Cerca in Commercialista Telematico


Ricerca in corso...

IVA
L’Unione Europea, dopo ben venticinque anni di applicazione del regime transitorio, inizia A muoversi con decisione verso l’applicazione del regime IVA definitivo relativo alle operazioni intracomunitarie

IVA
In vista delle scadenza di lunedì 26 (il 25 febbraio cade di domenica) proponiamo una breve guida di 12 pagine alla compilazione semplificata (è una vera semplificazione?) dei modelli INTRASTAT

IVA
Operazioni intracomunitarie per la fabbricazione di stampi tra committente inglese e appaltatrice italiana ma quest'ultima incarica una società subappaltatrice; analizziamo il caso, con particolare attenzione alle casistiche legate alla spedizione del prodotto

IVA
In caso di operazioni intracomunitarie, spetta al fornitore dei beni provare che sono state soddisfatte le condizioni per assicurare una corretta applicazione delle esenzioni e prevenire frodi, evasioni o abusi in materia di IVA

IVA
L'espansione delle attività di raccolta delle scommesse da parte di gestori che operano in più Stati dell'Unione Europea sta evidenziando alcune problematiche inerenti l'applicazione dell'IVA: in particolare, l'attività del CED italiano a favore anche di società estere può usufruire dall'esenzione d'imposta?

Sentenze tributarie
Per provare che le operazioni intracomunitarie fatturate sono vere, non basta che esista il numero di partita Iva del presunto cliente comunitario, servono altre prove sulla veridicità delle operazioni fatturate (C.T.R. di Roma)

IVA
Cosa accade se un contribuente italiano che non ha richiesto l'iscrizione al registro V.I.E.S. acquista beni da un operatore economico intracomunitario? ecco la soluzione proposta dall'Agenzia delle Entrate

Un'utilissima dispensa per capire le nuove limitazioni per le operazioni IVA intracomunitarie: la richiesta di iscrizione all'elenco VIES

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione)
Per tali operazioni il regime di neutralità fiscale risulta applicabile anche nei confronti del beneficiario non residente con riferimento alla stabile organizzazione italiana

OPERAZIONI STRAORDINARIE (cessione azienda, trasformazione, fusione, liquidazione, scissione)
Le implicazioni fiscali di un'operazione societaria straordinaria che coinvolge anche società estere

IVA Novità legislative
Le principali novità dal 2010 - ultimi aggiornamenti - sui modelli Intrastat

IVA
La Legge Comunitaria 2008 ha apportato una serie di novità in campo fiscale, alcune decorrenti dal 29 luglio 2009

IVA
Operazioni intracomunitarie e sistema VIES: esempi e semplici schemi per la soluzione pratica dei dubbi che possono sorgere nell'applicazione di tali operazioni

Contenzioso e processo tributario IVA
In caso di contestazione sulle operazioni intracomunitarie la regola generale è l'onere della prova a suo carico circa la sua buona fede e l'uscita delle merci dal territorio nazionale: profili operativi e riparto dell'onere probatorio

Contenzioso e processo tributario IVA
In caso di contestazione dell'effettiva esistenza delle operazioni intracomunitarie, anche gli attestati di rifornimento di carburante presso una stazione stradale estera possono costituire prova del trasferimento effettivo della merce da uno Stato membro all’altro

IVA Il caso del giorno
Analisi delle particolarità in materia di fatture per operazioni intracomunitarie, con particolare riferimento al reverse-charge e alle modalità di fatturazione delle operazioni extraterritoriali

IVA
L’iscrizione al Vies diverrà pressoché obbligatoria dal 1° gennaio 2020 in quanto condizione sostanziale per l’applicazione della non imponibilità IVA.

IVA
Dal prossimo 1 gennaio scatterà l’obbligo di emissione delle fatture in formato elettronico, ma l’adempimento non riguarderà ogni operazione. Sono infatti previsti alcuni esoneri. Ad esempio dovranno ancora essere emesse in formato analogico e non digitale le fatture per prestazioni effettuate verso soggetti passivi Iva non stabiliti nel territorio dello Stato. Ciò anche laddove questi soggetti, non aventi in Italia una stabile organizzazione, si siano identificati direttamente, quindi posseggano una partita Iva italiana, o operino tramite un rappresentante fiscale. L’Agenzia delle entrate ha però la necessità di conoscere i dati delle predette operazioni e pertanto è previsto l’obbligo di comunicare i relativi dati per le sole prestazioni effettuate nei confronti di soggetti non stabiliti, ovvero dall’estero verso l’Italia

IVA
L’obbligo pressoché generalizzato di emissione della fattura elettronica a partire dall’inizio del prossimo anno dovrebbe fare venire meno numerosi adempimenti e tra questi anche il c.d. spesometro. Tuttavia la necessità di fornire al Fisco una serie di dati relativi alle operazioni poste in essere non verrà completamente meno. La circostanza è dovuta al “perimetro” applicativo dell’adempimento e dai soggetti che saranno interessati dall’emissione dei documenti in formato digitale

IVA
Il Fisco ha lanciato una campagna per la cancellazione dagli archivi VIES di quei soggetti non idonei ad effettuare operazioni intracomunitarie senza addebito dell'IVA in fattura. Ricordiamo che sono numerosi i casi di violazioni alla normativa IVA che riguardano la fittizietà delle operazioni intracomunitarie.

IVA
La scadenza della dichiarazione IVA a fine mese sta creando una serie di dubbi, analizziamo oggi una problematica molto sentita: i contribuenti forfettari devono presentare la dichiarazione IVA se effettuano operazioni intracomunitarie?

Immobili & Imposte indirette IVA
In questo numero di fiscus puntiamo il mouse sull'IVA: sul reverse charge, sui problemi della territorialità in caso di operazioni intracomunitarie... in particolare analizziamo le operazioni relative agli immobili: si tratta di casistiche di complessa applicazione per cui le aziende hanno spesso necessità di rivolgersi ad un consulente

IVA IRPEF
In questo secondo intervento sul regime forfettario proponiamo alcune valutazioni di convenienza e criticità in fase di accesso al regime agevolato, partiamo dalla riduzione dei contributi INPS per passare alle problamitiche IVA: la rettifica alla detrazione, le problematiche per le operazioni intracomunitarie o quelle in reverse charge

IVA
VIES, operazioni intracomunitarie e onere probatorio: cosa conviene fare se il sistema rileva che il numero di partita IVA della controparte non è valido?

IVA
Una guida alla gestione dei beni in regime di 'deposito IVA' e alle modalità di calcolo dell'imposta: beni che possono e che non possono essere introdotti in un deposito IVA, gestione dei depositi, acquisti e cessioni intracomunitarie, immissioni in libera pratica, operazioni effettuate senza il pagamento dell’IVA, estrazione beni dal deposito, gli adempimenti contabili, cali merce, esempio pratico

IVA
Nella Comunità Europea non sempre vi è coincidenza fra territorio doganale, territorio ai fini IVA e territorio politico (in Italia i casi sono i comuni di Livigno e Campione), questo comporta che si debba prestare molta attenzione nella gestione delle operazioni intracomunitarie

1 2 3 46
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it