Abrogate le società sportive dilettantistiche a scopo di lucro: cosa prevede il decreto Dignità

Abrogate le società sportive dilettantistiche a scopo di lucroIl Decreto Dignità sopprime le previsioni introdotte dalla legge di Bilancio 2018, in base alle quali le attività sportive dilettantistiche potevano essere esercitate anche da società sportive dilettantistiche con scopo di lucro e abroga le agevolazioni fiscali a favore delle stesse introdotte dalla medesima legge

L’art. 13, del D.L. 12 luglio 2018, n. 87, meglio conosciuto come il Decreto Dignità, convertito con modifiche in legge 9 agosto 2018, n. 96 (G.U. n. 186 dell’11 agosto 2018), apporta alcune modifiche alle disposizioni che disciplinano l’attività sportiva dilettantistica: in particolare, il decreto ha abrogato le norme dettate dalla legge di Bilancio 2018 che prevedevano l’esercizio, con scopo di lucro, delle attività sportive dilettantistiche. 

Cosa prevede la legge di Bilancio 2018

La legge di Bilancio 2018 (art. 1, comma 353) disponeva che le attività sportive dilettantistiche possano essere esercitate con scopo di lucro in una delle forme societarie di cui al titolo quinto del libro quinto del Codice civile.

Abrogate le società sportive dilettantistiche a scopo di lucro

Le associazioni sportive dilettantistiche: cenni sul trattamento fiscale

Il regime fiscale “normale” delle associazioni sportive dilettantistiche è quello degli enti non commerciali.

Con la nuova riforma del Codice del Terzo Settore (D.Lgs. 117/2017) le associazioni sportive dilettantistiche hanno la possibilità di far parte del mondo del Terzo Settore, richiedendo l’iscrizione nell’apposita sezione “g) altri enti del terzo settore” del registro unico nazionale (art. 46, del D.Lgs. 117/2017) ovvero avendo i requisiti possono entrare a far parte delle associazioni di promozione sociale – APS – (art. 35 del D.Lgs. 117/2017).

E’ possibile però usufruire di un regime fiscale agevolato (disciplinato dalla Legge 16 dicembre 1991, n. 398, successivamente integrata e modificata) sia per quanto riguarda la determinazione dell’IVA che per le imposte dirette.

Le agevolazioni previste a favore delle associazioni sportive dilettantistiche riguardano sia la semplificazione degli adempimenti contabili che la determinazione del reddito e gli obblighi ai fini IVA.

In particolare, le agevolazioni prevedono:

  • la determinazione forfetaria del reddito imponibile (sulla base di un coefficiente di redditività);
  • un sistema forfetario di determinazione dell’IVA;
  • l’esonero dall’obbligo di tenuta delle scritture contabili (libro giornale, libro degli inventari, registri Iva, scritture ausiliarie e di magazzino, registro beni ammortizzabili);
  • l’esonero dalla redazione dell’inventario e del bilancio.

Le condizioni

Il regime agevolato può essere adottato dalle associazioni sportive, in possesso di determinati requisiti soggettivi e a condizione che si verifichi un preciso presupposto oggettivo.

E’ necessario, infatti, che nel periodo d’imposta precedente siano stati conseguiti dall’esercizio di attività commerciali proventi per un importo non superiore a 250.000 euro.

In particolare, ai fini dell’opzione per l’applicazione del regime agevolato, valgono i seguenti criteri:

  • i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare (1° gennaio – 31 dicembre) devono aver conseguito nell’anno solare precedente proventi non superiori a 250.000 euro;
  • i soggetti con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare (ad es. 1° luglio – 30 giugno) devono aver conseguito proventi non superiori a 250.000 euro nel periodo d’imposta precedente;
  • le associazioni di nuova costituzione, devono rapportare il limite massimo dei proventi, al periodo intercorrente fra la data di costituzione e il termine dell’esercizio, computandolo a giorni.

L’opzione

Il primo adempimento fiscale coincide con la registrazione dell’atto costitutivo e dello statuto all’Ufficio locale competente dell’Agenzia delle Entrate con pagamento dell’imposta di registro in misura fissa.

Entro 30 giorni dalla data di…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it