FINANZIARIA 2008: il forfait per i minimi


Dal 2008 i contribuenti minimi (quelli sotto i 30.000 euro) saranno chiamati ad effettuare la scelta del regime contabile, se cioè entrare in quello di diritto (forfait) oppure optare per il regime semplificato mediante una specifica opzione. La valutazione si baserà sulla convenienza economica al risparmio di tasse effettivo. Tra i punti salienti del forfait da sottolineare l’indetraibilità Iva, fattore non di poco conto; degli oneri deducibili e detraibili resterebbe possibile la sola deduzione dei contributi obbligatori per legge. Tra le note a favore, invece, i componenti positivi dei precedenti esercizi partecipano alla formazione del reddito solo per la quota eccedente i 5.000 euro; è abbattuta l’imposizione Irap e restano esclusi dall’applicazione degli Studi di settore. Contabilmente, poi, basterà numerare e conservare le fatture d’acquisto e certificare i corrispettivi.


Partecipa alla discussione sul forum.