Archivio Tag: Plusvalenze e sopravvenienze attive

 
prendendo spunto da una sentenza di Cassazione, analizziamo le problematiche fiscali che possono emergere in caso di cessione del marchio, in particolare quale può essere la corretta definizione del valore del marchio ai fini del calcolo dell'eventuale plusvalenza fiscale

 
gli ultimi mesi del 2017 hanno visto un rinnovato interesse per i bitcoin e per tutte le criptovalute: il mercato è esploso ed è a rischio bolla, ma attira tanti investitori; analizziamo i profili fiscali aggiornati per chi specula in bitcoin, con particolare attenzione a plusvalenze e minusvalenze

 
ci avviciniamo alla fine dell'anno ed inizia il momento di verificare l'opportunità da parte dei soci di rinunciare ai crediti vantati verso la società, soprattutto se l'esercizio sociale dovesse chiudersi in passivo. In questo articolo verifichiamo la prassi da seguire dal punto di vista civilistico e fiscale per la corretta rinuncia e per non incappare nella tassazione di plusvalenze

 
se l’acquirente (ad esempio di un’area edificabile) ha subìto un accertamento ai fini dell’imposta di registro, definendo il relativo valore in adesione con l’Agenzia delle entrate, il valore così determinato non può rappresentare un elemento presuntivo al fine di accertare la maggiore plusvalenza IRPEF in capo al venditore - la giurisprudenza si sta adeguando al decreto internazionalizzazione del 2015

 
 
la cessione di licenza di taxi equivale a una cessione di azienda, con tutte le consguenze fiscali che comporta: approfondiamo insieme l'emersione di plusvalenze o minusvalenze, la definizione del valore di carico fiscale, la gestione dell'imposta di registro...

 
il contratto di sale and lease back costituisce un contratto atipico con causa finanziaria mediante il quale una parte cede la proprietà di un determinato bene (tipicamente un immobile ma non necessariamente) ad una società di leasing allo scopo di riottenerlo in locazione finanziaria: l'operazione potrebbe generare importanti plusvalenze...

 
segnaliamo un'interessante sentenza della C.T.R. di Firenze che analizza l'applicabilità dell'agevolazione della partecipation exemption alle società immobiliari, in particolare analizza quando la società immobiliare è considerata società commerciale