Perdita benefici prima casa, autotutela e spese processuali, valore immobile ai fini dell’imposta di registro, omessa denuncia ICI…

CTR Roma, Sez. n. 1, Sent. n. 64/1/2011, dep. 12/01/2011, Presidente Varrone, Relatore Gizzi

Tributi erariali indiretti; registro; riacquisto nuda proprietà; mancato trasferimento residenza; perdita agevolazioni fiscali prima casa; esclusione

Non perde i benefici fiscali “prima casa” il contribuente che ha acquistato la nuda proprietà di un immobile non adibita nei termini ad abitazione principale, né per il successivo acquisto entro i 5 anni di altro immobile acquisito in nuda proprietà, in ragione della natura particolare del diritto reale di acquisto.

Riferimenti normativi: DPR n. 131/1986, art. 1, c. 4 della nota II bis della Tariffa allegata.

Riferimenti giurisprudenziali: Corte Costituzionale: n. 46/2009; Cass. n. 4714872003, SS.UU. n. 1196/2000.

 

CTR Roma, Sez. n. 1, Sent. n. 21/1/2011, dep. 12/01/2011, Presidente Varrone, Relatore Zaccardi

Tributi locali; ICI; autotutela; provvedimento emesso successivamente a presentazione del ricorso; condanna alle spese; legittimità

E’ legittima la condanna alle spese di lite, quando gli atti di autotutela dal Comune sono stati emessi successivamente alla proposizione del ricorso, mentre un sollecito esame avrebbe evitato il ricorso e le conseguenti spese sostenute dal contribuente.

 

CTR Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 5/4/2011- dep. 12/01/2011, Presidente Falascina, Relatore Moroni

Tributi erariali indiretti; registro; valore immobile; prova; perizia estimativa; validità; esclusione

La perizia estimativa depositata dai contribuenti non vale a contrastare il valore accertato dall’ufficio con la stima UTE, in quanto non è una prova formata in seno al processo, quale una perizia tecnica realizzata da un CTU.

 

CTR Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 4/4/2011, dep. 12/01/2011, Presidente Falascina, Relatore Moroni

IVA; prestazioni rese a soggetto residente a San Marino; tassabilità; legittimità

Le prestazioni rese ad un soggetto non residente nel territorio italiano e residenti in uno Stato disciplinato da norme speciali (Repubblica di San Marino) e non appartenente alla Comunità europea utilizzate dallo stesso soggetto nel territorio italiano, debbono essere assoggettate ad IVA, ai sensi dell’art. 7, c. 4, lett. f del DPR n.633/1972.

Riferimenti normativi: DPR n. 633/1972, art. 7, c. 4, lett. f.

 

CTR Roma, Sez. n. 1, Sent. n. 7/1/2011, dep. 12/01/2011, Presidente Varrone, Relatore Panzini

Processo tributario; sospensione esecuzione sentenza CTR; possibilità; condizioni

L’art. 49 del D.Lgs. n. 546/1992 è finalizzato a sancire l’inapplicabilità al processo tributario della regola che attribuisce immediata e diretta efficacia alle sentenze civili,non già ad escludere l’operatività delle norme sulla sospensione che quella efficacia esecutiva presuppongono e che, per il caso del ricorso per Cassazione, debbono ritenersi applicabili i poteri inibitori di cui all’art. 373 c.p.c.,con conseguente possibilità di sospendere l’esecuzione della sentenza della CTR, impugnata innanzi alla Corte di Cassazione, qualora sussistano i requisiti del danno grave.

Riferimenti normativi: D.Lgs. n. 546/1992, art. 49; art. 373 c.p.c..

 

CTR Roma, Sez. n. 10, Sent. n. 23/10/2011, dep. 01/02/2011, Presidente Calderone, Relatore Castello

Accertamento liquidazione controlli; IVA; IRPEF; IRAP; mancata notifica c.d. avviso bonario; nullità dell’accertamento; esclusione

Appare irragionevole,in difetto di espressa comminatoria della legge, far discendere dalla mancata notifica del c.d. avviso bonario previsto dall’art. 6 della L. n. 212/2000, un effetto non proporzionato (nullità dell’accertamento) alla garanzia che il legislatore ha voluto assicurare di attenuazione delle sanzioni.

Riferimenti normativi: L. n. 212/2000, art. 6.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. nn. 1756 del 2003, 160150 e 907 del 2002.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 45/14/2011, dep. 02/02/2011, Presidente Cellitti, Relatore Tarantino

Tributi locali; ICI; aliquota agevolata; comunicazione al Comune; necessità

La comunicazione prevista dal regolamento del Comune di Roma deve essere considerata elemento imprescindibile per il riconoscimento dell’aliquota agevolata dell’ICI.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 30/14/2011, dep. 31/01/2011, Presidente Cellitti, Relatore Terrinoni

Tributi locali; ICI; omessa denuncia; sanzioni anche per le annualità successive alla prima; legittimità.

In tema di imposta comunale sugli immobili, la sanzione per l’omessa denuncia va applicata per tutte le annualità d’imposta, anche per quelle successive alla prima, perché l’obbligo di presentare la denuncia si rinnova anno per anno, come si rinnova, per conferma tacita, anno per anno, la denuncia presentata.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. nn. 8849/2010, 932/2009.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 57/14/2011, dep. 01/02/2011, Presidente Cellitti, Relatore Pennacchia

Processo tributario; ricorso per revocazione; ipotesi di errore di diritto; esclusione

Non è configurabile errore revocatorio quando si denunci non già la falsa percezione di un fatto incontrovertibile,b ensì l’omessa o l’errata valutazione di una norma di legge.

Nel caso di specie, il contribuente aveva sollevato una questione sull’applicabilità di una noma di sanatoria ed alla rilevanza processuale del cattivo funzionamento degli apparati informatici che avrebbero impedito la tempestiva trasmissione delle dichiarazioni dei redditi.

Riferimenti normativi: art.395, cc .1 e 4 c.p.c.; DL n. 269/2003, art. 34.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. SS.UU. n. 9882/2001.

 

CTR Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 38/38/2011, dep. 01/02/2011, Presidente Patrizi, Relatore Pennacchia

Agevolazioni ed esenzioni; credito d’imposta ex art. 7 della L. n. 388/2000; recupero per assunzione che era precedentemente dipendente a tempo indeterminato; legittimità

Il credito d’imposta non spetta se il nuovo assunto a tempo indeterminato o il nuovo socio lavoratore di una cooperativa ha svolto, nei 24 mesi precedenti, lavoro dipendente a tempo indeterminato.

Riferimenti normativi: L. n. 388/2000, art. 7.

 

CTR Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 1/38/2011, dep. 20/01/2011, Presidente Favaro, Relatore Terrinoni

Tributi erariali indiretti; successione; agevolazioni prima casa; omissione indicazione dei presupposti; sanzioni; legittimità.

Ai fini del riconoscimento delle agevolazioni fiscali prima casa a titolo di successione, l’erede non può solo farne richiesta informale e generica di mera manifestazione di volontà, ma deve precisare la sussistenza dei presupposti previsti dalla legge.

Riferimenti normativi: DPR n. 131/1986, art. 1 Tar.; L. n. 342/2000, art. 69.

Prassi: RM n. 110/2006.

 

CTR Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 7/38/2011, dep. 20/01/2011, Presidente Favaro, Relatore Terrinoni

Tributi erariali indiretti; imposta di registro; terreno edificabile; valore imponibile; oneri di urbanizzazione; devono essere detratti

Sul valore imponibile di un terreno edificabile devono essere detratti, in assenza di riferimento nella stima UTE, i costi di urbanizzazione.

 

CTR Roma, Sez. n. 35, Sent. n. 28/35/2011, dep. 20/01/2011, Presidente Scopigno, Relatore Moroni

Accertamento liquidazione controlli; IRPEG; ILOR; reddito d’impresa; comportamento antieconomico; accertamento analitico-induttivo; legittimità.

E’ sempre legittimo l’accertamento analitico-induttivo, anche in presenza di una contabilità formalmente regolare, quando l’esposizione dei ricavi sia talmente ridotta rispetto ai costi da indurre a ritenere antieconomica la gestione.

Riferimenti normatvi: DPR n. 600/1973, art. 39, c. 1, lett. d.

Riferimenti giurisprudenziali:Cass. nn. 20422 e 14428 del 2005.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 18/14/2011, dep. 27/01/2011, Presidente Cellitti, Relatore Tarantino

Processo tributario; notifica mediante posta; data di spedizione; necessità.

L’avviso di ricevimento della raccomandata che attesta l’avvenuta consegna dell’appello, non recante la data di spedizione, indispensabile per stabilire il rispetto del termine per il notificante, senza la possibilità di ricavarla da altri atti del giudizio, determina l’inammissibilità dell’appello.

Riferimenti normativi:art. 327 c.p.c.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 36/14/2011, dep. 27/01/2011, Presidente Cellitti, Relatore Tozzi

Tributi locali; TARSU; determinazione; solo se il servizio viene effettuato

La determinazione della TARSU sull’intera superficie (coperta e scoperta) di uno stabilimento, indipendentemente dall’effettivo svolgimento del servizio di smaltimento rifiuti da parte del Comune, è illegittima.

Riferimenti normativi: D.Lgs. n. 22/1997.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 5/14/2011, dep. 18/01/2011, Presidente Cellitti, Relatore Tarantino

Riscossione; crediti imposte dovute in Germania; giurisdizione tributaria; procedura esecutiva; solo dopo decisione controversia in Germania

In merito alla riscossione in Italia di crediti per imposte dovute in Germania si deve affermare la giurisdizione tributaria, ma la procedura esecutiva deve essere sospesa fino alla decisione della controversia da parte dello Stato richiedente.

Riferimenti normativi: Dir 76/308/CEE, art. 12; D.Lgs. n. 69/1/2003, art. 6.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. SS.UU. nn. 18189/2008, 760/2006.

 

CTR Roma, Sez. n. 4, Ord. n. 3, dep. 12/01/2011, Presidente-Relatore Liotta, Gruppo Editoriale L’espresso/Ag. Entrate Roma 1.

Processo tributario; sospensione esecutività sentenza di CTR anche in presenza di ricorso in Cassazione ed alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale; esclusione

La richiesta di sospensione dell’esecuzione di una sentenza della CTR è inammissibile, anche con riferimento alla sentenza della Corte Costituzionale n. 217/2010.

Riferimenti normativi: art. 373 c.p.c.; D.Lgs. n. 546/1992, artt. 49 e 68; D.Lgs. n. 472/1997, art. 68.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. nn. 7815 e 21121 del 2010; Corte Costituzionale n. 217/2010.

 

4 novembre 2011

Commercialista telematico


Partecipa alla discussione sul forum.