Le novità fiscali del 19 maggio 2007


1) SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI RICAVI DA ANNOTAZIONE SEPARATA


E’ disponibile dal 18/05/2007, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il prodotto software GERICO AS 2007 che consente la verifica della congruità e della coerenza per i soggetti multipunto e/o multiattività per i quali è stata approvata l’annotazione separata degli Studi di Settore. Viene, infine, precisato che GERICO AS  2007 è un prodotto distinto da GERICO 2007.


(Agenzia delle Entrate, Comunicato del 18/05/2007)


 


 


2) STUDI DI SETTORE, L’ADEGUAMENTO EVITERÀ LA MAGGIORAZIONE


Adeguamento a Gerico senza maggiorazione del 3%.


Potrebbe essere questa una delle maggiori novità contenute nella prossima circolare delle Entrate sugli studi di settore.


Assieme a una maggiore flessibilità dell’applicazione degli indici di normalità economica.


In particolare, la prossima circolare affronterà il tema del valore aggiunto per addetto.


Quest’ultima indicazione viene da un Comunicato stampa del portavoce del vice ministro dell’Economia, Vincenzo Visco.


(Anticipazione de Il Sole 24 Ore del 18/05/2007)


 


 


3) AZIENDE CADUTE IN SUCCESSIONE: PER DETERMINARE LA BASE IMPONIBILE DELL’IMPOSTA CONTA LA DIMENSIONE


I criteri di determinazione della base imponibile sono diversi a seconda che il soggetto deceduto fosse obbligato o meno alla redazione dell’inventario


Le regole fissate per la determinazione della base imponibile relativa alle aziende cadute in successione possedute da piccoli imprenditori non possono essere estese ai complessi aziendali per i quali è, invece, necessario presentare l’inventario, come previsto dalle disposizioni particolari dettate dal Codice civile per le imprese commerciali.


In particolare, secondo la Corte di Cassazione l’art. 15 del D.Lgs n. 346/1990 prevede due criteri di valutazione (a seconda che l’azienda appartenga a un piccolo imprenditore oppure a un imprenditore non piccolo e, come tale, tenuto alla redazione dell’inventario ai sensi dell’art. 2214 del Codice civile) basati, per il piccolo imprenditore sul valore venale dei beni, in difetto di una preesistente e corretta valutazione, e per l’imprenditore non piccolo sul valore di “libro” determinato secondo precise regole contabili.


La Suprema Corte ha fornito l’interpretazione dell’art. 15 del D.Lgs. n. 346/1990 nella versione in vigore fino al 9/12/2000, previgente alle modifiche apportate dall’art. 69, comma 1, lettere g) e h), della legge 21/11/2000, n. 342.


A seguito delle citate modifiche, qualora oggetto del trasferimento sia un’azienda, nella determinazione del valore da assumere quale base imponibile per l’applicazione dell’imposta sulle successioni (reintrodotta, e, quindi, tornata di nuovo di attualità) va escluso l’avviamento.


Tale esclusione ha effetto anche nelle ipotesi in cui il defunto era obbligato alla redazione dell’inventario ai sensi dell’articolo 2217 cc (circolare n. 207/E del 16 novembre 2000, punto 2.2.10).


(Corte di Cassazione, Sentenza n. 6494 del 19/3/2007)


 


 


 


4) SOFTWARE PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE UNICO PF 2007: DISPONIBILE LA VERSIONE SOFTWARE: 1.1.0 DEL 18/05/2007


Relativamente al software gratuito, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella versione 1.1.0 del 18/5/2007 sono stati effettuati i seguenti aggiornamenti:


– Redditi – eliminata l’anomalia relativa alla stampa del rigo RV17 del quadro RV;


– Redditi – aggiornata la modalità di determinazione del rigo RE20 del quadro RE in presenza del rigo RE15 o RE16 compilato;


– Redditi – aggiornata nella sezione IX del quadro RM l’impostazione della casella relativa alla rateizzazione;


– IVA: inserito il campo VA45 nel quadro VA;


– IRAP : rimossa la segnalazione di errore evidenziata nella compilazione del prospetto di ripartizione della base imponibile nel caso di base imponibile minore  o uguale a zero;


– Mod.F24 – risolta l’impossibilità di generare un F24 in presenza di soli crediti da compensare con l’ICI;


– Mod.F24 – applicazione della soglia di 12 euro sugli importi a debito dell’addizionale comunale;


– Mod.F24 – esposizione dei debiti della sezione II del quadro RR nella delega di novembre;


– Mod.F24 – informativa all’utente sulla presenza degli importi relativi a “parametri e studi di settore” presenti nei quadri RE-RF-RG da integrare manualmente.


(Agenzia delle Entrate, Comunicato del 18/05/2007)


 


 


19 maggio 2007 


 


Vincenzo D’Andò


Partecipa alla discussione sul forum.