Ravvedimento operoso

Tramite ravvedimento operoso (art. 13 del Dlgs n. 472 del 1997 – pdf) il contribuente può regolarizzare omessi o insufficienti versamenti e altre irregolarità fiscali, beneficiando di una sostanziale riduzione delle sanzioni tributarie.

E’ uno strumento sempre più utilizzato dai contribuenti a cui dedichiamo tantissimi approfondimenti


Ricerca in corso...

Contenzioso e processo tributario
Negli ultimi anni è stata riproposta più volte la definizione delle liti tributarie pendenti. In questo articolo analizziamo se rilevano gli istituti giuridici del lieve inadempimento, del ravvedimento operoso e dell’errore scusabile

Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
Si esamina il caso in cui si sa a priori di non riuscire ad inviare entro il 2/12 la dichiarazione dei redditi personale.
Premesso quanto disposto dalla legge in merito al ravvedimento (entro 90 giorni dalla scadenza), cerchiamo di capire come risolvere tale questione.

Contenzioso e processo tributario
Quanti giorni si hanno per pagare la prima (o unica) rata derivante dall'avviso bonario telematico?
L'Agenzia delle Entrate pretende il pagamento in 30 giorni ma la Legge prevede diversamente.

IVA News Fiscali - Commercialista Telematico
Non ho potuto versare l’Iva relativa al II trimestre 2019, in scadenza il 20/8/2019. Come devo fare per sanare l’infrazione? Come si calcola il ravvedimento operoso? Ecco la Risposta.

News Fiscali - Commercialista Telematico
Ho ricevuto un avviso bonario per un tardivo pagamento di 25 giorni; mi si chiede la sanzione del 10%. E’ corretto?
No, la sanzione ridotta è diversa....

News Fiscali - Commercialista Telematico
Un'associazione senza partita IVA nel 2018 ha pagato un professionista senza applicare la ritenuta d'acconto: va ugualmente inviata la Certificazione Unica? Si deve ravvedere la ritenuta omessa?

IRES IRPEF IVA Modello Redditi - Unico
Partendo dai dubbi dei lettori analizziamo come procedere alla correzione dello spesometro (adempimento abolito che genera ancora problemi).
In questo articolo vediamo come correggere lo spesometro partendo dalle segnalazioni di anomalia e come tale correzione influisce sulle dichiarazioni dei redditi ed IVA già presentate

ISA Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale Modello Redditi - Unico
Secondo la recente interpretazione dell'Agenzia delle Entrate, la presentazione della dichiarazione dei redditi oltre i termini previsti dalla legge potrebbe precludere l’accesso ai benefici premiali derivanti da un punteggio ISA più alto a seguito del ravvedimento operoso.

Modello Redditi - Unico
In questo periodo a volte emergono errori o dimenticanze nei dichiarativi degli anni precedenti, che è meglio rettificare prima di inviare quelli di quest’anno. In queste 30 slides puntiamo il mouse sulle diverse casistiche di ravvedimento operoso della dichiarazione dei redditi: dichiarazione tardiva o integrativa, sul ravvedimento derivante da lettera di compliance, ecc.

Modello Redditi - Unico
Si vuole analizzare il caso pratico di un contribuente italiano che deve ravvedere un conto in Euro detenuto presso una banca austriaca da diversi anni e poi trasferito presso una banca Svizzera alla fine del 2017. Il contribuente è unico titolare dell’investimento e non vi sono delegati. Come si ravvedono i quadri RW omessi? Quanto costano le sanzioni? Esempi pratici

News Fiscali - Commercialista Telematico
L’Agenzia delle entrate ha fornito numerosi chiarimenti riguardanti la definizione delle violazioni formali prevista dal D.L. 23 ottobre 2018, n. 119. Le indicazioni erano attese dagli operatori in quanto la disposizione in rassegna presenta numerose incertezze e la scadenza del 31 maggio è vicina.

IVA
L’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica dal 1° gennaio scorso ha distolto l’attenzione degli operatori da altri temi fiscali di assoluto interesse. Uno di questi è rappresentato dalla dichiarazione annuale Iva relativa al 2018 (Modello Iva/2019) la cui scadenza si avvicina rapidamente. La trasmissione telematica dovrà essere effettuata entro il 30 aprile prossimo e il versamento del saldo sarà dovuto entro il 16 marzo 2019. In alternativa il contribuente potrà decidere di versare la somma risultante dalla predetta dichiarazione annuale in nove rate, entro il 16 novembre 2019, oppure entro il termine previsto per il versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi

Modello Redditi - Unico
Lo scopo del presente intervento è quello di illustrare le regole per la compilazione del quadro RW da parte dei titolari effettivi di un trust. Svolgeremo la nostra analisi sulla scorta di un caso concreto, ipotizzando il caso di ravvedimento per l'errata compilazione del quadro RW

IRPEF
Si ricorda che, decorso il termine per la trasmissione della dichiarazione 770 unificata relativa all'annualità 2017 (31 ottobre 2018), i sostituti d’imposta possono regolarizzare la propria posizione effettuando l’invio entro il termine ultimo del 29 gennaio 2019 direttamente con il sistema Fisconline o Entratel, oppure tramite un intermediario abilitato. La sanzione ridotta è pari a un decimo di 258 euro e va versata, contestualmente alla trasmissione (tardiva), tramite modello F24 compilando la sezione Erario con codice tributo 8911 anno 2018. Al riguardo va tenuto presente che la regolarizzazione è consentita sempreché non siano stati notificati atti di liquidazione e di accertamento, comprese le “comunicazioni bonarie”.

Contenzioso e processo tributario
Facciamo il punto sulle possibilità di definire in via agevolata, previste dal D.L. 119/2018. Tali possibilità possono essere più convenienti del normale ravvedimento (quando lo strumento è possibile). La definizione degli inviti al contraddittorio, dei PVC, degli avvisi di accertamento, con attenzione al caso dell'accertamento con adesione...

Al via la campagna “Compliance e spesometro”: partono i controlli; arrivano direttamente all’indirizzo PEC o nel proprio “Cassetto fiscale”. Il soggetto interessato, verificata la segnalazione, può richiedere maggiori informazioni, dare spiegazioni, oppure se del caso anche ravvedersi

Modello Redditi - Unico
Il contribuente che, dopo aver presentato in maniera regolare il modello 730/2018, si accorge della presenza di eventuali errori o omissioni nella compilazione, può presentare al Caf o professionista abilitato il modello 730 integrativo (ovvero il modello 730 Rettificativo o il modello Redditi tradizionale) al fine di correggere gli errori seguendo modalità pratiche operative ben precise a seconda della casistica

Intermediari telematici Il caso del giorno
L’Agenzia delle Entrate ha definito criteri e modalità per la sospensione dell’esecuzione delle deleghe di pagamento (modelli F24) contenenti le compensazioni che presentano profili di rischio. Le deleghe F24 restano bloccate per il periodo di sospensione, per essere scartate, nel caso in cui i controlli dell’Agenzia rilevino un uso scorretto del credito, ovvero per riprendere efficacia se il credito è utilizzato correttamente o una volta passato il termine di 30 giorni

IVA
Come noto il decreto Dignità è in vigore dal 14 luglio 2018 e, in materia di spesometro, ha introdotto numerose novità legislative, in materia di scadenze, di esoneri e di modalità

Si segnala il quesito di un utente che chiede aiuto per capire come si contabilizzano gli interessi passivi da ravvedimento operoso: sono deducibili o meno dal reddito d'impresa?

Modello Redditi - Unico
Attraverso le risposte ai quesiti della videoconferenza del 5 luglio 2018 fornite dal Dott. Filippo Mangiapane in tema di dichiarazione integrativa, cerchiamo di fornire chiarimenti in merito ai dubbi reali relativi a casi pratici

Giurisprudenza tributaria
Segnaliamo una recente sentenza di Cassazione che analizza le possibilità di ravvedimento (mediante pagamento dell'intero) in caso di reato di dichiarazione fraudolenta

Tasse e imposte locali (IMU, TASI, TARI)
In caso di mancato o ritardato pagamento di IMU e TASI 2018, allo scopo di contenere le sanzioni applicabili, è possibile avvalersi dell'istituto del ravvedimento operoso. Vediamo in cosa consiste...

Un contribuente iscritto al VIES ed appartenente al regime dei “nuovi forfetari” effettua acquisti intracomunitari nel mese di maggio 2017 e per uno di questi acquisti comunica in ritardo al consulente di non aver avvisato il fornitore UE di essere in franchigia (regime forfetario), motivo questo che induce il fornitore comunitario a non applicare l’IVA in fattura. Aggiungiamo, inoltre, che il contribuente nel corso del 2016 non ha superato il limite degli acquisti comunitari, pari a euro 10.000. In una siffatta situazione il contribuente può regolarizzare la propria posizione procedendo al ravvedimento del modello INTRA 2-bis acquisti?

Puntiamo il mouse su due aspetti problematici legati alla dichiarazione integrativa:
1) è possibile il ravvedimento operoso riconducibile a violazioni o a condotte fraudolente?
2) quali effetti produce la dichiarazione integrativa sui reati tributari?

IVA
Si può verificare il caso in cui il contribuente riceva - o consegni allo studio commerciale che si occupa della contabilità - ancora in questi giorni di maggio 2018 delle fatture datate 2017; illustriamo schematicamente i possibili comportamenti da tenere e il possibile ravvedimento della dichiarazione IVA e delle comunicazioni Lipe interessate dalle fatture in ritardo

IVA Il caso del giorno
In caso di Lipe errate (caso che si sta rivelando estremamente comune), quali sono le opzioni per il ravvedimento operoso? Conviene ravvedere l'errore in dichiarazione IVA? Alcune valutazioni in vista della presentazione della dichiarazione IVA 2018

IVA
A grande richiesta dei nostri lettori ricordiamo che è possibile ravvedere le Lipe (comunicazioni delle LIquidazioni PEriodiche trimestrali) anche all'interno della dichiarazione IVA da presentare entro fine mese di aprile

IVA
Cosa accade se si sbaglia, anche in buona fede, ad emettere una fattura in regime di reverse charge? Proviamo a rispondere al quesito di un lettore spiegando il regime sanzionatorio del reverse charge, l'ipotesi di sanzione fissa e le opzioni per il ravvedimento operoso

Il prossimo 6 aprile si chiude la travagliata stagione dello spesometro 2017: vanno inviati i dati del secondo semestre e si può reinviare senza sanzioni anche lo spesometro del primo semestre; dato che il nuovo invio prevede modalità semplificate proponiamo una guida all'adempimento, che tratta anche i casi particolari ed i codici da utilizzare per le fatture non ordinarie

1 2 3 8
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it