Contribuenti minimi (ante 2014)


Ricerca in corso...

IRPEF
Il soggetto che nel 2014 ha avviato un’attività nel regime “dei minimi” per l’imprenditoria giovanile potrà passare al regime di vantaggio (quello dei “forfettari”), avendone i requisiti nel corso del 2018, e potrà usufruire dell’aliquota del 5% per i periodi che residuano al compimento del quinquennio (ossia per il solo anno 2018)

IRAP IRES IRPEF
Entro il prossimo 30 novembre 2018 deve essere effettuato il versamento del secondo acconto 2018 delle imposte IRPEF, IRES, IRAP, Cedolare secca, IVIE, IVAFE, imposte sostitutive contribuenti minimi e forfettari. Un pratico esame delle modalità di calcolo

Il caso del giorno IVA
Dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo generalizzato dell’emissione delle fatture in formato elettronico. Dall’inizio del nuovo anno l’adempimento riguarderà ogni soggetto con alcune limitate eccezioni. Gli studi professionali e le imprese dovranno modificare completamente la propria organizzazione ed il loro modo di operare

IRPEF Modello Redditi - Unico
I soggetti che si sono avvalsi nel 2017 del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, devono provvedere alla compilazione della sezione I del quadro LM. Il reddito di impresa o di lavoro autonomo per i soggetti che rientrano nel regime di vantaggio sarà costituito dalla differenza tra l'ammontare dei ricavi o compensi percepiti nel periodo d’imposta sulla base del principio di cassa e l'ammontare delle spese inerenti l'attività, sostenute nel periodo d'imposta sempre in applicazione del principio di cassa. In questo articolo vi guidiamo nella compilazione rigo per rigo del quadro LM

IRAP Modello Redditi - Unico IRPEF IRES
Entro il prossimo 2 luglio 2018 deve essere effettuato il versamento del saldo 2017 e del primo acconto 2018 delle imposte IRPEF, IRES, IRAP, Cedolare secca, IVIE, IVAFE, imposte sostitutive contribuenti minimi e forfettari (è ammessa la possibilità di spostare il pagamento al 20 agosto 2018 con la maggiorazione dello 0,40%). Resta sempre fatta salva la possibilità di calcolare gli acconti 2018 con il metodo previsionale in luogo del metodo storico tenendo in considerazione che eventuali errori commessi nel ricalcolo e nel versamento dell’acconto potrebbero portare all’applicazione di sanzioni

Consulenza del lavoro Modello Redditi - Unico Il caso del giorno
Ai fini di Certificazione Unica e modello 770, cosa succede se sono minimi e forfettari ad essere i committenti? Proviamo a rispondere ai dubbi dei nostri lettori

Professione Consulente IVA
La fattura elettronica generalizzata spaventa tante aziende e professionisti perchè rappresenta un'evoluzione tecnologica che stravolgerà le modalità di gestione della contabilità; analizziamo cosa prevede attualmente la Legge e quali sono le prospettive

Alcune valutazioni sulla gestione del secondo acconto 2017 per i contribuenti forfettari e minimi e per la pianificazione delle attività di consulenza e controllo da svolgere in questo periodo

Previdenza
Il 30 novembre scade il termine per il versamento per il secondo acconto 2017 dei contributi INPS (gestioni artigiani e commercianti e gestione separata): riassumiamo le regole per il calcolo e segnaliamo il caso particolare dei contribuenti che svolgono attività di produttori assicurativi di terzo e quarto gruppo e degli affittacamere

IRPEF IRES
Si avvicina la scadenza principale del mese di novembre: il pagamento del secondo acconto delle imposte dirette in scadenza per giovedì 30; come ogni anno dedichiamo una guida pratica al calcolo dell'acconto: la differenza fra metodo storico e metedo presuntivo, i regimi particolari (cedolare secca, minimi e forfettari), le questioni aperte 2017 (IRI e ACE)...

IVA
Un dubbio in merito allo spesometro: bisogna o meno indicare le fatture ricevute da fornitori in regime di vantaggio (contribuenti minimi e forfettari)?

Professione Consulente IVA
Mancano 23 giorni alla scadenza dello spesometro (salvo ulteriori proroghe): in questa guida di 7 pagine evidenziamo quali sono i soggetti obbligati allo spesometro e quali sono le principali esclusioni dall'invio: i dati già inviati al sistema tessera sanitaria, i contribuenti minimi e forfettari, i produttori agricoli siti in zone montane...

Professione Consulente Previdenza IRPEF
I contribuenti minimi e forfettari dovrebbero rappresentare le difficoltà minori nella gestione degli adempimenti fiscali, tuttavia non è così... la gestone dei dati da fornire alle Casse di Previdenza è un problema che si presenta a cadenza annuale insieme alle dichiarazioni dei redditi

IRPEF
Dopo i forfettari dedichiamo una guida alla compilazione del quadro LM del modello redditi 2017 per i contribuenti minimi: ampio spazio al recupero delle ritenute eventualmente subite ed alla gestione dei contributi previdenziali

Previdenza Modello Redditi - Unico
Insieme alla dichiarazione dei redditi i soggetti iscritti alle gestioni previdenziali INPS devono calcolare il saldo relativo al 2016 e gli acconti per il periodo 2017: i soggetti obbligati, le aliquote di calcolo, la gestione artigiani e commercianti, la gestione separata, il caso di contribuenti minimi e forfettari...

F24 telematico IRAP IRPEF IRES
In vista della scadenza di domani proponiamo un ripasso delle regole per versare saldo e acconto delle imposte derivanti dal modello Redditi 2017: ripassiamo anche i casi di contribuenti forfettari e minimi

Professione Consulente IVA
Ieri l'Agenzia ha iniziato a chiarire alcuni aspetti pratici dello spesometro trimestrale: gli esoneri sono minimi e sembrano destinati solo a imprenditori agricoli in regime d'esenzione, contribuenti minimi e forfettari; l'adempimento appare estremamente gravoso per gli studi professionali

F24 telematico Previdenza Modello Redditi - Unico IRPEF
Domani scade la data di versamento anche del secondo acconto relativo ai contributi INPS 2016 dovuti in base alla presentazione di Unico 2016: a grande richiesta, proponiamo una guida pratica al calcolo dell'acconto (analizzando i dubbi che nascono dalla compilazione del quadro RR) e al pagamento tramite modello F24

F24 telematico IRAP IRPEF IRES
Una guida di 7 pagine alla scadenza del 30 novembre relativa al versamento del secondo acconto d'imposta: la scelta fra metodo storico e metodo previsionale; i codici per compilare il modello F24; i casi particolari di imprenditori agricoli, contribuenti minimi e forfettari

Il caso del giorno IRPEF
Il caso anomalo ma frequente di contribuente minimo o forfettario che subisce una ritenuta d'acconto non dovuta può generare dubbi nella compilazione del modello Unico

IRPEF
Guida alla compilazione rigo per rigo del quadro LM di Unico 2016 nella sezione dedicata ai contribuenti minimi

Bilancio IRPEF IRES
Il bonus ammortamenti rappresenta una interessante agevolazione fiscale, sia per le imprese che per i professionisti; in queste pratiche slides analizziamo i punti salienti: i beni soggetti ad agevolazione, il contratto di leasing, il bonus sulle autovetture, il bonus per i contribuenti minimi...

Il caso del giorno IRPEF
Il nuovo regime forfettario è profondamente diverso rispetto al precedente regime dei minimi, una delle diversità riguarda le modalità di determinazione del limite del costo dei beni strumentali quale condizione essenziale per accedere al forfait

Se il contribuente forfettario (ma il caso vale anche per i vecchi contribuenti minimi) ha subito una ritenuta nell'anno 2015, può recuperare tale ritenuta in Unico 2016? Ecco le modalità per recuperare la ritenuta erroneamente subìta

Secondo il parere del Fisco il contribuente minimo può detenere la partecipazione di maggioranza in una SRL senza perdere il diritto a permanere nel regime fiscale agevolato

Il caso del giorno
I contribuenti che hanno scelto il regime dei minimi nel 2015, avendo iniziato una nuova attività potranno avvalersene fino al completamento del quinquennio o fino al raggiungimento del trentacinquesimo anno di età

Il caso del giorno IRPEF
I dubbi sulla convenienza o meno del nuovo regime forfettario per i contribuenti di minori dimensioni, in particolare per quelli che possono ancora usufruire del vecchio regime dei minimi

IRPEF
Dal 2016 imprenditori individuali e lavoratori autonomi che inizieranno una nuova attività potranno avvalersi solo del regime forfetario modificato con la Legge di stabilità: un riassunto delle peculiarità e dei vantaggi del nuovo regime previsto per i contribuenti di minori dimensioni

Professione Consulente Previdenza Modello Redditi - Unico
Nella Legge di stabilità 2016 è in arrivo una revisione dei regimi dedicati ai contribuenti di minori dimensioni: analizziamo la convenienza di tale nuovo regime rispetto a quelli esistenti, soprattutto facendo attenzione alle possibili riduzioni previste sulla contribuzione INPS

Novità legislative
Una delle proposte fiscali più interessanti della Legge di Stabilità è quella di revisione dei regimi di favore attualmente disponibili per i contribuenti di minori dimensioni

1 2 3 6
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it