanziaria ha approvato i modelli di dichiarazione IVA/2012 e IVA 26 LP/2012, con le istruzioni, concernenti le dichiarazioni relative all'anno 2011 da presentare nel 2012 ai fini dell’Imposta sul valore aggiunto.

Inoltre, è stata anche approvata la versione semplificata del modello di dichiarazione annuale da riservare ai contribuenti che nel corso dell’anno hanno determinato l’imposta secondo le regole generali previste dalla disciplina Iva, si tratta del Modello IVA BASE/2012 che può essere utilizzato, in alternativa al Modello IVA/2012, sia per la presentazione della dichiarazione Iva in via autonoma che per la presentazione della stessa nell’ambito della dichiarazione unificata.

Le novità illustrate dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro nella nota informativa del 18.01.2012:

Nella dichiarazione Iva 2012, le cessioni di telefonini e microprocessori saranno infatti sottoposte, dal 1° aprile 2012, al meccanismo dell’inversione contabile.

Indicazione nel quadro VA

Poiché il D.L. n. 138/2011 ha previsto un regime sanzionatorio mit