Guida alla tenuta del registro infortuni

di Antonino Pernice

Pubblicato il 10 marzo 2015



una guida di 19 pagine alla corretta tenuta del registro infortuni anche con modalità informatiche, tenuto conto che le modalità di tenuta di tale registro variano da regione a regione

 

 

indice dell'intervento:

1. LUOGHI LAVORO - D.Lgs. 09/04/2008, n. 81 (T.U. in materia di tutela della salute e della sicurezza) - TITOLO II - Capo I - Disposizioni generali.

2. COME AVVERRA’ LA TENUTA DEL REGISTRO INFORTUNI TRAMITE IL S.I.N.P. (SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE PER LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO). ABROGAZIONE DELLA VIDIMAZIONE DEL LIBRO INFORTUNI.

3. REGIONI NELLE QUALI LA VIDIMAZIONE DEL REGISTRO INFORTUNI E’ STATA ABOLITA.

4. REGISTRO INFORTUNI. OBBLIGO TENUTA E VIDIMAZIONE.

5. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA TENUTA DEL REGISTRO INFORTUNI.

6. SANZIONE AMMINISTRATIVA PER LA MANCATA TENUTA O VIDIMAIZONE DEL REGISTRO INFORTUNI.

7. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Aziende per i sevizi sanitari. Dipartimenti di prevenzione. Servizi di prevenzione e sicurezza negli Ambienti di Lavoro. Ufficio Operativo del Comitato Regionale di Coordinamento dd. 22/2/2011: Registro infortuni; Casi particolari; Raccomandazioni; Riepilogo obblighi normativi.

Scarica il documento