Novità fiscali del 3 dicembre 2007. In evidenza: Collegato Finanziaria 2008 convertito in Legge: tutte le misure fiscali; emendamento del Governo alla Finanziaria 2008: novità nel settore tributario


1) Collegato Finanziaria 2008 convertito in Legge: Le misure fiscali


Come anticipato nell’articolo sulle novità fiscali del 30.11.2007 Il 28.11.2007, il Senato ha convertito in Legge il D.L. 1.10.2007, n. 159 (collegato alla Legge Finanziaria 2008).


Vediamone adesso le novità, principalmente, sui contenuti fiscali.


 












































































Numero Articoli)


ed argomento


Novità del collegato


3)


 


Semplificazione delle procedure di utilizzo degli stanziamenti del Fondo Tfr


Si vogliono semplificare le procedure di utilizzo delle risorse del Fondo per il Tfr.


Si tratta delle quote accantonate per garantire la tempestiva attivazione del finanziamento in corso d’anno degli interventi previsti dall’elenco 1 della Finanziaria 2007, del Fondo Tfr.


 


5, comma 5-quater)


 


Farmaci


Obbligo per il medico (nel prescrivere farmaci equivalenti) di indicare in ricetta il nome della specialità medicinale o il nome del generico.


10)


 


Editoria


Riduzione del 2% di parte dei contributi (legge 250/1990) in favore delle imprese editrici. Introdotto il termine del 30 settembre per il completamento della documentazione. Riduzione degli importi delle agevolazioni tariffarie per la spedizione postale in regime agevolato di prodotti editoriali (per le imprese decurtazione del 7% annuo per agevolazioni fino a un milione di euro e del 12% per benefici superiori a un milione di euro). Esclusione dalle agevolazioni tariffarie dei giornali con inserzioni pubblicitarie superiori al 45% dell’intero stampato, verificato non su base annua, ma su ogni singolo numero delle pubblicazioni. Dal 1.1.2008 il requisito di ammissione alle agevolazioni tariffarie viene richiesto e verificato per ogni singolo numero delle pubblicazioni spedite.


 


16)


 


Digitale terrestre


Disposizioni per incentivare la diffusione della tecnologia digitale. Si prevede l’uscita graduale dal mercato dei televisori analogici, convogliando gli acquisti verso le tv digitali. Entro 120 giorni dall’entrata in vigore del decreto produttori o importatori di tv dovranno apporre sullo schermo e sull’imballaggio esterno delle tv solo analogiche una etichetta con la scritta “questo televisore non è abilitato a ricevere autonomamente trasmissioni in tecnica digitale”. Per gli apparecchi già distribuiti ai rivenditori l’obbligo grava su questi ultimi. Entro 12 mesi gli apparecchi venduti dalle aziende produttrici ai distributori al dettaglio dovranno avere un sintonizzatore digitale per la ricezione dei servizi della tv digitale, mentre entro 18 mesi anche gli apparecchi tv venduti ai consumatori sul territorio nazionale dovranno averlo. Differito dal 2008 al 2012 il termine entro il quale dovrà essere completata la conversione dal sistema analogico a quello digitale delle trasmissioni televisive.


 


19)


 


Pagamenti in materia di Pubblica amministrazione


Differito l’obbligo delle pubbliche amministrazioni di osservare la nuova disciplina sui pagamenti a decorrere dalla data di entrata in vigore del regolamento ministeriale di attuazione della norma.


 


 


20)


Cinque per mille


Integrato con 150 milioni di euro per il 2007 l’autorizzazione di spesa che prevede la possibilità per il contribuente di vincolare il 5% della propria Irpef a sostegno di enti e associazioni che svolgono attività socialmente rilevanti.


Al riparto sono ammesse le associazioni sportive dilettantistiche in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal Coni a norma di legge.


 


21)


Edilizia residenziale pubblica


 


Finanziato con 550 milioni di euro un programma di edilizia residenziale pubblica destinato ai conduttori con reddito complessivo familiare inferiore a 27mila euro, che siano o abbiano nel nucleo familiare persone ultra sessantenni, malati terminali o portatrici di handicap con invalidità superiore al 66%, non in possesso di altra abitazione adeguata al nucleo nella regione di residenza, sottoposti a procedure di finita locazione e non per morosità. Il programma mira al recupero e all’adattamento funzionale di alloggi di proprietà ex Iacp o dei Comuni, non assegnati e all’acquisto, alla locazione di alloggi e all’eventuale costruzione di alloggi, da destinare prioritariamente a chi è sottoposto a sfratto esecutivo, con particolare attenzione alle coppie a basso reddito.


 


26-bis)


 


Variazioni colturali


 


Modifiche agli adempimenti relativi alla denuncia di variazione dei redditi dominicali dei terreni.


In deroga alle vigenti disposizioni, l’Agenzia del territorio, con apposito comunicato da pubblicare nella G.U., rende noto, per ciascun comune, il completamento delle operazioni e provvede a pubblicizzare, per i sessanta giorni successivi alla pubblicazione del comunicato, presso i comuni interessati, tramite gli uffici provinciali e sul proprio sito internet, i risultati delle relative operazioni catastali di aggiornamento.


I ricorsi avverso la variazione dei redditi possono essere proposti entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del comunicato.


28)


Credito per l’impiantistica sportiva e soppressione della Sportass 


Soppressa la Cassa di previdenza e assicurazione degli sportivi (Sportass).


Le funzioni passano all’Inps sotto il profilo previdenziale e all’Inail per il ramo assicurativo. Dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del D.L. n. 159/2007 i contratti di consulenza in essere sono risolti di diritto. Fondi per ridurre l’esposizione debitoria della Sportass.


È assegnato all’Istituto per il credito sportivo un contributo di 20 milioni di euro per il 2007, per realizzare un programma straordinario per l’impiantistica destinata allo sport professionistico e, in particolare, al calcio.


 


39)


 


Accertamento e riscossione


Rimane l’obbligo di indicare nelle dichiarazioni dei redditi presentate a decorrere dal 2007 nel quadro fabbricati, per ogni immobile, l’importo dell’ICI dovuta per l’anno precedente. Disposto che i crediti dello Stato a titolo di Irap (imposta regionale sulle attività produttive) rientrino tra quelli assistiti dal regime privilegiato sui beni mobili del debitore, previsto dall’articolo 2752 del Codice civile.


Dal 1.1.2008 per certificare la spesa per l’acquisto di medicinali non può più essere utilizzabile la modalità semplificata consistente nell’allegare allo scontrino fiscale la documentazione contestualmente rilasciata dal farmcista che specifica natura, qualità e quantità dei medicinali acquistati.


Tale novità dovrà essere data comunicazione ai contribuenti tramite affissione di avvisi ben visibili in farmacia.


Dal 1.1.2008 la fattura o lo scontino fiscale, emessi dalla farmacia, dovranno contenere l’indicazione della natura, qualità e quantità dei farmaci, oltre all’indicazione del codice fiscale del destinatario.


Ai soggetti incaricati della trasmissione telematica delel dichiarazioni spetterà un compenso di € 1,00 (anziché di 0,52 centesimi di euro).


Medesimo compenso spetta alle banche convenzionate e alle Poste italiane S.p.A..


Rimodulati i termini di inesigibilità per i ruoli consegnati.


Mentre i termini del 31.08.2005 passano al 30.9.2007 e quelli del 31.8.2008 al 30.9.2010 (in particolare si tratta dei termini dell’art. 3, comma 12, del D.L. n. 203/2005)


La comunicazione dei dati relativi all’attività di riscossione dei ruoli può essere effettuata entro il 30.6.2008.


Semplificazioni delle procedure di rimborso al contribuente delle somme oggetto di sgravio per indebita riscossione.


Entro 30 giorni si invia apposita comunicazione all’avente diritto, invitandolo a presentarsi presso gli sportelli per ritirare il rimborso o ad indicare che intende riceverlo mediante bonifico in conto corrente bancario o postale.


Modificate le modalità con le quali l’Amministrazione finanziaria può invitare il contribuente a fornire chiarimenti sulla dichiarazione, prima che l’amministrazione proceda all’iscrizione a ruolo.


L’agente della riscossione anticipa le somme provvedendo al pagamento:
a) immediatamente, in caso di presentazione dell’avente diritto presso i propri sportelli;


b) entro dieci giorni dal ricevimento della relativa richiesta, in caso di scelta del pagamento mediante bonifico; in tale caso le somme erogate sono diminuite dell’importo delle relative spese.


Per gli emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente corrisposti a decorrere dal 1.1.2004, per le indennità di fine rapporto, per le altre indennità e somme e per le indennità equipollenti corrisposte a decorrere dal 1.1.2003, nonché per le prestazioni pensionistiche corrisposte a decorrere dal 1.1.2003, non si procede all’iscrizione a ruolo ed alla comunicazione, né all’effettuazione di rimborsi, se l’imposta rispettivamente a debito o a credito è inferiore a  € 100,00.


 


39-bis)


 


Diritti aeroportuali di imbarco


Norma interpretativa in tema di tasse e diritti riguardanti il trasporto aereo, chiarendo che non hanno natura tributaria.


39-quater)


 


Esibizioni musicali in spettacoli di intrattenimento


Rientrano nell’ambito di applicazione dell’esenzione (fino al limite reddituale di  € 5.000,00 di retribuizione lorda percepita per le esibizioni) dall’obbligo di iscrizione all’Enpals e dai connessi adempimenti le esibizioni musicali dal vivo in spettacoli di intrattenimento o in celebrazioni di tradizioni popolari, dei seguenti soggetti:


– giovani fino a 18 anni;


– studenti fino a 25 anni;


– pensionati con età superiore ai 65 anni se pensionati;


– soggetti che versano a una gestione diversa da quella per i lavoratori dello spettacolo.


 


39-quinquies) Campione d’Italia


Disposizioni fiscali per il periodo d’imposta 2007 relativamente ai redditi in franchi svizzeri percepiti dai residenti a Campione d’Italia. La norma abroga una disposizione che fissava un tasso convenzionale di cambio per il 2007 (0, 52135 euro per ogni franco svizzero). Dall’abrogazione deriva l’applicazione del regime generale previsto dal Tuir in base al quale il tasso di cambio è determinato applicando una riduzione forfetaria del 20% al tasso di cambio del giorno in cui i redditi sono stati percepiti.


40, commi da 1 a 6)


 


Monopoli di Stato


Proroga della concessione per il gioco del Superenalotto, fino alla piena operatività della nuova concessione e non oltre il 30.9.2008.


Prevista l’istituzione, dal 1.3.2008, di una Agenzia fiscale con i poteri e le competenze ora svolti dall’Amministrazione autonoma Monopoli di Stato (che viene soppressa).


 


40, commi da 6-bis a 6-sexies)


 


Gioco a distanza


Disposizioni per la regolamentazione del gioco a distanza, via Internet, televisione digitale, terrestre e satellitare, telefonia fissa e mobile. Un decreto Economia fisserà i requisiti minimi richiesti ai concessionari per l’esercizio dei giochi (se l’esercizio è affidato a più soggetti), quelli dei soggetti abilitati alla raccolta (se l’esercizio è affidato solo a un concessionario e le modalità di partecipazione al gioco dei consumatori.


 


40, comma 7) Addizionale comunale all’Irpef


Le aliquote per la determinazione dell’acconto aliquota e la soglia di esenzione sono assunte nella misura vigente l’anno precedente, a meno che la pubblicazione della delibera comunale sia effettuata entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento.


40, comma 8) Addizionale regionale all’Irpef


Le Regioni hanno la possibilità di modificare la maggiorazione dell’aliquota dell’addizionale regionale, se più favorevole rispetto a quella in vigore, anche per l’anno nel corso del quale il provvedimento viene adottato.


 


42-bis)


 


Fabbricati rurali


Modificati i criteri per individuare i fabbricati considerati rurali ai fini fiscali.


Il fabbricato deve essere utilizzato quale abitazione:
1) dal soggetto titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale sul terreno per esigenze connesse all’attività agricola svolta;
2) dall’affittuario del terreno stesso o dal soggetto che con altro titolo idoneo conduce il terreno a cui l’immobile è asservito;
3) dai familiari conviventi a carico risultanti dalle certificazioni anagrafiche; da coadiuvanti iscritti come tali a fini previdenziali;
4) da soggetti titolari di trattamenti pensionistici corrisposti a seguito di attività svolta in agricoltura;


5) da uno dei soci o amministratori delle società agricole aventi la qualifica di imprenditore agricolo professionale;
i soggetti devono rivestire la qualifica di imprenditore agricolo ed essere iscritti nel registro delle imprese.


Ai fini fiscali viene riconosciuto carattere di ruralità alle costruzioni strumentali necessarie allo svolgimento dell’attività agricola di cui all’art. 2135 del Codice civile e in particolare destinate:
a) alla protezione delle piante;


b) alla conservazione dei prodotti agricoli;


c) alla custodia delle macchine agricole, degli attrezzi e delle scorte occorrenti per la coltivazione e l’allevamento;


d) all’allevamento e al ricovero degli animali;


e) all’agriturismo;


f) ad abitazione dei dipendenti esercenti attività agricole nell’azienda a tempo indeterminato o a tempo determinato per un numero annuo di giornate lavorative superiore a cento, assunti in conformità alla normativa vigente in materia di collocamento;


g) alle persone addette all’attività di alpeggio in zona di montagna;


h) ad uso di ufficio dell’azienda agricola;


i) alla manipolazione, trasformazione, conservazione, valorizzazione o commercializzazione dei prodotti agricoli, anche se effettuate da cooperative e loro consorzi;


l) all’esercizio dell’attività agricola in maso chiuso.


Le porzioni di immobili rurali, destinate ad abitazione, sono censite in catasto, autonomamente, in una delle categorie del gruppo A.


 


43)


 


Lavori socialmente utili


La legge 296/2006 ha previsto per il 2007 che i comuni con meno di 5.000 abitanti con carenze in organico possano assumere lavoratori socialmente utili nel limite di 2.450 unità. La norma stabilisce che queste assunzioni possono anche essere effettuate in sopranumero.


Gli stessi Comuni che dispongono le assunzioni in sopranumero non possono, però, procedere ad altre assunzioni di personale fino al totale riassorbimento della temporanea eccedenza.


 


44)


 


Incapienti


 


Ai soggetti passivi dell’imposta sul redito delle persone fisiche, la cui imposta netta dovuta per l’anno 2006 è pari a zero è attribuita una somma di 150 euro, come rimborso forfetario di parte delle maggiori entrate affluite all’Erario. A questi soggetti viene attribuita la somma di 150 euro anche per ciascun familiare a carico. Se il familiare è a carico di più soggetti la detrazione fiscale è ripartita in proporzione in proporzione alla percentuale di spettanza delle detrazioni per carichi familiari.


La misura non spetta se il reddito complessivo per il 2006 è superiore a 50mila euro.


Le disposizioni di attuazione sono previste dal decreto Economia 8.11.2007.


 


44, comma 4-ter)


Detrazioni legate a mutui per la costruzione dell’abitazione principale


La detrazione prevista dall’art. 15, comma 1-ter, del Dpr 917/1986 è ammessa a condizione che la stipula del contratto di mutuo da parte del proprietario o del possessore di altro diritto reale avvenga nei 6 mesi antecedenti, o nei 18 mesi successivi all’inizio del lavori di costruzione.


46-ter)


 


Imprenditoria femminile


Sarà adottato dal ministro per lo Sviluppo economico, di concerto con quello delle Pari opportunità, il decreto con misure per sostenere la creazione di nuove imprese femminili e il consolidamento aziendale di piccole e medie imprese femminili.



46-quater


 


Aiuti di Stato nel settore della pesca


Disposizioni sul recupero di aiuti di Stato nel settore della pesca dichiarati incompatibili con il mercato comune.


Norme sulla liquidazione di indennizzi a carico del Fondo di assistenza per le famiglie dei pescatori.


 


 


2) Emendamento del Governo alla Finanziaria 2008: Novità nel settore tributario


Per contrastare l’evasione i controllori fiscali potrebbero presto avere un’arma in più, infatti un emendamento del Governo alla Finanziaria 2008 prevede l’estensione della confisca del patrimonio anche ai reati tributari.


Inoltre, l’emendamento rivede le regole introdotte nella prima versione della manovra Ires, con un deciso allentamento della stetta sugli interessi passivi.


Vengono dettate le regole quadro per l’intreccio delle regole Ias e di quelle fiscali  e si stabiliscono sanzioni per i revisori contabili.


Ma gli emendamenti prevedono anche tutta una serie di altre misure.


Emendamento confisca patrimonio del reo


Il patrimonio del colpevole potrà essere aggredito anche se il pubblico ministero non sarà in grado di dimostrare sempre il collegamento tra il bene oggetto della confisca e il reato. In questo senso, l’autorità giudiziaria potrà entrare in possesso anche di altri beni illegittimamente posseduti dal colpevole (come le somme del suo conto corrente) anche se scollegati dalla violazione fiscale.


Necessarie solo due condizioni:


La disponibilità in capo al trasgressore e il fatto che si tratti di valore corrispondente a quello del prezzo o del profitto del reato.


Emendamento per Ires: Migliorata la situazione per gli interessi passivi


Gli emendamenti eliminano il limite temporale alla riportabilità degli interessi passivi, per la quota che eccede 30% del risultato operativo lordo (ROL).


E per gli anni 2008 e2009 viene stabilita una franchigia di € 10.000,00 e 5.000 euro, che aumenta la quota del 30%.


Verrebbero poi estesi i casi di esclusione dalle nuove regole sugli interessi passivi.


Per i soli beni nuovi acquisiti nel periodo d’imposta 2008 dovrebbe essere data la possibilità di effettuare ammortamenti anticipati.


Dovrebbe, inoltre, venire abbassata l’imposta sostitutiva sui disavanzi di fusione, spalmata in tre scaglioni con aliquote del 12%,14% e16.


Per il regime dei minimi dovrebbe venire escluso l’accesso a coloro che erogan utili spettanti agli associati in partecipazione d’opera. Nuove regole poi sulle perdite anteriori all’ingresso nel regime semplificato, che saranno scomputate secondo le vecchie regole.


Emendamento che introduce sanzioni per i Revisori contabili


Il Governo intende introdurre una particolare sanzione fiscale per i revisori contabile.


In caso di infedeltà delle dichiarazioni fiscali causata dalle omissioni dei controllori, questi dovranno pagare, a titolo di sanzione amministrativa, il 50% del compenso contrattuale relativo, all’attività di redazione della relazione di revisore, ma comunque nei limiti dell’lmposta effettivamente accettata al contribuente.


L’emendamento introduce, poi, anche l’obbligo di sottoscrizione da parte del revisore della dichiarazione delle società e degli enti soggetti all’Ires e all’Irap sottoposti al controllo contabile. In caso di omissione, si applica una sanzione (minimo 258 euro).


Emendamento al reverse charge


Modifiche anche per l’Iva. Si prevede l’applicazione, per le ipotesi in cui il cedente o prestatore di servizio non emette la fattura relativa a un’operazione soggetta a reverse charge, di una sanzione più leggera rispetto a quella prevìsta per l’omessa fatturazione di operazioni imponibili. Ciò poiché le operazioni non comportano l’obbligo di versare l’Iva.


Infatti, gli obblighi di versamento con l’inversione contabile passano all’altro soggetto.


 


 


3) Imposte sui redditi: Individuato il Decreto per l’attribuzione automatica del bonus incapienti


Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha individuato  le modalità semplificate di attribuzione del beneficio tributario di cui all’art. 44, D.L. n. 159/2007 (si veda, a tal fine, anche nella parte soprastante del collegato finanziaria 2008) per i lavoratori dipendenti, per i percettori di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e per i pensionati.


Modalità di erogazione


Ai soggetti titolari dei redditi:


– Da lavoro dipendente di cui all’art. 49, comma 1, D.P.R. n. 917/1986;

PRODOTTI CONSIGLIATI


Partecipa alla discussione sul forum.