Articoli a cura di Fabio Carrirolo

Fabio Carrirolo
Laureato in Scienze Politiche, specializzato in studi sull'Amministrazione Pubblica presso l'Università di Bologna, esperto fiscale. Autore di diverse monografie in materia tributaria nonchè di numerosi articoli a carattere tecnico-professionale pubblicati su varie riviste del settore (soprattutto in materia di reddito di impresa, IVA, accertamento, riforma fiscale). Docente in corsi, master, seminari (tra i quali il Master tributario organizzato dalla Scuola Superiore dell'Economia e delle Finanze).

Ricerca in corso...

IVA Società
Attraverso la liquidazione IVA di gruppo, i soggetti passivi dell’imposta possono compensare crediti e debiti IVA in un contesto intersoggettivo, composto di più società diverse.
L’istituto si differenzia da quello del gruppo IVA, che permette di considerare come un unico soggetto passivo IVA le entità, stabilite nel territorio dello Stato, che siano giuridicamente indipendenti, ma strettamente vincolate fra loro da rapporti finanziari, economici ed organizzativi.
Nell’ambito della liquidazione IVA di gruppo, una società di capitali non residente può assumere il ruolo di controllante, anche se non effettua operazioni rilevanti ai fini IVA nel territorio italiano. Esaminiamo il parere dell'Agenzia Entrate

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
La conoscenza degli atti a contenuto impositivo e sanzionatorio e degli atti della riscossione, che causano effetti diretti, generalmente svantaggiosi, per i contribuenti, è ad essi garantita attraverso una procedura di formale notifica, finalizzata anche a consentire l’esercizio del diritto di difesa.
La notifica, oltre che a mezzo PEC (grazie alle attuali tecnologie e alla normativa più recente) può avvenire a mezzo posta.
Una recente sentenza della Cassazione ha dichiarato la nullità della notifica dell'avviso di accertamento nel caso in cui la raccomandata informativa non sia stata recapitata al destinatario dichiarato “sconosciuto” all'indirizzo di destinazione, se il messo, all'atto della notifica dell'avviso di accertamento, ne ha constatato l’assenza semplicemente temporanea.
In tale ipotesi, la notifica si considera viziata in quanto non è possibile ritenere che siano stati effettuati tutti gli adempimenti.

Contenzioso e processo tributario Società
Il principio di trasparenza, in attuazione del quale i redditi delle società sono imputati ai soci e tassati in capo a questi ultimi, opera in generale per le società di persone e i soggetti assimilati e per le società fiscalmente trasparenti per opzione. Per gli altri soggetti societari opera invece un criterio di netta “separazione fiscale” tra società e socio. Esistono tuttavia situazioni nelle quali le stesse norme di diritto positivo individuano presuntivamente – ai fini tributari – una distribuzione di utili anche in assenza di deliberazione, come nel caso della presunzione di prioritaria distribuzione di utili e riserve di utili. Inoltre, nell’ottica dell’amministrazione finanziaria, in determinate situazioni può essere promossa una visione “sostanzialistica” in grado di superare lo schermo giuridico-formale della società. È ciò che succede negli accertamenti, e nei contenziosi, imperniati sulla presunzione che alcune società di capitali fungano in realtà quale schermo societario per redditi che dovrebbero essere imputati ai soci.

Bilancio Corso pratico di contabilità IRES
L'errore, quando si tratta di questioni contabili, consiste in una rappresentazione qualitativa o quantitativa non corretta di dati forniti nel bilancio o di informazioni fornite nella nota integrativa (OIC 29). Gli errori, che possono anche derivare dalla mancata applicazione di un principio contabile, si differenziano rispetto ai cambiamenti di stime e ai cambiamenti di principi contabili. Dalla situazione rappresentata in bilancio discendono dirette conseguenze fiscali.
L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale applicabile in caso di eliminazione di attività rivelatesi inesistenti.

IVA Società
La liquidazione IVA di gruppo è un meccanismo, distinto dal più recente concetto di gruppo IVA, che consente di compensare crediti e debiti IVA in un contesto intersoggettivo, composto da più società diverse.
Si esamina il caso di una società di capitali, direttamente identificata in Italia, sub-holding di un gruppo internazionale.

Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale IVA Tasse e imposte locali (IMU, TASI, TARI) Diritto Commerciale IRPEF
Il contratto di comodato prevede che una parte, il comodante, consegni all'altra, comodatario, una cosa mobile o immobile affinché se ne serva per un uso o tempo determinato, con l'obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta. Il contratto è essenzialmente gratuito, reale, bilaterale imperfetto. Normalmente, il comodato ha ad oggetto cose infungibili e ha forma generalmente libera.
Se ne esamineranno di seguito i caratteri fondamentali e le implicazioni fiscali.

Appalti pubblici Consulenza del lavoro
Si dispone l’obbligo per il committente di richiedere all'impresa appaltatrice o affidataria e alle imprese subappaltatrici, obbligate a rilasciarla, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute ai fini del riscontro dell'ammontare complessivo degli importi versati dalle imprese.
Esame delle principali novità introdotte dalla Manovra fiscale 2020.

IRAP IRPEF IRES
La disciplina relativa all’ACE consente alle imprese di dedurre, in sede di determinazione del reddito di impresa, un importo corrispondente a una certa percentuale della “variazione nozionale del capitale proprio”, cioè degli incrementi patrimoniali al netto di alcune componenti “decrementative”. L’incremento viene fatto per ogni periodo di imposta rispetto alla data “fissa” del 31.12.2010. Tra le novità fiscali più rilevanti contenute nella legge di bilancio 2020 figura la reintroduzione dell’ACE, con modalità descritte in questo intervento, che (cancellando le norme abrogative) ripristinano il meccanismo agevolativo a valere già sul reddito di impresa del 2019.

Contenzioso e processo tributario
Si avvicina la fine dell'anno ed è tempo di accertamento anticipato.>br> Questo articolo intende approfondire le implicazioni delle deroghe (nei casi specifici previsti) dei termini iniziali e decadenziali per l'esercizio della potestà accertativa, , con riguardo anche a quanto previsto da disposizioni speciali e alle novità introdotte dal DL n. 34/2019.

Società Modello Redditi - Unico IRES
L’opzione per il consolidato fiscale nazionale può essere esercitata, da ciascuna società consolidata e dalla consolidante, mediante indicazione espressa nella dichiarazione dei redditi. Sulla base delle norme di riferimento e della prassi in materia, si può affermare che l’opzione non esercitata nei termini può essere oggetto di “remissione in bonis”, mentre quando si tratta di apportare una correzione all’opzione esercitata è necessario produrre una dichiarazione integrativa.
Ai fini dell'esercizio dell'opzione, la dichiarazione integrativa presentata, entro il termine di 90 giorni, per correggere omissioni o errori di una precedente dichiarazione tempestivamente presentata, si sostituisce a quella originaria, regolarizzandola.

Contenzioso e processo tributario Privacy
L’amministrazione finanziaria agisce, nell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali di controllo, mediante una serie di poteri che le consentono di venire a conoscenza di informazioni coperte da “segreti” e obblighi di riservatezza di vario genere. Tali poteri sono “codificati” soprattutto nei settori impositivi “paralleli” dell’IVA e delle imposte sui redditi.
Inoltre occorre tenere conto delle disposizioni normative che a livello nazionale e comunitario tutelano il diritto alla riservatezza (privacy) di ciascuno.
L'ampia gamma di strumenti che, grazie all’utilizzo delle tecnologie informatiche, sono a disposizione del Fisco, insieme alla disponibilità di vaste banche dati, fa del controllo fiscale un'attività formalizzata, che trae impulso non da un arbitrio del soggetto pubblico, ma da una selezione puntuale compiuta su una platea di soggetti connotati da indici di “pericolosità fiscale”.
Questa attività autoritativa, tradizionalmente vista soprattutto sotto il profilo dei poteri (del fisco) e dei diritti di difesa (del contribuente) deve ormai misurarsi anche con le ragioni della tutela delle situazioni soggettive dei cittadini, sia in sede di controllo (ambito caratterizzato da previsioni derogatorie rispetto alla disciplina generale), sia in tutte le altre attività che possono riguardare i dati e le informazioni dei cittadini, raccolte e amministrate dalla PA – in particolare, in misura massiccia, dal fisco – sempre nella prospettiva dell’esercizio delle attività istituzionali previste.

Operazioni in banca Società IRES
In materia di società, il codice civile consente, in alternativa rispetto alla partecipazione diretta al capitale tramite conferimenti (assumendo la qualità di socio), la possibilità di effettuare degli apporti di capitale, ovvero di opere/servizi, o misti, a fronte dei quali possono essere emessi titoli non azionari, il cui trattamento fiscale è in parte assimilato a quello delle partecipazioni.
In questo articolo. proponiamo un'inquadramento delle caratteristiche generali degli strumenti finanziari, puntando il mouse quelli soprattutto detenuti da società, ed esaminiamo gli effetti fiscali della valutazione di tali strumenti detenuti da società “IAS adopter”, come recentemente analizzati dall’Agenzia delle Entrate in sede di interpello.

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione) Società
La trasformazione delle società è una possibilità offerta dal nostro ordinamento per adattare i modelli societari alle mutate esigenze dei rapporti economici, per adottare uno degli schemi tipici delle società di persone o di capitali.
In ulteriori casi viene consentita la “trasformabilità” di enti societari in enti di altro genere, anche privi di una causa lucrativa (ad esempio fondazioni): è l’ipotesi della trasformazione eterogenea.
La facoltà di “trasformare” una società in un’impresa individuale, ovvero l’opposta possibilità di "trasformare" un’impresa individuale in società, si qualifica rispetto a queste differenti ipotesi in quanto non si tratta di una semplice modifica statutaria, ma di far sorgere od estinguere l’ente societario, in ogni caso mantenendo l’esercizio dell’attività di impresa (che anziché svolgersi in forma individuale viene a svolgersi in forma societaria, o viceversa).
Queste casistiche hanno generato dubbi sotto il profilo civilistico e danno luogo ad effetti abbastanza chiari sotto il profilo fiscale, di seguito esaminati.

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione)
L’Agenzia delle Entrate ha recentemente esaminato una fattispecie di abuso del diritto nella quale, previa scissione della società istante, ciascuna società beneficiaria veniva ad avere nei propri statuti una clausola che consentiva la conversione di azioni “speciali” in azioni ordinarie a seguito del decesso dell'esponente di prima generazione.

Contenzioso e processo tributario ISA Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale
Il contraddittorio è un principio ormai acquisito nelle procedure tributarie, che consente l’ingresso “sistematico” nei procedimenti delle ragioni del contribuente. Come si dirà, il D.L. n. 34/2019 ne ha previsto l’obbligo generalizzato.
Inoltre, secondo una recente ordinanza della Cassazione, in assenza di contraddittorio non si determina automaticamente la nullità dell'atto, gravando sul contribuente l’onere di dimostrare che le ragioni che avrebbe potuto far valere non sono pretestuose.
In questo articolo vediamo anche le prospettive rispetto ai nuovi ISA.

Contenzioso e processo tributario News Fiscali - Commercialista Telematico
La circolare 19/E/2019, nel tracciare la sintesi delle attività del fisco che interessano il periodo di imposta 2019, oltre ad occuparsi di “prevenzione e contrasto” per ridurre l’evasione fiscale, presta particolare attenzione alle nuove norme e procedure in materia di fatturazione elettronica. Affrontiamole in questo articolo.

Internazionalizzazione IRES
Secondo quanto precisato dall’Agenzia delle Entrate, il diritto all’esenzione spetta anche se la società “madre” ha cambiato sede legale, spostandosi – in “continuità giuridica” – dal Lussemburgo alla Svizzera. Vediamo più nel dettaglio come funziona la ritenuta "madre-figlia" e l'Accordo UE-Svizzera, applicati al caso affrontato dall'Agenzia.

Bilancio Corso pratico di contabilità
Per le imprese, la determinazione del reddito da dichiarare ai fini fiscali si fonda sull'utile civilistico risultante dal bilancio, che a sua volta si basa sulle scritture contabili che consentono la redazione del bilancio stesso.
Ripassiamo come devono essere tenute le scritture contabili e da chi, quali sono i principali libri e registri contabili, nonchè il caso della contabilità semplificata.

IRAP Modello Redditi - Unico IRPEF IRES
Tutti i soggetti che realizzano redditi o integrano un presupposto di imposta sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi / IVA / IRAP.
Per le imprese, come è noto, la determinazione del reddito si fonda sull’utile civilistico, e perciò è presupposta anche la redazione del bilancio / inventario, nonché delle scritture contabili che la consentono.
Queste sono in sintesi le “regole” da adottare, cruciali anche per gli obblighi sostanziali cui sono tenute le imprese, le persone fisiche, gli enti non commerciali (e quindi per evitare, per quanto possibile, accertamenti e sanzioni).

News Fiscali - Commercialista Telematico
L'Agenzia delle Entrate ha avviato la procedura sperimentale di analisi del rischio di evasione per le società di persone e di capitali basata sull'utilizzo integrato delle informazioni comunicate dagli operatori all'archivio dei rapporti finanziari e degli altri elementi presenti in anagrafe tributaria. Vediamo come funziona.

IRES
Sulla base delle più recenti modifiche intervenute con il Decreto Crescita, vediamo in questo approfondimento non solo la disciplina normativa dell'agevolazione Mini IRES, ma anche alcuni casi applicativi su come si calcola la base imponibile e quali sono le aliquote da applicare.

IVA
Il sistema impositivo italiano punta ad attribuire, in generale, una rilevanza reddituale (con la conseguente soggezione ad IRPEF od IRES) a una vasta gamma di “entrate” che hanno la caratteristica di incrementare la ricchezza (capacità contributiva) di ciascuno. Che dire però delle somme che si qualificano non come “nuova ricchezza”, bensì quale reintegrazione/sostituzione di redditi, erogate in base a specifiche pattuizioni contrattuali, ovvero a decisioni giurisdizionali? Sotto il profilo strettamente giuridico, occorre considerare che si verificano varie fattispecie di entrate astrattamente non rilevanti redditualmente, perché derivanti da risarcimenti, indennizzi, ovvero da accordi transattivi: sono però ipotesi da verificare caso per caso, perché la loro rilevanza o irrilevanza reddituale non è cosa scontata.

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione) IRES

Il Decreto Crescita 2019 ripropone l'agevolazione del bonus aggregazioni che prevede vantaggi per i soggetti nati dalle operazioni di aggregazione aziendale (con fusione, scissione o conferimento d'azienda). Vediamone quindi le caratteristiche, i requisiti di accesso e i casi di decadenza.

Nelle operazioni straordinarie può essere fondamentale per abbattere i costi, pertanto dedichiamo una guida ai diversi aspetti del Bonus aggregazioni.


OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione) Società

Per il conferimento di aziende in società, ai fini delle imposte sui redditi, opera un regime di passaggio in neutralità che sospende la tassazione, differendola all’eventuale e successivo momento “realizzativo”, cioè a quando l’azienda, ovvero i singoli beni che la compongono, verrà trasferita a terzi.

Ancorché lo studio professionale possa configurarsi, sotto il profilo sostanziale, come una sorta di piccolo “compendio aziendale”, in caso di conferimento di studi non opera una regola analoga.

Conseguentemente, il suo trasferimento nell’ambito di un’operazione di conferimento è suscettibile di generare plusvalenze imponibili (e di dar luogo ai paralleli effetti IVA previsti per le cessioni di beni).


Bilancio Società

Il consolidato fiscale nazionale è un istituto che prevede la tassazione IRES unitaria di più società fiscalmente residenti in Italia, risolvendo le problematiche relative alla rilevanza fiscale di componenti reddituali negativi (perdite, interessi passivi) prodotti in un contesto intersoggettivo.

L’accesso all’istituto è permesso ai gruppi societari circoscritti e contraddistinti dalla presenza di partecipazioni superiori al 50%, nonché a parti di gruppi societari che, se possesso dei requisiti indicati dal TUIR, vengono a qualificarsi come “fiscal unit”.

La tassazione di gruppo segue proprie regole speciali per quanto riguarda i requisiti e presupposti generali, le modalità di esercizio dell’opzione e di gestione degli obblighi tributari, nonché per quanto riguarda le modalità di controllo fiscale ed accertamento impiegabili dall'amministrazione finanziaria.


Internazionalizzazione
L'esterovestizione consiste nella fittizia assunzione della residenza all’estero da parte di soggetti ascrivibili al controllo di soggetti residenti, al fine di «delocalizzare» l’imposizione sui relativi componenti di reddito. Nelle pagine che seguono si esamina l’evoluzione della normativa e degli indirizzi ufficiali in materia, cercando di mettere a fuoco la “rischiosità” delle norme in rassegna e le possibilità di azione difensiva da parte dei contribuenti.

Modello Redditi - Unico IRES
Il modello Redditi SC 2019, relativo al periodo di imposta 2018, accoglie alcune importanti novità normative che interessano la determinazione del reddito delle società di capitali in tale annualità. Vediamo approfonditamente quali novità influenzeranno la predisposizione del modello: il caso del terzo settore, l'abrogazione dell'ACE, l'iperammortamento, gli aiuti di Stato, le rivalutazioni....

IVA News Fiscali - Commercialista Telematico
Dal prossimo 1° luglio 2019 entra in vigore, per i soggetti IVA che effettuano operazioni di vendita al dettaglio, con volume di affari superiore a 400.000 euro, l’obbligo di assicurare la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate. Pertanto, i soggetti che hanno superato tale limite nel periodo di imposta 2018 dovranno dotarsi dei nuovi registratori telematici ovvero adattare i misuratori fiscali già esistenti, attivandoli entro il 1° luglio 2019. Per i contribuenti che acquistano un bene o servizio da tali soggetti è ora prevista, in luogo dello scontrino, l’emissione di un “documento commerciale”

IRES
Il transfer pricing (TP) è quella tecnica mediante la quale, nell'ambito di un rapporto tra società «correlate», è posto in essere il tentativo di trasferire gli utili da un paese ad alta pressione fiscale a un altro con regime fiscale più tenue, attraverso lo scambio di beni e servizi al di fuori delle normali pratiche commerciali, alterando il valore normale delle cessioni dei beni o delle prestazioni di servizi effettuate o ricevute.

Bilancio
Le immobilizzazioni materiali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo, devono essere sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione. Cosa succede però se il bene strumentale per un determinato lasso temporale non può essere utilizzato nell’ambito dell’attività dell’impresa?

1 2 3 17
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it

Emergenza COVID-19

Gentile Lettore,
Commercialista Telematico ha deciso di mantenere attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tanti professionisti e imprese in questo difficile momento e ugualmente è impegnato nell’attuare le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus a protezione dei propri dipendenti e collaboratori. Pertanto, qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a utilizzare la comunicazione via e-mail anziché quella telefonica.
Ti risponderemo ai seguenti indirizzi: info@commercialistatelematico.com o ecommerce@commercialistatelematico.com

#IORESTOACASA