Decreto Dignità


Ricerca in corso...

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità introduce una serie di modifiche alla disciplina delle prestazioni occasionali dopo le novità introdotte dal legislatore con la Manovra Correttiva 2017 che ha fortemente riveduto tale tipologia di prestazioni; è necessario quindi questo utilissimo approfondimento sulle novità della materia

Consulenza del lavoro
La sentenza della Corte Costituzionale di prossima pubblicazione sembra rendere ancor più complesso il quadro delle norme in materia di tutela risarcitoria in occasione di licenziamenti in assenza delle specifiche condizioni per giustificato motivo oggettivo, soggettivo e giusta causa: come sappiamo infatti, l’ultima modifica in tema è stata apportata dal Decreto Dignità, che ha previsto un aumento del numero minimo e massimo di indennità per i lavoratori illegittimamente licenziati. Tale sentenza critica il meccanismo di computo rigido della stima delle mensilità in relazione agli anni di servizio, in tal modo lasciando alla valutazione del giudice sulla base di altri criteri la stima dell’indennità effettivamente spettante al lavoratore

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità è intervenuto in maniera importante in merito all’istituto del contratto di somministrazione a tempo determinato. Le modifiche, in particolare, pongono nuovi limiti quantitativi in capo all’utilizzatore riscrivendo, tout court, la disposizione normativa di riferimento. In caso di assunzione a tempo determinato il rapporto di lavoro tra somministratore e lavoratore è soggetto alla nuova disciplina del contratto a termine. In seconda battuta, in sede di conversione in legge del Decreto Legge, il Legislatore ha innalzato il plafond dei lavoratori assumibili dal 20% al 30%. Vediamo quindi nel dettaglio tutte le novità in tema di somministrazione

IVA
Come noto il decreto Dignità è in vigore dal 14 luglio 2018 e, in materia di spesometro, ha introdotto numerose novità legislative, in materia di scadenze, di esoneri e di modalità

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità dedica particolare attenzione al fenomeno del precariato. In tale contesto si inseriscono le novità previste dal Legislatore in caso di licenziamenti giudicati ingiustificati (giustificato motivo oggettivo, giustificato motivo soggettivo o giusta causa), incrementando i limiti di mensilità delle indennità risarcitorie che l’azienda è tenuta a corrispondere al dipendente. Vediamo quindi nel dettaglio come variano i costi che le aziende devono sostenere in caso di licenziamenti ingiustificati – effettuati a decorrere dal 12 agosto 2018 – di dipendenti rientranti nel contratto a tutele crescenti

IVA
Il Decreto Dignità introduce disposizioni sulla trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute (il cosiddetto spesometro) da parte dei soggetti passivi IVA, stabilendo tra l’altro che la comunicazione dei dati relativi al terzo trimestre 2018 non debba essere effettuata entro il mese di novembre 2018, bensì entro il 28 febbraio 2019

IRES
Il Decreto Dignità sopprime le previsioni introdotte dalla legge di Bilancio 2018, in base alle quali le attività sportive dilettantistiche potevano essere esercitate anche da società sportive dilettantistiche con scopo di lucro e abroga le agevolazioni fiscali a favore delle stesse introdotte dalla medesima legge

Antiriciclaggio Consulenza del lavoro
L’Anpal ha divulgato ulteriori istruzioni per poter legittimamente fruire dell’Assegno di Ricollocazione in caso di CIGS da parte dei datori di lavoro. L’Agenzia ha chiarito i dubbi nel caso la scadenza per la presentazione delle domande cada in un giorno festivo. Alla luce del susseguirsi della prassi sul tema dell’AdR per eventi di CIGS, l’occasione è propizia per riepilogare brevemente la disciplina dell’istituto in trattazione e illustrarne le novità ulteriori

Riscossione dei tributi
Le modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti di Regioni, Enti locali e Enti del Servizio Sanitario Nazionale per somministrazione, forniture e appalti, possono essere compensati, con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo; il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fissato le “Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello Stato e degli enti pubblici nazionali”

Bilancio IRES IRPEF
L’agevolazione fiscale dell’iperammortamento è subordinata alla condizione che il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, su cui si fonda l’agevolazione, riguardi strutture produttive situate nel territorio nazionale, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti

Consulenza del lavoro
Con la definitiva approvazione da parte del Parlamento del Decreto dignità, molti sono stati i correttivi e le integrazioni. In particolar modo, in materia di lavoro si possono notare diverse modifiche che andranno notevolmente a incidere non solo sull’occupazione ma anche sugli adempimenti amministrativi e sugli accorgimenti che aziende e operatori del settore dovranno mettere in atto al fine di rispettare le regole ora introdotte

Consulenza del lavoro Il caso del giorno
Uno degli aspetti più discussi del Decreto Dignità è la reintroduzione dei voucher lavoro, seppur con molte limitazioni. In questo intervento vediamo cosa cambia nell'immediato per chi intende utilizzare lo strumento dei voucher lavoro per le prestazioni occasionali

Consulenza del lavoro
Con la definitiva approvazione della Legge di conversione del cd. “Decreto dignità” – D.L. n. 87/2018 – molti sono stati i correttivi e le integrazioni. In particolar modo, in materia di lavoro si possono notare diverse modifiche che andranno notevolmente a incidere non solo sull’occupazione ma anche sugli adempimenti amministrativi e sugli accorgimenti che aziende e operatori del settore dovranno mettere in atto al fine di rispettare le regole ora introdotte

Diritto fallimentare Il caso del giorno Riscossione dei tributi
La legge di conversione del decreto dignità estende anche al 2018 la possibilità di compensare debiti tributari con crediti commerciali e professionali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della Pubblica Amministrazione; è così nuovamente prorogata la disposizione introdotta nel 2014 per far fronte all’ormai cronico ritardo del pagamento dei debiti commerciali da parte della P.A.

Il decreto Dignità introduce una nuova disciplina in tema di “Misure per il contrasto alla ludopatia”. Certo resta il fatto che la disciplina prevista potrebbe non essere sufficiente a contrastare anche gli effetti legati al gioco illecito. A tal proposito, la Corte di Cassazione ha scritto un’ulteriore pagina di condanna al fenomeno dei cosiddetti CTD, che svolgono, nella sostanza, attività di raccolta scommesse senza autorizzazione

IVA
Lo split payment è un meccanismo contabile introdotto nell’anno 2015 per tentare di fronteggiare il problema del recupero dell’Iva da parte dell’Erario, dovuto essenzialmente ai forti ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione. Il regime dello split payment è stato oggetto di diverse modifiche nel corso degli ultimi due anni, l’ultima è proprio di questo mese. In questo intervento cerchiamo di fare una sintesi semplice ed aggiornata, per consentire a noi tutti di poter applicare il meccanismo della scissione dei pagamenti con chiarezza

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità è ancora in attesa di essere convertito in Legge, entro i sessanta giorni previsti. Nonostante ciò, è enorme il polverone che si sta alzando intorno ad esso per la portata dei cambiamenti in materia di lavoro: infatti, oltre alle novità sul rapporto di lavoro a tempo determinato, altre novità meritano scuramente una certa attenzione; tra queste rientra anche l’aumento dell’indennità risarcitoria in caso di licenziamento illegittimo

Consulenza del lavoro
Dallo scorso 14 luglio sono in vigore le novità dettate dal Decreto Legge 87/2018, mediaticamente conosciuto come “Decreto dignità”, che modificano, in parte, il capo III del D.Lgs. 81/2015. Il Decreto Legge è stato pubblicato nella GU del 13/7/18 ed ha efficacia immediata; entro 60 gg dovrà essere approvato in via definitiva da Camera e Senato e in questa fase molto probabilmente subirà variazioni nel testo. Vediamo comunque quali modifiche sono state apportate al rapporto di lavoro a tempo determinato

Circolare del lavoro Consulenza del lavoro
1) Pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 161/2018, il Decreto Legge datato 12 luglio 2018, n. 87: modifiche alla disciplina del contratto a termine
2) Inadempienze retributive e contributive nei confronti dei lavoratori impiegati nell’esecuzione dell’appalto non genuino
3) Cabotaggio: sanzioni per chi circola senza la comunicazione preventiva nel veicolo
4) Definizione della congruità dell'offerta di lavoro
5) Definite le procedure per la nomina dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
6) Permesso di soggiorno per motivi di studio e ricerca
7) Credito d’imposta per le spese di formazione nel settore delle tecnologie 4.0
8) Avviso comune nel settore sanitario per sviluppare azioni congiunte a sostegno di politiche industriali finalizzate a garantire ed incrementare i livelli occupazionali del settore
9) Comunicazione di debito per le aziende committenti tramite denuncia Uniemens
10) Precisazioni in materia di pensionamenti nella scuola
11) Sisma 2016: modalità di rilascio e applicazione del DURC di congruità
12) Turismo: nuovo codice contratto per il fondo di assistenza sanitaria integrativa
13) Aggiornate le causali contributo per l’Ente di Previdenza dei Periti Industriali
14) Sospesa la causale contributo EBUC
15) Impatriati: sufficienti due anni di residenza all’estero
16) Vigilanza privata: istituita la causale contributo per l’assistenza sanitaria

IVA
Con il decreto legge n. 87/2018, meglio conosciuto come "Decreto Dignità", sono state introdotte molte novità tra le quali va evidenziata anche quella che prevede l’abolizione del meccanismo della scissione dei pagamenti, split payment, per le prestazioni di servizi rese alle pubbliche amministrazioni i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte (in sostanza, i compensi dei professionisti)

Consulenza del lavoro Gestione e Valutazione del Personale Pubblica Amministrazione
L'approvazione del "Decreto dignità" ha introdotto molte norme che influiscono sui contratti di lavoro a tempo determinato: tali norme hanno scatenato un dibattito sulla stampa circa i nuovi vincoli contrattuali. In questo articolo proponiamo un riassunto ragionato delle nuove norme

Circolare del lavoro Consulenza del lavoro
1) Settore Metalmeccanica Cooperative è stato firmato accordo di rinnovo del CCNL
2) CCNL Unionmeccanica-Confapi: adeguamento retributivo
3) Previdenza complementare UE: migliorata la mobilità dei lavoratori – È stato approvato in via definitiva il Decreto per la mobilità dei lavoratori in ambito UE, riducendo i requisiti per l’accesso alla previdenza complementare
4) Accordo di ricollocazione: indicazioni dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Anpal sulle modalità e sui criteri di accesso
5) Bonus assunzioni donne vittime di violenza: pronti gli sgravi INPS. Le cooperative sociali che assumono donne vittime di violenza di genere, potranno godere di uno di un bonus assunzioni fino ad un massimo di 350 euro
6) Breve ripasso delle regole in materia di ferie del lavoratore: calcolo, maturazione e richiesta
7) Verifica della regolarità contributiva: sommario esame del nuovo sistema di Dichiarazione Preventiva di Agevolazione
8) “Decreto dignità”: nuovamente in vigore le causali per il contratto a termine, rivista la disciplina della somministrazione e dei licenziamenti
9) Incentivi all’occupazione per il Mezzogiorno: sono ripresi i finanziamenti
10) CCNL giornalisti: le precisazioni di INPGI
11) ZFU Lombardia: l'elenco dei beneficiari - Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto del 27 giugno 2018, ha pubblicato gli elenchi delle imprese localizzate nella zona franca dei comuni della Lombardia ammesse alle agevolazioni
12) INPS – Circolare 28 giugno 2018 n. 84: chiarimenti in materia di solidarietà espansiva e personalità del credito
13) Contribuzione INPS per ferie non godute
14) Verifica regolarità contributiva: esame del nuovo sistema di Dichiarazione Preventiva di Agevolazione
15) CCNL Operai Agricoli e Florovivaisti: accordo di rinnovo
16) Dal 1° luglio nuovo contact center INAIL
17) Dimissioni telematiche: il minore è tenuto farsi assistere dal genitore
18) INPS - Messaggio n. 2624 del 28 giugno 2018 - Agricoli: slitta ancora il nuovo sistema delle deleghe
19) La comunicazione obbligatoria nei casi di forza maggiore può anche essere effettuata in un momento successivo a quello di instaurazione del rapporto di lavoro
20) Sostegno al reddito: maggiore tutela per i lavoratori degli studi professionali in stato di crisi
21) INPS - Messaggio n. 2430 del 18 giugno 2018: nuova elaborazione dell’imposizione contributiva per Artigiani e commercianti
22) INPS – Circolare n. 83 del 28 giugno 2018: indicazioni per i versamenti volontari del 2018 dei lavoratori agricoli
23) INPS – Circolare n. 85 del 28 giugno 2018: riscossione dei contributi da destinare al finanziamento di ENBISIT

Novità legislative
Il Decreto Dignità è stata la grande novità della settimana e propone alcune novità da attenzionare: il contrasto al lavoro precario, la difesa contro la delocalizzazione delle attività produttive; la sospensione del redditometro e la cancellazione dello split payment per i professionisti....

Consulenza del lavoro
Con l’approvazione del Decreto Legge definito come Decreto Dignità verranno introdotte numerose disposizioni in materia di lavoro, che cambieranno notevolmente il panorama lavorativo e le possibilità di flessibilità a disposizione delle aziende. Vediamo nello specifico quali sono i cambiamenti in materia di lavoro con i quali sarà necessario confrontarsi (e dibattersi) nel prossimo futuro

Novità legislative
Proponiamo le pillole di maggior interesse del Decreto Dignità: contratti a tempo determinato, restituzione dei contributi in caso di delocalizzazione, restrizione sul lavoro in somministrazione, aggiornamento del redditometro, proroga del termine di invio dello spesometro ed abolizione dello split payment per i professionisti

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it