Archivio Tag: Agenti & rappresentanti

 
le provvigioni percepite nell’ambito di rapporti di commissione, agenzia, mediazione, rappresentanza di commercio e procacciamento di affari, scontano una ritenuta a titolo di acconto pari al 23% sul 50% della base imponibile al lordo della trattenuta ENASARCO; detto prelievo viene ridotto al 23% sul 20% qualora l’intermediario, con un’apposita dichiarazione, comunichi al proprio committente, proponente o mandante, di avvalersi, in via continuativa, per la prevalente parte dell’anno, dell’opera di dipendenti o di terzi - segnaliamo un facsimile di comunicazione da inviare entor il 31 dicembre per la richiesta di riduzione

 
una sentenza della C.T.R. della Puglia che non solo ammette il rimborso dell'IRAP per l'agente di commercio privo di autonoma organizzazione ma condanna anche il Fisco alle spese, per il tentativo di opposizione al rimnborso (sentenza segnalata dall'avv. Maurizio Villani)

 
 
se un soggetto estero opera in Italia, titolare di partita IVA o con analoga posizione economica, a quali obblighi fiscali è soggetto? Quando si stabilisce una stabile organizzazione in base ai criteri OCSE? Analizziamo il caso dell'agente estero che procaccia vendite in Italia: qual è il trattamento di tali provvigioni ai fini reddituali ed IVA

 
vediamo le scritture contabili per registrare le provvigioni maturate dagli agenti di commercio, tenuto conto delle particolari ritenute che vanno versate dal committente; spesso al momento delle rilevazioni di fine anno vi sono dubbi sulla corretta gestione contabile delle fatture ricevute o da ricevere dagli agenti di commercio