cedolare secca

La cedolare secca è una particolare forma di tassazione dei redditi da locazione (cioè degli affitti): in pratica sui redditi da locazione si applica un’imposta sostitutiva al posto dell’aliquota marginale IRPEF.

La cedolare secca può rappresentare un vantaggio per il contribuente in quanto le aliquote previste per l’imposta sostitutiva sono spesso migliori rispetto alle aliquote marginali IRPE. Inoltre i contratti soggetti a cedolare secca non pagano imposte di registro e di bollo.

Dal 2019 la cedolare secca è applicabile anche ad alcune tipologie di contratti destinati ad uso commerciale.

 


Ricerca in corso...

IRPEF Redditi immobiliari - imposte dirette
Il tema dell’innovazione dell’offerta turistica, nel suo passaggio dall’offerta alberghiera all’offerta para-alberghiera, sempre più diffusa, pone il problema di inquadrare correttamente in ambito civilistico, amministrativo, contabile e fiscale, tutti i rapporti che si creano e che vedono sempre più spesso questo tipo di offerta organizzata in base ad un rapporto trilaterale costituito dal proprietario dell’immobile, l’agenzia immobiliare intermediaria e il turistica che soggiornerà temporaneamente nell’abitazione messa disposizione. Vediamo di approfondire i singoli aspetti del caso.

IRAP IRES IRPEF ISA Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
Il prossimo 2 dicembre 2019 scade il termine per effettuare il pagamento del secondo acconto 2019 delle imposte, addizionali, cedolare secca, IVIE, IVAFE e delle imposte sostitutive. In questo articolo forniamo tutte le informazioni pratiche per un corretto calcolo e l'esame di alcuni casi particolari.

Redditi immobiliari - imposte dirette
Una previsione contrattuale per la quale il canone di locazione commerciale è variabile in percentuale del fatturato del conduttore blocca l'accesso al regime della cedolare secca?

1) Patent box: l’opzione nel caso dell’anno solare non coincidente con il fiscale
2) Spetta il compenso a chi ha trasmesso dati Iva/Redditi del cliente, anche senza l’iscrizione all’Albo
3) CNDCEC: favorevole all’attivazione del corso base pratico/operativo sulla revisione negli enti locali gratuito, start dal 2020
4) Aggiornato il software di compilazione del modello Irap/2019
5) Nuove partite Iva: nel corso del semestre si è registrato l’aumento del 3,90%, regime forfettario + 35,80%
6) Spetta il bonus prima casa se l’immobile preposseduto sia stato acquistato nel 1990 da società costruttrice
7) Niente sconto prima casa in presenza di altro immobile locato nel Comune
8) Locazioni brevi online via AirBnB: si all’imposta sostitutiva
9) Altre risposte del fisco del 10 settembre 2019
10) Crediti erariali iscritti a ruolo: prescrizione quinquennale

1) Brexit: uscita dall’UE a tutti i costi
2) Al via pratiche auto con firma digitale
3) Tax credit edicole: dal 1° settembre le richieste
4) Imposte gravanti sull’atto di scioglimento del trust
5) Imposta di bollo sulle istanze di annotazione e trascrizione Brevetti e Marchi
6) Non applicabili anche ad immobili classificati come collabenti le agevolazioni fiscali previste per la prima casa
7) Pratiche catastali sugli immobili di edilizia residenziale pubblica: esenzione da tributi?
8) Proventi di apicoltura: con meno di 20 alveari spetta il regime fiscale di favore
9) Contratti stipulati sulla piattaforma CONSIP: trascorsi i tre anni, il bollo non pagato si prescrive
10) Niente bollo sulle ricevute emesse per l’incasso delle quote sociali ed estratti di conto corrente
11) Ok all’applicazione della tassazione agevolata “prima casa” per la pertinenza della unità immobiliare A1
12) Trattamento Iva applicabile alle somme versate per l’attività di gestione post-operativa, sorveglianza e controllo di una discarica per rifiuti
13) Cedolare secca negozi non applicabile per semplice modifica del soggetto
14) ISA 2019, ennesima versione di aggiornamento: siamo ora alla 1.7
15) Modello F24: istituito il codice “Z162” “ZFU CENTRO ITALIA”

IRAP IRES IRPEF Modello Redditi - Unico

Acconti per imposte 2019: vediamo quali sono, come si calcolano e quando scadono, senza dimenticare l'analisi di alcune casistiche particolari nonché le modalità di compensazione e versamento degli acconti.

Puntiamo il mouse su cedolare secca, minimi e forfettari, IVIE e IVAFE, con le istruzioni pratiche di compilazione del modello F24.


Redditi immobiliari - imposte dirette
Affitti brevi: col “Decreto Crescita” sono introdotti nuovi obblighi per chi affitta case vacanza.
Analizziamo i nuovi adempimenti sugli affitti brevi: in particolare la novità del codice identificativo che permetterà la tracciabilità fiscale delle locazioni turistiche

Redditi immobiliari - imposte dirette News Fiscali - Commercialista Telematico
L’Agenzia delle entrate ha chiarito l’ambito applicativo della cedolare secca prevista dalla Legge di Bilancio del 2019 per la locazione di negozi (categoria catastale C/1). La novità riguarda esclusivamente i contratti stipulati con decorrenza dal 1° gennaio 2019. Vediamone i dettagli.

L’Agenzia delle Entrate ha integrato il modello RLI e ha fornito le relative istruzioni per l’opzione al regime di cedolare secca per i contratti aventi unità immobiliari commerciali di categoria catastale C/1 e relative pertinenze.

IRPEF
La previsione contenuta nella Legge di bilancio 2019 – circa la possibilità di applicare la cedolare secca agli immobili strumentali (commerciali) – ripropone il tema, non risolto, sull’applicabilità della tassazione “piatta” agli immobili destinati ad abitazione ma locati a soggetti diversi dalle persone fisiche

La legge di Bilancio 2019 ha esteso l’applicazione della cedolare secca ai contratti di locazione dei negozi e delle botteghe aventi categoria catastale C/1. In tale ipotesi, ove le parti lo riterranno conveniente, si potrà scegliere, in luogo dell’applicazione dell’IRPEF, il prelievo sostitutivo del 21 per cento. Il legislatore ha però limitato temporalmente la nuova opportunità. L’applicazione della cedolare secca è circoscritta ai contratti stipulati nell’anno 2019. Conseguentemente il beneficio fiscale non interessa né i contratti di locazione in corso al 31 dicembre del 2018, né i futuri contratti di locazione che saranno stipulati con decorrenza dal 1° gennaio 2020. Inoltre la cedolare secca si applicherà solo ai negozi di minori dimensioni, cioè la cui superficie non supera i 600 metri quadrati, escluse le pertinenze e le relative pertinenze locate congiuntamente

IRPEF
La legge di bilancio 2019 ha introdotto alcune novità in materia di applicazione della cedolare secca agli immobili commerciali classificati nella categoria catastale C/1 - Negozi e botteghe - e alle relative pertinenze locate congiuntamente; l’unità locata deve avere una superficie complessiva non superiore a 600 metri quadri, al netto delle pertinenze. Sono escluse dalla cedolare secca le locazioni degli immobili a uso uffici o studi privati; esclusi anche gli immobili strumentali utilizzati per attività industriali o artigianali

Fisco & risparmio energetico IRPEF
Breve esame dei provvedimenti contenuti nella Legge di Bilancio 2019 relativi ad edilizia e settore immobiliare: proroga delle detrazioni per gli interventi di recupero degli edifici residenziali, “ecobonus” e “sismabonus”, raddoppio della deducibilità dell’IMU per imprese e professionisti, estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it