RIMBORSI IVA AUTO: l’esposizione in bilancio


I rimborsi IVA auto che i contribuenti richiederanno entro il 20 settembre interessano le scritture contabili. Le imprese devono iscrivere il credito che sorge verso l’erario in contabilità senza attendere l’effettiva erogazione. Ciò in quanto le modalità di calcolo del valore rende certo il dato già al momento di invio della domanda. Il sorgere del diritto al rimborso, per la quota pari al 40% al netto di quanto eventualmente già detratto, annulla la quota di spese imputate ai bilanci 2003-2006: la contropartita da interessare è il conto sopravvenienze attive.


Partecipa alla discussione sul forum.