Smart working


Ricerca in corso...

Consulenza del lavoro News Fiscali - Commercialista Telematico
Lo smart working è stato introdotto in Italia nel 2017. Tale strumento non ha però mai catturato così tanto l’interesse di lavoratori e datori di lavoro come ora che ci si trova a fronteggiare la situazione del coronavirus in Italia. Adesso questa modalità di svolgimento dell’attività lavorativa lo ha reso uno strumento necessario per fronteggiare non solo l’emergenza per la salute ma anche la necessità delle aziende di garantire una continuità della loro attività. Per tale ragione i vari Decreti avvicendatisi in questi giorni hanno messo in primo piano il lavoro agile con specifiche deroghe alle regole stabilite nelle Regioni colpite dai contagi.

Consulenza del lavoro
Nei momenti di emergenza come quello attuale dovuto al diffondersi del Coronavirus, e con esso dei disagi per lavoratori ed imprese, costrette in taluni casi a ridurre o sospendere l’attività lavorativa, si apre una finestra di possibilità per tutte quelle attività lavorative, soprattutto svolte normalmente in ufficio e quindi per le mansioni cosiddette di “concetto”, costituita dall’opportunità di svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart working, col beneficio di non interrompere o sospendere l’attività al fine di evitare l’affollamento dei locali aziendali. Dall'articolo che segue, che farà chiarezza su un tema in questo momento di forte attualità, sarà possibile scaricare l'"Informativa sulla salute e sicurezza nel lavoro agile" che il datore di lavoro è tenuto a comunicare al lavoratore la cui prestazione saà svolta in modalità smart working.

Consulenza del lavoro
La legge istitutiva dello Smart working (o lavoro agile) definisce anche gli obblighi del datore in materia di salute e sicurezza: l'INAIL ha pubblicato le tariffe da adottare per i lavoratori agili, che rimangono le medesime riservate ai lavoratori occupati all’interno dei locali aziendali con funzioni parallele

Consulenza del lavoro
Il lavoro agile (o smart working nella dizione inglese) da poco disciplinato dalla legge, introduce anche in Italia la possibilità di lavorare in posti e orari diversi rispetto a quelli tipici del lavoro subordinato, allo scopo di consentire una migliore conciliazione tra tempi di vita e lavoro: come funziona nello specifico? Quali sono i requisiti e le modalità per accedere a questa nuova modalità di lavoro?

Professione Consulente
Anche in Italia si vanno diffondendo sempre più i principi dello smart working e sono in crescita realtà come coworking, segretariato in remoto e uffici virtuali, che promettono di trasformare completamente il panorama lavorativo del nostro Paese

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it

Emergenza COVID-19

Gentile Lettore,
Commercialista Telematico ha deciso di mantenere attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tanti professionisti e imprese in questo difficile momento e ugualmente è impegnato nell’attuare le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus a protezione dei propri dipendenti e collaboratori. Pertanto, qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a utilizzare la comunicazione via e-mail anziché quella telefonica.
Ti risponderemo ai seguenti indirizzi: info@commercialistatelematico.com o ecommerce@commercialistatelematico.com

#IORESTOACASA