Breve guida ai modelli INTRASTAT: la compilazione degli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie dopo le ultime novità

in vista delle scadenza di lunedì 26 (il 25 febbraio cade di domenica) proponiamo una breve guida di 12 pagine alla compilazione semplificata (è una vera semplificazione?) dei modelli INTRASTAT

E’ divenuta facoltativa la compilazione dei modelli INTRASTAT acquisti fino a € 200.000 per i beni e € 100.000 per i servizi:  un provvedimento, emanato di concerto tra Dogane e Entrate, con lo scopo di arrivare a semplificazioni fiscali, ha modificato le istruzioni per l’uso e la compilazione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni e dei servizi resi e ricevuti.

Si tratta, in particolare, della determinazione Prot. n. 13799/RU del 8.2.2018 del direttore dell’Agenzia delle Dogane, di concerto con il direttore dell’Agenzia delle entrate e d’intesa con l’Istituto Nazionale di Statistica, che, tramite nuovo allegato, rivede le regole sulle modalità di presentazione dei modelli INTRASTAT, anche al fine di tenere conto delle ultime novità relative all’adempimento fiscale, soprattutto nei riguardi dei modelli INTRA-2 e all’INTRA-2quater (rispettivamente relativi agli acquisti di beni e servizi ricevuti).

E’ ormai noto come dal 2018 le fatture di acquisto per le operazioni intracomunitarie debbano essere inserite nel cd. spesometro (D.L. 193/2016) e non più negli elenchi intrastat almeno in relazione ai suddetti valori (fino a € 200.000 per i beni e € 100.000 euro per i servizi).
Tecnicamente viene sostituito l’allegato XI alla precedente determinazione prot. n. 18978/RU del 19.02.2015, relativo alle istruzioni per l’uso e la compilazione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni e dei servizi resi e ricevuti.

Viene, quindi, disposto che i contenuti della nuova determinazione si applicano agli elenchi INTRASTAT con periodi di riferimento che decorrono dal 1.1.2018.

Più in particolare, la suddetta determinazione è scaturita, tra le altre cose a seguito di:
– regolamento (UE) n. 1093/2013 della Commissione del 4.11.2013, che modifica il regolamento (CE) n. 638/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1982/2004 della Commissione per quanto riguarda la semplificazione del sistema Intrastat e la raccolta di dati Intrastat;
– art. 50, c. 6, del D.L. 30.8.1993, n. 331, conv. dalla L. 29.10.1993, n. 427, come modificato dall’art. 13, c. 4-quater, del D.L. 30.12.2016, n. 244, conv. dalla L. 27.2.2017, n. 19 che stabilisce l’obbligo per i soggetti passivi all’Iva di presentare, anche per finalità statistiche, in via telematica all’Agenzia delle dogane e dei monopoli elenchi riepilogativi periodici degli scambi di beni e di servizi effettuati con i soggetti IVA stabiliti nei territori degli altri Stati membri dell’Unione europea;
– determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, prot. n. 18978/RU del 19.2.2015, adottata di concerto con il Direttore dell’Agenzia delle Entrate e d’intesa con l’Istituto Nazionale di Statistica, con la quale sono state apportate modifiche al contenuto degli elenchi INTRA al fine di semplificarne il contenuto informativo relativamente alle prestazioni di servizi diverse da quelle di cui agli artt. 7-quater e 7-quinquies del D.P.R. 26.10.1972, n. 633;
– provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, prot. n. 194409/2017 del 25.9.2017, adottato di concerto con il Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e d’intesa con l’Istituto Nazionale di Statistica, recante misure di semplificazione degli obblighi comunicativi dei contribuenti in relazione agli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (c.d. “INTRASTAT”);
– nota prot. n. 0244474/18 del 5.2.2018, con la quale l’Istituto Nazionale di Statistica ha espresso il proprio parere favorevole.

Continua a leggere l’articolo con la guida ai modelli Intrastat nel PDF==>

 

*****

Per tutti gli altri articoli sulle operazioni intracomunitarie clicca qui….

 

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it