La domanda di riduzione del premio all’INAIL

di angelo facchini

Pubblicato il 21 dicembre 2006

Il prossimo 31 gennaio 2007 scade il termine per presentare la richiesta di riduzione del tasso applicato dall’INAIL.

 

Possono usufruire dello sconto tutte le aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro (art. 24 Dm 12 dicembre 2000). La richiesta deve essere presentata sul modello OT24 appositamente predisposto dall’INAIL.  La riduzione del tasso medio è pari al 10% per le aziende fino a 500 lavoratori/anno, ed al 5% oltre 500 lavoratori/anno; ha effetto per l’anno in corso alla data di presentazione della domanda, ed è applicata in sede di regolazione del premio assicurativo dovuto per lo stesso anno.

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE:

la domanda deve essere presentata alla sede INAIL di competenza per tutte le posizioni assicurative territoriali (PAT) entro il 31 gennaio dell’anno per il quale la riduzione è richiesta. Nel caso di aziende con più unità produttive che ricadano in diversi ambiti territoriali, le relative domande devono essere presentate o spedite a ciascuna sede INAIL competente, tenendo conto dell’ubicazione delle unità produttive facenti parte dell’azienda richiedente.

Nel caso di aziende con più unità produttive gestite in forma accentrata deve essere formulata un’unica domanda indirizzata alla sede INAIL accentrante.

 

REQUISITI NECESSARI:

Per poter essere ammessi al beneficio è indispensabile che tutte le PAT interessate dalla domanda siano in regola con gli adempimenti nei confronti dell’INAIL.

Inoltre è necessario che l’impresa attui uno dei seguenti interventi:

v    almeno uno tra l’adozione di comportamenti ispirati al raggiungimento della responsabilità sociale delle imprese, o l’adozione di interventi sulla sicurezza con standard riconosciuti a livello nazionale e internazionale, o, ancora, l’adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato da organismi specificatamente accreditati;

v    almeno tre interventi migliorativi dei sistemi di prevenzione e protezione basati sull’adempimento degli obblighi previsti dal DLGS n. 626/1994.

 

NOVITA’:

con nota del 28 novembre 2006 l’INAIL interviene sulle novità relative alla richiesta della norma premiale per l’anno 2007. In particolare sono stati introdotti due questionari:

1.     questionario per la valutazione della Responsabilità Sociale delle Imprese nel quale viene chiesto di rendere conto con domande dettagliate sui sistemi adottati per perseguire obiettivi di responsabilità sociale;

2.     un secondo questionario, presente nell’allegato II, che deve essere compilato solo da coloro che dichiarano di aver effettuato l’intervento di cui alla Sezione A, lettera b) del modello di domanda (interventi sulla sicurezza con standard riconosciuti a livello nazionale e internazionale). Nella casella preliminare dovrà essere indicato il modello di sistema di gestione riconosciuto a livello nazionale e internazionale che si è scelto di adottare. È poi necessario rispondere a tre domande a schema libero che riguardano le modalità di diffusione in azienda del sistema generale di sicurezza, il tipo di indicatori di sistema adottati dall’organizzazione per monitorare la sicurezza, e infine le modalità con le quali viene verificata l’effettiva implementazione e l’efficacia delle azioni correttive.

Circa le eventuali situazioni di irregolarità nei confronti dell’INAIL, a differenza dal passato, non comporteranno l’inammissibilità della domanda, ma verrà data al datore di lavoro la possibilità di regolarizzarle nel termine indicato, e comunque entro i 120 giorni previsti per la conclusione del procedimento. Il successivo riscontro di irregolarità verso altri enti previdenziali comporterà comunque la revoca dei benefici.

Infine l’INAIL procederà a verifiche a campione; saranno comunque sottoposte a verifica tecnica tutte le domande di riduzione nelle quali sia evidenziata l’effettuazione di:

v    interventi migliorativi particolarmente rilevanti, indicati nella sez. A del modulo di domanda;

v    interventi migliorativi non rientranti tra quelli espressamente menzionati nel modulo di domanda, descritti dall’azienda nei campi denominati “altro”

 

Dicembre 2006