Archivio Tag: Transfer pricing

 
la definizione di controllo societario è fondamentale per definire l'ambito di applicazione del transfer price; in questo articolo puntiamo il mouse su un'anomalia poco nota: ai fini del transfer price si applica una nozione di controllo più ampia rispetto a quella definita nel codice civile

 
Nel transfer pricing non è applicabile la nozione civilistica di controllo societario poiché, in assenza di un richiamo espresso nella norma, vale un’interpretazione più ampia riferita all’impresa e non solo alla società.

 
l’analisi dei prezzi di trasferimento deve basarsi principalmente sul metodo del confronto del prezzo e, comunque, su elementi comparabili... ad esempio il metodo del “Comparable Uncontrolled Price”, raffrontando i propri prezzi con quelli applicati da un’altra società del gruppo in transazioni analoghe con la stessa casa madre

 
i Paesi del G20 stanno programmando le strategie per i prossimi interventi di contrasto all'evasione internazionale: l'argomento su cui si punterà l'attenzione sono le pratiche di transfer price... ecco tutte le novità dell'incontro tenutosi a Parigi sulla cooperazione internazionale contor l'evasione fiscale

 
il transfer pricing è quella tecnica mediante la quale, nell'ambito di un rapporto tra società correlate, è posto in essere il tentativo di trasferire gli utili da un Paese ad alta pressione fiscale a un altro con regime fiscale più tenue, attraverso lo scambio di beni e servizi al di fuori delle normali pratiche commerciali, alterando il valore normale delle cessioni dei beni o delle prestazioni di servizi effettuate o ricevute: il contrasto a tale fenomeno va effettuato anlizzando le situazioni caso per caso