Regime forfettario

Regime forfettario per lavoratori autonomiLa legge di bilancio 2019 ha ampliato e semplificato l’ambito di applicazione e la regolamentazione del regime forfettario. Il 10 aprile 2019 è arrivata inoltre la circolare n. 9/E dell’Agenzia delle Entrate, che ne ha delineato gli aspetti più delicati.

Il nuovo regime può essere scelto dalle partite IVA individuali che fatturano meno di 65.000 euro all’anno e prevede una tassazione forfettaria “piatta” (la cosiddetta “flat tax“) del 15%.

Può inoltre rivelarsi un regime molto conveniente per tantissimi contribuenti, dato che l’aliquota base dell’IRPEF è il 23%.

Inoltre, al momento gli aderenti al regime forfettario non sono soggetti all’obbligo della fatturazione elettronica.

L’argomento e tutti gli aspetti di nuova introduzione e le problematiche sorte vengono affrontati dettagliatamente negli articoli sotto riportati.

Abbiamo anche dedicato un tool al calcolo della convenienza del regime forfettario, scoprilo qui!


Ricerca in corso...

IRPEF
Partendo da un breve riepilogo dei principali aspetti del regime forfetario, andiamo ad analizzare in maniera dettagliata quali sono le condizioni che consentono di usufruire dell’aliquota sostitutiva ridotta.

Diritto fallimentare IVA News Fiscali - Commercialista Telematico
Proseguiamo l’analisi sul comportamento del contribuente nel caso in cui questi abbia erroneamente fatturato applicando il regime forfetario pur non avendone i requisiti. Nel presente contributo andremo a vedere l’esatto momento in cui matura il diritto del contribuente a richiedere il rimborso dell’IVA versata all’Erario nei casi di: fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato fallimentare; concordato preventivo, piani attestati di risanamento e accordi di ristrutturazione dei debiti, procedure esecutive individuali e collettive.

IVA
Come regolarizzare l’errata applicazione del regime forfetario e la conseguente omessa indicazione dell’IVA sulle fatture emesse da parte di un contribuente.

Trascorso il biennio di osservazione (2019 e 2020), dal 2021 il professionista può avvalersi del regime forfettario

IRES IVA
Continuiamo l'approfondimento del regime fiscale in vigore per le associazioni di promozione sociale da quest’anno 2021: ricordiamo che, al posto dell’IRES, tali associazioni possono utilizzare un regime forfetario semplificato.

IVA
Come ogni anno, i contribuenti che sono usciti o entrano nel regime forfetario devono procedere alla rettifica dell'IVA; forse quest'annno, per effetto delle norme della Legge di Bilancio per il 2020, vi saranno molti contribuenti costretti a lasciare tale regime. In questo articolo analizziamo gli effetti pratici della rettifica e proponiamo alcuni schemi per la corretta compilazione della dichiarazione IVA.

Consulenza del lavoro
La riduzione contributiva del 35% prevista per i forfettari iscritti alla Gestione artigiani e commercianti INPS diminuisce notevolmente l’importo dei contributi spettanti annualmente; tale misura comporta però anche una riduzione dell’accredito a fini pensionistici.

IRPEF
L’Agenzia delle entrate ha recentemente chiarito che le nuove cause ostative previste dalla Legge di Bilancio 2020, finalizzate ad impedire l’accesso al regime forfetario, hanno trovato immediata applicazione sin dal 1° gennaio 2020. Le motivazioni non sono neppure estremamente articolate e l’Agenzia delle entrate afferma, senza mezzi termini, che non sussistono le condizioni per applicare lo Statuto del Contribuente.

Consulenza del lavoro Modello Redditi - Unico
Novità per la Certificazione del lavoro autonomo per l’anno 2020: infatti nel nuovo modello CU 2020 è presente uno “sdoppiamento” di campo che divide gli importi non assoggettati a ritenuta dai redditi esenti e dalle somme che non costituiscono reddito. La novità è retroattiva, cosicché bisognerà applicarla tenendo conto delle fatture 2019: in questo articolo spieghiamo come compilare la CU nei casi dubbi, ad esempio il riaddebito della marva da bollo

Nel periodo di imposta di cessazione dell'attività (2018) possibile dedurre integralmente, sino a concorrenza del reddito di impresa imponibile, le perdite d'impresa rinvenienti dal periodo di imposta antecedente (2017)

Consulenza del lavoro News Fiscali - Commercialista Telematico
C’è tempo fino al 28 febbraio 2020 per i forfettari iscritti alla Gestione artigiani e commercianti INPS che vogliono accedere alla contribuzione ridotta del 35%: la dichiarazione di riduzione, per essere valida per l’anno 2020, dovrà essere inviata telematicamente all’INPS entro il termine previsto.

Il Governo ha risposto ufficialmente ad alcune interrogazioni parlamentari chiarendo, in merito alle nuove regole sul regime forfettario introdotte dalla legge di Bilancio 2020, che chi ha percepito, nel 2019, redditi di lavoro dipendente o assimilati superiori a 30.000 euro fuoriesce dal regime forftetario già dal 1° gennaio 2020

IVA
Analizziamo il difficile rapporto fra il regime forfettario ed i regimi speciali IVA: per regola generale i due regimi agevolati sono incompatibili. In questo approfondimento evidenziamo, con esempi pratici, che possono esistere anche casi di compatibilità fra i regimi agevolati

IRAP IVA IRPEF
Obiettivo di questo approfondimento è illustrare i diversi regimi fiscali e contributivi che possono essere adottati da coloro che esercitano le c.d. professioni turistiche di accompagnamento, vale a dire le attività di guida, accompagnatore ed interprete turistico.

News Fiscali - Commercialista Telematico
Chi vuol essere forfettario? Occorre rispettare una serie di requisiti, vediamo quali.

IVA IRPEF
Nuovamente modificate le disposizioni riguardanti il regime forfettario: per effetto delle variazioni introdotte dalla legge di Bilancio 2020 sono previsti come condizione di accesso, un limite di 20mila euro di spese sostenute per il personale; l’esclusione per i redditi di lavoro dipendente superiori a 30mila euro; la riduzione di un anno dei termini di decadenza per l’accertamento, per i contribuenti forfettari che, benché non obbligati, hanno un fatturato annuo costituito esclusivamente da fatture elettroniche.

IVA News Fiscali - Commercialista Telematico
Un dettagliato esame di tutte le novità che coinvolgono il regime forfettario nel 2020: soggetti ammessi, esclusioni, esoneri, agevolazioni, determinazione del reddito e tassazione, regime IVA e molto altro.

IVA News Fiscali - Commercialista Telematico
La legge di Bilancio 2020 fa ricorso alla fattura elettronica per introdurre un ulteriore regime premiale riguardante i contribuenti forfetari. In presenza di taluni presupposti, i termini di accertamento ai fini delle imposte sui redditi si riducono di un anno.
La novella è sicuramente interessante, ma la previsione può rafforzare ulteriormente il beneficio. Potrebbe essere consentita l’applicazione di un’ulteriore disposizione secondo cui i termini di accertamento, in taluni casi, sarebbero addirittura ridotti di due anni.
In tale ipotesi, il termine di decadenza dell’attività di accertamento sarebbe costituito dal 31 dicembre del terzo anno successivo a quello di presentazione delle dichiarazioni fiscali.

IRPEF News Fiscali - Commercialista Telematico
La legge di Bilancio del 2020 non si è limitata e reintrodurre due vecchie cause ostative, che renderanno più difficile, con decorrenza dall’anno 2020, l’accesso al regime forfetario.
Sono state previste alcune ulteriori novità che potrebbero rendere più gravoso il prelievo tributario anche per i contribuenti che si troveranno nelle condizioni di poter continuare a fruire di tale regime, ovvero di accedevi per la prima volta.

News Fiscali - Commercialista Telematico
La Legge di Bilancio 2020 ha modificato ancora i requisiti per rientrare nel sistema forfettario; riassumiamo allora, schematicamente, quali sono le condizioni per rientrare in questo regime.

IRPEF
Facciamo il punto sulla compatibilità del regime forfetario con il lavoro dipendente contestuale o precedente. La legge intende impedire l'utilizzo del regime forfettario in modo abusivo da parte di chi svolgeva attività lavoro dipente
Analizziamo in particolare le limitazioni che il contratto di lavoro dipendente pone alla scelta del regime fiscale agevolato a prescindere dal reddito prodotto.

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione) IRPEF Cessione d'azienda
La plusvalenza derivante dalla cessione d'azienda da parte di un contribuente in regime forfettario è esclusa da tassazione o deve essere tassata secondo la normativa del regime forfettario stesso?

IRAP Modello Redditi - Unico IRPEF IRES News Fiscali - Commercialista Telematico ISA Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale
Il prossimo 2 dicembre 2019 scade il termine per effettuare il pagamento del secondo acconto 2019 delle imposte, addizionali, cedolare secca, IVIE, IVAFE e delle imposte sostitutive. In questo articolo forniamo tutte le informazioni pratiche per un corretto calcolo e l'esame di alcuni casi particolari.

Consulenza del lavoro IRPEF
È ammesso l’accesso al regime forfettario per i soggetti che hanno in corso un contratto di lavoro dipendente contemporaneamente a un contratto di lavoro autonomo con la medesima azienda, fermi restando alcuni presupposti legittimanti: lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi - Unico
Il quadro RS del Modello Redditi 2019, titolato “Regime forfetario per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni – Obblighi informativi”, è il prospetto all'interno del quale i contribuenti forfettari che nel 2018 abbiano applicato il predetto regime, devono fornire alcune specifiche informazioni. Come noto, i forfettari non assumono la qualifica di sostituto d’imposta e quindi non operano all’atto del pagamento la ritenuta alla fonte, tuttavia, in sede di Dichiarazione, comunicano i dati relativi ai redditi erogati per i quali, all’atto del pagamento, non è stata operata la ritenuta. Vediamo nel dettaglio come procedere.

News Fiscali - Commercialista Telematico
Il Disegno di Legge di Bilancio 2020 prevede il mantenimento a 65.000 euro del limite dei ricavi conseguiti o compensi percepiti nell'anno precedente per accedere al regime forfettario agevolato.

La legge di Bilancio 2020 reintroduce alcune delle vecchie condizioni ostative, applicabili prima delle modifiche intervenute lo scorso anno, in grado di impedire l’accesso al regime forfetario.
I contribuenti non potranno fruire del predetto regime se in possesso, nell’anno precedente, ad esempio di redditi di lavoro dipendente o assimilati di importo superiore a 30.000 euro. Non è consentita, in base al testo del disegno di legge, l’erogazione di retribuzioni o di compensi a collaboratori (redditi assimilati al lavoro dipendente) per importi superiori a 20.000 euro. Ma vediamo meglio i dettagli...

IRPEF News Fiscali - Commercialista Telematico
Riassumiamo le importanti novità sul Regime Forfettario introdotte dal Disegno di Legge di Bilancio 2020: nuovo massimale, impiego di lavoratori dipendenti, tetto dei beni strumentali e regime premiale della fatturazione elettronica.

News Fiscali - Commercialista Telematico
Ecco ciò che emerge dal Disegno di Legge di Bilancio relativamente alla possibilità dei contribuenti di avvalersi del regime forfettario nell'anno 2020.

L’Agenzia delle Entrate afferma che è soggetto all'imposta sostitutiva prevista per il regime forfettario il credito Inps prima dedotto dal reddito del regime agevolato e poi rimborsato e compensato. Ma vediamo più nel dettaglio come funziona la deducibilità dei contributi previdenziali e assistenziali, con esempi pratici di compilazione del Quadro LM

1 2 3 6
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it