Articoli a cura di Danilo Sciuto

Danilo Sciuto
Dottore commercialista, collabora da anni con il sito www.commercialistatelematico.com, per il quale è autore di numerose pubblicazioni ed articoli in materia di contabilità e bilancio.

Ricerca in corso...

è utile esaminare la disciplina che regola le spese di manutenzione e riparazione sostenute dall’impresa, e ciò sia in riferimento a quelle effettuate su beni propri, sia in riferimento a quelle effettuate su beni in leasing, o, in generale, su beni non di proprietà dell’impresa.

A seguito dell’introduzione dell’istituto della compensazione, avvenuta ormai da cinque anni, il contribuente che abbia un debito per una o più imposte può scomputare da esse l’importo di altre imposte per le quali abbia una posizione creditoria verso il Fisco stesso.

I percettori degli utili devono utilizzare i dati contenuti nella certificazione per indicare in sede di dichiarazione dei redditi i proventi conseguiti

Si supponga che un’azienda subisca una verifica da parte del Fisco, e che durante questa verifica l’Ufficio riscontri e valuti che il prezzo a cui vengono vendute le merci sia troppo basso, o che il costo d’acquisto di alcuni beni o servizi sia esageratamente alto.

In questo scritto si analizzano i risvolti pratici che nascono quando un’impresa decide di instaurare un contenzioso, sia esso civile (ad esempio, una causa per un mancato pagamento) o tributario (il ricorso avverso, ad esempio, un accertamento di imposta)

Sono intervenuti numerosi pronunciamenti ministeriali, che rendono pertanto opportuno un riepilogo in materia

Le indennità risarcitorie conseguite in dipendenza della perdita o del danneggiamento dei beni dell’impresa costituiscono componenti positivi di reddito, e sono diversamente configurabili

La regolare tenuta delle scritture contabili non garantisce "ex se" il contribuente dall’accertamento del reddito.

Come è noto, l’art. 8 della L. n. 383/2001 (c.d. Tremonti-bis) ha eliminato la bollatura e la vidimazione del libro giornale e del libro inventari. La ratio delle semplificazione deve essere vista nella considerazione che le scadenze fiscali periodiche impongono formalità ed adempimenti tali da garantire comunque l’impossibilità di manipolazione dei dati memorizzati sul supporto informatico, lasciando quindi impregiudicata la potestà di controllo dell’Amministrazione Finanziaria.

La recente emanazione della Norma di Comportamento n. 146 dell’Associazione dei Dottori Commercialisti di Milano ha richiamato l’attenzione della dottrina su di un argomento apparentemente semplice, ma in realtà abbastanza dibattuto, quale quello dell’ammortamento dei beni strumentali del professionista.

Uno dei punti più deboli della legislazione italiana è rappresentato dalla mancata (o incompiuta) differenziazione tra i costi di pubblicità (e di propaganda, che nel presente articolo considereremo per comodità assimilati) e quelli di rappresentanza.

1 5 6 7
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it