Articoli a cura di Isabella Buscema


Ricerca in corso...

Contenzioso e processo tributario
Secondo la recentissima prassi del Fisco, si può presentare istanza di accertamento con adesione avvalendosi della sospensione dal 9 marzo 2020 al 15 aprile 2020 in base alle norme del Decreto Cura Italia.
Nell'articolo analizziamo il problema dei pagamenti degli accertamenti esecutivi e del calcolo della sospensione dei termini in caso di accertamento con adesione

Contenzioso e processo tributario
Per far fronte all'emergenza Corona Virus, il decreto legge Cura Italia prevede una serie di norme relative ad accertamenti e contenzioso tributario tese a stoppare i termini nel periodo di piena emergenza. La lettura del decreto è complessa e le norme non sempre sono organiche: proviamo allora a darne una lettura coordinata.
Ad esempio in merito alla proroga di due anni concessi all'Agenzia delle Entrate per controllare l'anno d'imposta 2015 (e 2014 qualora dichiarazioni non presentate) ed evitare così che vengano notificati atti relativi a quei periodi in questo complicato anno 2020.

Contenzioso e processo tributario
E’ applicabile la sospensione facoltativa al giudizio previdenziale di opposizione all'avviso di addebito dell'Inps alla luce degli ultimi interventi del giudice di legittimità?  
In questo articolo proponiamo un'attenta disanima dei possibili casi di sospensione del giudizio previdenziale

Contenzioso e processo tributario IVA
Una questione che riveste notevole importanza nell’ambito del tema dell’assetto dei rapporti tra Fisco e contribuente, attiene all’efficacia dell’istituto cautelare di garanzia del credito tributario effettuata a fronte di una sentenza non definitiva del giudice tributario che annulli, in tutto o in parte, l’atto impositivo presupposto.
Si tratta, cioè, di stabilire se la pronuncia del giudice in senso (totalmente o parzialmente) favorevole al contribuente, sia pure ancora soggetta ad impugnazione, si rifletta sulla detta misura cautelare, incidendo sulla sua efficacia, oppure se questa resti insensibile alla statuizione giudiziale e i suoi effetti perdurino fino all’eventuale sopravvenire del giudicato negativo del credito del fisco.
Le Sezioni Unite della Corte di cassazione, con un recentissimo intervento, hanno risolto tale questione, oggetto di contrasto giurisprudenziale, dell’efficacia del provvedimento di sospensione, nel caso in cui l’atto di irrogazione delle sanzioni sia stato annullato da una sentenza non ancora passata in giudicato.

Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale
E’ noto che, nella prassi operativa, il fisco notifica avvisi di liquidazione con i quali recupera l’imposta di registro in misura fissa in presenza di una clausola penale inserita in un contratto, in particolare di locazione. Sussiste, a tal riguardo, l’autonoma tassabilità della clausola penale inserita nei contratti di locazione? L’apposizione di una clausola penale all’interno di un contratto determina il pagamento doppio del registro, a meno che l’impiego di tale clausola non sia obbligatoria per legge?

Contenzioso e processo tributario Società
In riferimento alla procedura da seguire, per il recupero delle somme di società cancellate ante 13 dicembre 2014, il Fisco si è limitato a notificare l'atto intestato alla società cancellata anche ai soci, con l'indicazione che essi sono tenuti a rispondere solidalmente. La Cassazione ha, invece, chiarito che occorreva un atto adeguatamente motivato rispetto agli utili riscossi, intestato e notificato direttamente al socio.

Contenzioso e processo tributario
Si possono recuperare a tassazione i redditi ritenuti provenienti da reato?
Il c.d. "pretium sceleris" si deve considerare come reddito imponibile e ciò pure se il contribuente sia stato condannato alla restituzione delle somme illecitamente incassate ed al risarcimento dei danni cagionati?
I proventi illeciti, qualora non sequestrati né confiscati, costituiscono, “per il soggetto che li ha conseguiti, reddito imponibile, facendo sorgere a suo carico i connessi obblighi contabili e obblighi dichiarativi”?

Contenzioso e processo tributario
In questo contributo parliamo del procedimento in conto sospeso. Si tratta di un procedimento speciale, fondamentalmente correlato a situazioni di emergenza, dovendo limitare tali operazioni, costituenti partite in conto sospeso, nei soli casi dovuti e per il tempo strettamente necessario, finalizzato, tra l'altro, ad evitare i possibili aggravi di spesa scaturenti da una procedura esecutiva intrapresa dal creditore, il tutto al fine di contemperare, in pratica, il diritto del medesimo creditore con le esigenze di finanza pubblica, le quali potrebbero essere lese, ad esempio, da un eventuale pignoramento dei fondi in tesoreria.

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
Il contribuente che impugna nei confronti dell’agente della riscossione, per vizi che attengono esclusivamente all’atto emesso dall’ente impositore, subisce l‘inammissibilità del ricorso?
E’ indifferente la proposizione del ricorso tanto nei confronti dell’agenzia delle Entrate quanto del concessionario per vizi che attengono all’esistenza del credito, essendo esclusa la necessità della contemporanea partecipazione di entrambi gli enti ai fini della validità del processo?

Contenzioso e processo tributario
Il Fisco è legittimato, nel corso del giudizio instaurato dal contribuente creditore, ad opporre in compensazione i propri crediti certi liquidi ed esigibili? L’Amministrazione finanziaria titolare di controcrediti, è comunque legittimata ad opporli nel corso di un giudizio instaurato dal contribuente per ottenere il rimborso dei propri, spettando al giudice, previa verifica, la pronuncia della compensazione?

Contenzioso e processo tributario
Il principio del cumulo giuridico, ex articolo 12 del Dlgs 472/1997, è il principio più rilevante del sistema sanzionatorio amministrativo tributario. Il presente contributo analizza l’applicazione del predetto istituto nella procedura di controllo, con particolare riferimento alle sanzioni irrogate agli intermediari per omessa o tardiva trasmissione delle dichiarazioni.
Gli intermediari abilitati che trasmettono tardivamente le dichiarazioni sono soggetti alla sanzione pecuniaria da euro 516 a euro 5.164. La sanzione è dimezzata se la trasmissione avviene nei trenta giorni successivi la scadenza. La giurisprudenza, a differenza della presa di posizione del fisco, è pacifica nel sostenere l’applicabilità dell’art. 12 del DLgs. 472/1997 quando vengono commesse, con una o diverse azioni, più violazioni dell’art. 7-bis del DLgs. 241/1997.

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione) Diritto Commerciale
Affrontiamo in questo dettagliato approfondimento, con l'aiuto della normativa e della giurisprudenza di riferimento, il regime della solidarietà delle obbligazioni tributarie in caso di scissione societaria e la dicotomia tra responsabilità civile e tributaria che ne scaturisce.

Contenzioso e processo tributario
Negli ultimi anni è stata riproposta più volte la definizione delle liti tributarie pendenti. In questo articolo analizziamo se rilevano gli istituti giuridici del lieve inadempimento, del ravvedimento operoso e dell’errore scusabile

Contributi e finanziamenti Fisco & risparmio energetico
Chi ha fruito del III, IV e V Conto energia e della Tremonti-ambiente sugli impianti deve restituire l'agevolazione entro il 22 novembre 2018, prorogato al 31 dicembre 2019. Il D.L. n. 124/2019 consente alle imprese di rinunciare ai giudizi versando l'intera imposta corrispondente al vantaggio fruito entro il 30 giugno 2020, senza sanzioni o interessi. Chi non definisce potrà proseguire il contenzioso. Si prospetta, quindi, una precisa scelta alle imprese che hanno fruito della Tremonti ambiente cumulandola con gli incentivi alla produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici relativamente al III, IV e V Conto energia.

Modello Redditi - Unico
Con la pubblicazione in G.U. del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020, il divieto di compensazione dei crediti tributari con i debiti d'imposta oggetto di accollo trova valenza normativa. Con la preclusione introdotta, il legislatore aderisce espressamente all'interpretazione assunta dall'amministrazione finanziaria, secondo cui Il debito fiscale oggetto di accollo non può essere estinto utilizzando in compensazione crediti vantati dall’accollante nei confronti dell’Erario. L’accollante non costituisce, infatti, il debitore dell’imposta, ma soltanto un soggetto che si è obbligato con l’Erario in via negoziale.

Contenzioso e processo tributario IRES
Basta lo scostamento dal valore normale per contestare le operazioni infragruppo e, più precisamente, la vendita sottocosto tra società dello stesso gruppo residenti in Italia tramite l'istituto del transfer price interno o domestico? Ecco la precisazioni contenute in una recente sentenza della Corte di Cassazione.

Contenzioso e processo tributario
È legittimo l’accertamento all'odontoiatra fondato sul numero di guanti monouso acquistati nel corso dell’anno poiché tale dato può indicare, secondo la comune esperienza, compensi non dichiarati?
Il presente contributo analizza il cd. “guantometro” e le strategie di controllo del Fisco alla luce di recenti interventi del giudice di legittimità.
Analisi di un nuovo caso di accertamento analitico-induttivo, che interessa la categoria dei dentisti

Contenzioso e processo tributario Fisco & risparmio energetico
Il contribuente che ha presentato domanda di definizione agevolata della lite pendente, definendo al 100% al fine di rimuovere l’incumulabilità tra la Tremonti ambiente ed il III, IV e V conto energia, può modificarla o revocarla a suo piacimento?

Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
In questo approfondimento cerchiamo di chiarire se la normativa del D.L. n. 193 del 2016, che equipara i termini di presentazione delle dichiarazioni integrative a favore del contribuente a quelli delle integrative a sfavore, è retroattiva, ovvero se le dichiarazioni a favore presentate prima della data di entrata in vigore delle nuove norme (24 ottobre 2016) possano beneficiare dell'equiparazione dei termini.

Contenzioso e processo tributario

Il presente contributo propone la corretta gestione del Tax credit R&S in vista dei controlli del Fisco finalizzati a verificare la sussistenza delle condizioni di accesso al credito di imposta stesso, nonché la conformità delle attività e dei costi di ricerca e sviluppo effettuati rispetto a quanto previsto nel D.M. 27 maggio 2015.

In questo articolo analizziamo le norme che governano il credito d'imposta e spieghiamo quali sono i controlli che il Fisco effettuerà per contrastare l'utilizzo indebito dell'agevolazione


Professione Consulente Contenzioso e processo tributario
E’ compito dei professionisti provvedere alla corretta tenuta della contabilità e all'espletamento dei tipici adempimenti tributari.
Ciò comporta il rischio, per commercialisti e consulenti, di subire responsabilità, anche di natura penale. Il presente contributo analizza la questione delicata della responsabilità penale del professionista per gli illeciti imputati ai propri clienti ed in particolare il concorso del professionista nei reati tributari anche se sospetta la frode fiscale.
Il commercialista può concorrere con il cliente nel reato fiscale a questi contestato?
Può bastare un consiglio o la semplice consapevolezza di un comportamento scorretto per far scattare il concorso in reato tributario per il commercialista?

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi

E’ possibile il risarcimento dei danni "collaterali" subiti dal contribuente per effetto di un eventuale irrituale o scorretto atteggiamento dell'Amministrazione finanziaria e dell’Agente della riscossione.

Analizziamo il caso di tardata cancellazione di ipoteca.


Fisco & risparmio energetico

Per mantenere le agevolazioni sancite dal III, IV e V conto energia è necessario che il contribuente rinunci al beneficio fiscale concesso dalla Tremonti ambientale.

Il presente contributo precisa, pertanto, come rinunciare alla detassazione per mantenere le tariffe incentivanti.


Contenzioso e processo tributario

Il giudice del gravame può omettere di pronunciare sui motivi di impugnazione proposti dall'appellante ritenendoli assorbiti dalla statuizione di nullità della sentenza di primo grado per difetto di motivazione?

Il giudice del gravame può dunque sostanzialmente negare l’effetto devolutivo dell’appello?

Il presente contributo, nel dare risposta a tale interrogativo, fornisce precisi spunti per l’adozione da parte del difensore della corretta ed efficace strategia processuale o linea difensiva.


Contenzioso e processo tributario Studi di settore

Assurge ad idonea strategia difensiva contestare la marginalità dello scostamento tra i ricavi dichiarati e i paradigmi applicabili in base allo studio di settore appropriato, e dunque la carenza della grave incongruenza richiesta dalla disciplina positiva?

Il presente contributo affronta la questione della natura della eccezione sollevata per la prima volta dal contribuente in sede di gravame o in sede di giudizio di legittimità, in ordine alla insussistenza della "grave incongruenza" tra i ricavi dichiarati e quelli accertati in base agli studi di settore.

Il presente contributo analizza, inoltre, il regime delle eccezioni in senso stretto (proprio) e delle eccezioni in senso lato (o eccezione in senso improprio o mera difesa).


Società IRPEF IRES
La rinunzia ai crediti vantata dai soci a favore della società è una procedura attivata di frequente in questi anni di crisi economica come strategia per eseguire aumenti di capitale senza dover versare ulteriore denaro da parte dei soci. Il tema è rilevante, con riferimento alle rinunce avvenute nel corso del periodo di imposta 2018, in vista della presentazione del modello Redditi 2019. Che impatto fiscale hanno tali rinunce?

Immobili & Imposte indirette
In assenza del requisito della “graffatura” al bene principale agevolato, è possibile estendere il regime di favore c.d. “prima casa” al terreno?
Quali sono le caratteristiche che deve avere un terreno per poter essere considerato pertinenza di una casa di abitazione e godere delle agevolazioni fiscali «prima casa» in acquisto?
E’ corretto escludere dall’agevolazione, l’acquisto di un’area di pertinenza, non censita al catasto dei fabbricati unitamente al bene principale, ma autonomamente censita al catasto dei terreni?
È legittima la prassi diffusa degli uffici dell'Agenzia delle Entrate di non riconoscere la sussistenza del rapporto pertinenziale tra un fabbricato residenziale e il terreno circostante qualora gli stessi siano, come peraltro è logico attendersi, diversamente accatastati: il primo al nuovo catasto edilizio urbano e il secondo al nuovo catasto terreni?

Contenzioso e processo tributario
La disciplina introdotta nel 2012 ha delimitato l'indeducibilità dei costi alle sole ipotesi di attività riconducibili a delitti non colposi, novella cui è attribuibile efficacia retroattiva quale ius superveniens favorevole al contribuente. Analizziamo quindi l'indeducibilità dei costi da reato alla luce della più recente giurisprudenza.

Contenzioso e processo tributario
Nel processo tributario trova applicazione l’istituto del disconoscimento delle scritture private, con la conseguenza che il giudice ha l’obbligo di accertare l’autenticità delle sottoscrizioni. Approfondiamo quindi le conseguenze processuali riferibili al fatto che in una controversia tributaria un socio di una s.n.c. ricorrente non abbia disconosciuto le firme e il socio amministratore della stessa s.n.c. abbia disconosciuto non l’intera scrittura ma la sottoscrizione riferita solo ad alcune pagine di un preliminare di vendita a terzi di immobili

Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
In questo articolo si prendono in considerazione gli aspetti operativi e i requisiti essenziali per l’ottenimento dell’agevolazione, sulla sussistenza dei quali sono mirati i controlli ex post del fisco, fermo restando che i beneficiari possono utilizzare il credito d’imposta maturato ovvero quello corrispondente agli investimenti già realizzati al momento della compensazione per non incorrere nelle previste violazioni sostanziali

1 2 3 5
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it

Emergenza COVID-19

Gentile Lettore,
Commercialista Telematico ha deciso di mantenere attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tanti professionisti e imprese in questo difficile momento e ugualmente è impegnato nell’attuare le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus a protezione dei propri dipendenti e collaboratori. Pertanto, qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a utilizzare la comunicazione via e-mail anziché quella telefonica.
Ti risponderemo ai seguenti indirizzi: info@commercialistatelematico.com o ecommerce@commercialistatelematico.com

#IORESTOACASA