Controlli formali

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
Sebbene le Agenzie delle Entrate siano progressivamente sempre più tempestive nei controlli automatizzati, la liquidazione automatizzata e l’iscrizione a ruolo che ne consegue, difficilmente rispettano il termine previsto dalla norma. Che il termine ex art. 36-bis non sia previsto a pena di decadenza, in quanto ordinatorio, lo statuì il legislatore nel 1997 con una norma di interpretazione autentica che, però, rischia di non essere più attuale...

Sentenze tributarie
Il caso di una società che risulta di comodo per aver acquistato un immobile da un fallimento senza averlo potuto utilizzare per una buona parte del periodo d'imposta oggetto di contestazione. A fronte di questa situazione i giudici hanno annullato il controllo formale, in quanto la situazione descritta dal contribuente dimostrava che la società non aveva rispettato i parametri per motivi oggettivi non dipendenti dalla propria volontà.

Contenzioso e processo tributario Il caso del giorno Modello Redditi - Unico
Come si deve comportare il contribuente che subisce un controllo automatizzato della dichiarazione cui fa seguito un avviso bonario? Quali sono le possibilità di rateazione? Quali sono i tempi per passare dall'avviso bonario alla cartella esattoriale?

Contenzioso e processo tributario
Il Fisco intende anticipare anche i controlli formali sui dati derivanti dall'incrocio delle Liquidazioni Periodiche IVA con lo spesometro infrannuale, per monitorare le anomalie sui contenuti e relativi versamenti inviati nelle liquidazioni IVA; tali comunicazioni possono inibire il ravvedimento da parte dei contribuenti

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
Il principio del lieve inadempimento non è retroattivo, è applicabile per i debiti tributari a decorrere dal 31.12.2014; ricordiamo che il lieve inadempimento permette di sanare errori di versamento di importo limitato

Contenzioso e processo tributario Modello Redditi - Unico
In caso di controllo formale della dichiarazione è necessario il contraddittorio, cioè l'emissione dell'avviso bonario, è necessario solo se non vi sono dubbi sulla liquidazione della dichiarazione, in caso contrario il Fisco è libero di nviare direttamente la cartella esattoriale

IVA
Proponiamo una riflessione sulle criticità rilevabili sugli avvisi di liquidazione IVA del primo trimestre 2017 che stanno arrivando ai contribuenti che hanno omesso in tutto o in parte i versamenti dell'imposta: in questo approfondimento di 8 pagine analizziamo il nuovo obbligo di comunicazione dei dati, le sanzioni previste, i costi del ravvedimento, i nuovi avvisi bonari anticipati; le nuove modalità di riscossione "anticipata" stanno creando il panico; proviamo a fare il punto sui nuovi obblighi e sulle tempistiche e costi del ravvedimento

Contenzioso e processo tributario
Per rispondere alle richieste del Fisco, come i controlli formali e gli avvisi bonari, da quest'anno è concessa una tregua estiva: è stato introdotto un periodo di sospensione che va dall’1 agosto al 4 settembre (sospensione separata da quella feriale dei termini processuali)

Contenzioso e processo tributario
In caso di controlli formali delle dichiarazioni tributarie, l’iscrizione a ruolo della maggiore imposta è legittima in quanto non è necessario una preventiva comunicazione di recupero (il cosiddetto avviso bonario) da inviare al contribuente

Contenzioso e processo tributario IVA
Analisi dei casi di sospensione del credito tributario chiesto a rimborso (anche del credito IVA) e le opzioni di tutela del contribuente tra prassi e giurisprudenza: in alcuni casi il ravvedimento del contribuente può comportare lo sblocco del credito sospeso

1 2 3 17
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it