Alcune delle principali novità inserite nel disegno di legge Finanziaria 2007


Novità del 01/10/2006.


Rivisti dal governo,  con il decreto fiscale collegato alla Finanziaria 2007, gli scaglioni dell’IRPEF.


Sono ora 5 le aliquote


LA NUOVA IRPEF: La nuova curva dell’Irpef è così delineata nella nuova legge Finanziaria:


Aliquota al 23% fino a 15.000 euro di reddito, al 27% oltre 15.000 e fino a 28.000 euro, al 38% oltre 28.000 e fino a 55.000 euro, al 41% oltre 55.000 e fino a 75.000 euro, al 43% oltre i 75.000 euro.


Attualmente le aliquote sono 4: al 23% fino a 26.000 euro di reddito, del 33% oltre i 26.000 e fino a 33.500 euro, del 39% oltre 33.500 e fino a 100.000 euro, del 43% sopra quest’ultima soglia.


LE DETRAZIONI/I FIGLI:


I contribuenti con figli a carico pagheranno 800 euro in meno di Irpef, che saliranno a 900 euro per i bambini al di sotto dei 3 anni: scenderanno però gradualmente al salire del reddito. Il meccanismo di sconto torna al passato e prevede detrazioni (che si tolgono dalle imposte dovute) invece che le deduzioni (che abbattono il reddito su cui applicare le imposte) introdotte dal precedente governo. Le nuove detrazioni diminuiranno al salire del reddito, fino ad azzerarsi a 95.000 euro.


Meccanismi di aiuto più consistenti sono poi previsti per le famiglie con due o tre figli: le detrazioni arrivano fino alla soglia di reddito di 110.000 e 125.000 euro.
LE DETRAZIONI/LA PALESTRA: Per i ragazzi tra i 5 e i 18 anni, saranno detraibili le spese,  fino a 210 euro, sostenute per l’iscrizione e l’abbonamento a piscine, palestre ed altri impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.


LE DETRAZIONI/GLI AFFITTI: Gli studenti universitari fuori sede potranno usufruire di una detraibilità al 19% del canone di locazione fino ad un massimo di 500 Euro. ROTTAMAZIONE/IL FRIGO: Arriva il “bonus-frigo” e sarà una sorta di rottamazione per cambiare frigoriferi e congelatori più inquinanti: si potrà detrarre il 20% del costo sostenuto, fino ad un massimo di 200 euro, ma solo se l’elettrodomestico sarà “efficiente”.
ROTTAMAZIONE/ LE CALDAIE: Chi sostituisce la vecchia caldaia con una nuova meno inquinante o monta un pannello solare, potrà avvantaggiarsi di consistenti sgravi fiscali. Lo prevede il pacchetto energia della finanziaria. Tali agevolazioni fanno parte di tutta una serie di interventi di efficienza energetica nell’edilizia.


VEICOLI: Per evitare l’evasione dell’Iva sulle operazioni di acquisto nella comunità europea e di importazione di autoveicoli, la nuova norma dispone di subordinare l’immatricolazione o la voltura dell’immatricolazione alla dimostrazione (con copia del relativo modello F24) che l’Iva relativa alla prima cessione sia stata pagata.
CONDOMINI SOSTITUTI MAGGIORI OBBLIGHI COME SOSTITUTI D’IMPOSTA:Il condominio dovrà operare all’atto del pagamento una ritenuta del 10% a titolo di acconto dell’imposta sul reddito, sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi, anche se rese a terzi o nell’interesse di terzi. In atto l’obbligo ricorre solo per i pagamenti dei compensi ai PROFESSIONISTI.


ASSEGNI AL CONIUGE SEPARATO: Nella dichiarazione dei redditi si deve indicare il codice fiscale del coniuge che riceve gli assegni.


SPESE MEDICHE RIMBORSATE: Per fini di controlli sugli oneri detraibili, gli enti e casse aventi esclusivamente fine assistenziale devono comunicare in via telematica all’Anagrafe tributaria gli elenchi dei soggetti ai quali sono state rimborsate spese sanitarie.
DATI ICI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI: Ciò servirà per incrociare i dati fiscali relativi agli immobili, in modo da ridurre l’area della possibile evasione sull’Ici.



AGENTI IMMOBILIARI: Saranno obbligati alla registrazione per tutte le scritture private non autenticate di natura negoziale, stipulate a seguito della loro attività per la conclusione di affari; gli agenti, inoltre, diventano solidamente responsabili per il pagamento dell’imposta.


PROFESSIONISTI DOMICILIATI NEI PARADISI FISCALI: Si estende il regime di indeducibilità degli oneri derivanti da rapporti economici con paradisi fiscali, anche alle prestazioni rese da professionisti domiciliati in questi stessi paradisi.


 


2 ottobre 2006  


 


A cura Vincenzo D’Andò


Partecipa alla discussione sul forum.