Detrazioni IRPEF


Ricerca in corso...

IRPEF
Nell’ambito delle detrazioni IRPEF vi è anche quella riferita all'affitto pagato da studenti universitari fuori sede. Vediamo quindi quali sono i requisiti, i limiti d'importo e le istruzioni per compilare la dichiarazione dei redditi.

Per godere del beneficio fiscale della detrazione Irpef per lavori di ristrutturazione di un immobile i lavori non possono essere stati effettuati su un immobile in costruzione, risultando in tal caso come lavori di completamento e non di ristrutturazione. Nel giudizio instaurato da alcuni condomini comproprietari di unità immobiliari va casi escluso il litisconsorzio necessario, non sussistendo alcuna ipotesi di inscindibilità.

Modello Redditi - Unico
Nel quadro G del modello 730/2019 il contribuente deve indicare i crediti di imposta spettanti tra i quali rientrano, tra l’altro, anche quelli relativi al credito di imposta relativo ai fabbricati, al credito d’imposta sui canoni non percepiti, al credito d’imposta per erogazioni liberali a sostegno degli investimenti in favore della scuola (cd. school bonus), quello relativo alla mediazione per la conciliazione di controversie civili e commerciali, il credito d’imposta per l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE).

Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
Non essendo prevista dalla legge, la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’ENEA non comporta la perdita del diritto alla detrazione IRPEF spettante per le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Lo precisa l’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 46/E del 18 aprile 2019, conformemente al parere espresso dal Ministero dello sviluppo.

Fisco & risparmio energetico News Fiscali - Commercialista Telematico
L’Agenzia delle Entrate si esprime in merito alle possibili agevolazioni relative a nuovi interventi, posti in essere con scopi antisismici, eseguiti su immobili che già erano stati oggetto di lavori di ripristino e riparazione

Fisco & risparmio energetico
Per poter fruire delle detrazioni fiscali previste dal cosiddetto “Sismabonus” è necessario che, su iniziativa del contribuente, le procedure autorizzatorie dell'intervento agevolato siano state avviate a partire dal 1° gennaio 2017. Tuttavia, nei casi più incerti di procedimenti presentati a fine 2016 ed integrati nel 2017, è possibile richiedere all'ufficio tecnico comunale l'attestazione in merito all'effettiva data di inizio della procedura. Inoltre, nell’ipotesi di interventi di ristrutturazione posti in essere in chiave antisismica, che comportino anche una variazione del numero delle unità immobiliari di cui è composto l'edificio, il limite massimo delle spese detraibili, che è pari a 96.000 euro, deve riferirsi alla situazione antecedente ai lavori per i quali il contribuente chiede l’agevolazione. Questi, in estrema sintesi, i principali chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate...

IRPEF
L'Agenzia delle Entrate, ha affrontato, tra le altre, alcune questioni in tema di ''Bonus mobili'' e “Bonus verde", ossia in riferimento alle detrazioni ai fini IRPEF, pari al 50% delle spese, da assumere entro il limite di 10.000 euro, sostenute per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di lavori di recupero e quelle previste per la “sistemazione a verde”, che sono state introdotte, per l’anno 2018, dalla Legge di bilancio per il 2018. L’Agenzia inizia la propria disamina dei due provvedimenti in parola partendo da quello relativo alle agevolazioni per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

Fisco & risparmio energetico News Fiscali - Commercialista Telematico
I contribuenti che hanno posto in essere interventi di recupero edilizio e/o di messa in sicurezza di immobili sotto il profilo antisismico e/o di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici connessi con un intervento di ristrutturazione immobiliare sono tenuti, entro i 90 giorni dalla conclusione dell’intervento, ad una nuova comunicazione da effettuarsi nei confronti dell’ENEA, nel caso in cui dai lavori realizzati dal contribuente derivi anche un miglioramento del rendimento energetico dell’immobile e/o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Attenzione alla scadenza di giovedì 21 febbraio entro la quale vanno comunicati all'ENEA gli interventi chiusi entro la data del 21 novembre 2018!

Fisco & risparmio energetico
In questo approfondimento, dopo un esame complessivo dell’insieme dei provvedimenti attualmente in vigore, vedremo di verificare quali siano le possibilità di risparmio fiscale per interventi contemporaneamente finalizzati alla ristrutturazione edilizia di un immobile, all’incremento del suo rendimento energetico ed al miglioramento delle sue caratteristiche di resistenza ad eventi di natura sismica

Contributi e finanziamenti
Un utilissimo schematico elenco delle principali misure fiscali di interesse per i settori economici e per quello edilizio in particolare, in vigore a partire dal 1° gennaio 2019 a seguito dell'avvenuta approvazione della Legge di Bilancio

Fisco & risparmio energetico IRPEF News Fiscali - Commercialista Telematico
Tra i provvedimenti di natura agevolativa in ambito fiscale di cui alla Legge di bilancio per il 2019 sono da annoverare alcune proroghe introdotte dai commi da 954 a 957, e precisamente: proroga dell’accesso agli incentivi per la realizzazione di impianti destinati alla produzione di energia elettrica alimentati da biogas; detrazioni ai fini IRPEF per la realizzazione di colonnine elettriche a uso privato; contributi per l’avvio di imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia

Fisco & risparmio energetico IRPEF
Breve esame dei provvedimenti contenuti nella Legge di Bilancio 2019 relativi ad edilizia e settore immobiliare: proroga delle detrazioni per gli interventi di recupero degli edifici residenziali, “ecobonus” e “sismabonus”, raddoppio della deducibilità dell’IMU per imprese e professionisti, estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali

Immobili & Imposte indirette IRPEF
Come ormai ben noto, tra gli interventi edilizi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio esistente per i quali è possibile beneficiare di un regime fiscale agevolativo consistente nelle detrazioni ai fini IRPEF (detraibilità del 50% di quanto speso da parte del contribuente avente diritto), troviamo anche l’acquisto (da impresa di costruzioni) o la realizzazione di posti auto/box pertinenziali

IRPEF
A partire dal periodo di imposta 2018, i contribuenti che hanno posto in essere interventi di recupero edilizio e/o di messa in sicurezza di immobili sotto il profilo antisismico e/o di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici connessi con un intervento di ristrutturazione immobiliare, sono tenuti ad una nuova comunicazione da effettuarsi nei confronti dell’ENEA, nel caso in cui dall’intervento realizzato dal contribuente ne derivi anche un miglioramento del rendimento energetico dell’immobile e/o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili

IRPEF
L’Agenzia delle Entrate è recentemente intervenuta in materia di detrazioni ai fini IRPEF confermando quanto già chiarito con la “Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all'anno d'imposta 2017: spese che danno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d'imposta, crediti d'imposta e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l'apposizione del visto di conformità”, in merito alla possibilità di usufruire della detrazione di cui sopra in conseguenza dell’acquisto e dell’installazione di un sistema di accumulo energetico collegato a un impianto fotovoltaico

IRPEF
A decorrere dal prossimo 1 gennaio 2019 è stato previsto un aumento della soglia reddituale dei lavoratori per poter considerare i figli fiscalmente a carico. La novità riguarda esclusivamente i figli che abbiano un’età anagrafica non superiore ai 24 anni. In termini pratici la soglia reddituale passerà dagli attuali 2.840,51 a 4.000 euro; nulla è stato innovato, invece, per i figli con età anagrafica superiore ai 24 anni, per i quali vige ancora il limite di 2.840,51 euro

IRPEF
La legge prevede detrazioni IRPEF per le ristrutturazioni edilizie. Tra questi interventi figurano anche quelli volti al superamento ed eliminazione delle "barriere architettoniche". Per la realizzazione di tali progetti agevolabili, è possibile ottenere dei finanziamenti personalizzati. La KONE ne offre un'ampia gamma, da modulare a seconda delle esigenze del cliente

IRPEF
La legge di bilancio 2018 ha previsto che, per poter fruire della detrazione IRPEF del 50% prevista per gli interventi di recupero edilizio a seguito dei quali si consegue un risparmio energetico e/o si utilizzano fonti rinnovabili di energia, è necessario inviare un’apposita comunicazione all’ENEA. Nelle scorse settimane l’Enea ha reso disponibile online un sito dedicato alla suddetta comunicazione. La comunicazione deve essere trasmessa entro 90 giorni dalla ultimazione dei lavori. In via transitoria per i lavori effettuati fino al 21/11/2018 il termine di 90 gg decorre da quest’ultima data

IRPEF
Il DDL di Bilancio 2019 propone la proroga di un anno (dal 2018 a tutto il 2019) dell’agevolazione fiscale, sotto forma di credito IRPEF, inerente alla sistemazione a verde di aree scoperte di immobili privati a uso abitativo

Contributi e finanziamenti IRPEF
Secondo quanto è stato opportunamente chiarito da parte dell'Agenzia delle Entrate, la cessione del credito IRPEF riveniente dal cosiddetto “sismabonus” deve seguire le medesime regole che sono state a suo tempo previste dal legislatore per l'“ecobonus”

Con la Legge di Bilancio 2019, che ha concluso il suo ciclo di approvazione in extremis per evitare l’esercizio provvisorio, il legislatore ha prorogato la vigenza dei provvedimenti agevolativi per il settore delle costruzioni consistenti nelle detrazioni per gli interventi di recupero degli edifici residenziali, nel cosiddetto “ecobonus” e nel “sismabonus”. Tra le agevolazioni è da registrarsi anche il raddoppio della deducibilità dell’IMU per imprese e professionisti e l’estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali. La Legge di Bilancio per il 2019 propone quindi un quadro che è sì abbastanza variegato, ma non particolarmente innovativo, in materia di fiscalità del settore edilizio-immobiliare. Ma vediamo in dettaglio i provvedimenti in parola

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it