Articoli a cura di Giovambattista Palumbo

Giovambattista Palumbo
Recentemente nominato componente della Segreteria tecnica del Ministro dell’Economia e delle Finanze, dal 2015 al 2016 è stato componente della segreteria tecnica del Vice Ministro e dal 2016 al 2018 Dirigente nel Gabinetto del Ministro. E’ stato Capo Ufficio Legale dell’Agenzia delle Entrate di Firenze, per conto della quale, fin dal 1999, ha svolto attività di udienza e rappresentanza in giudizio nei processi tributari. Abilitato alla professione di Avvocato, è stato inoltre legal expert della Commissione Europea in Kosovo, nel 2008, e in Serbia, nel 2012. Docente presso la Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza e presso il Corso di perfezionamento in Intelligence e Sicurezza nazionale dell’Università degli Studi di Firenze, è, infine, Direttore dell’Osservatorio Politiche fiscali dell’Eurispes.

Ricerca in corso...

Contenzioso e processo tributario
In tema di imposte sui redditi, sono deducibili, per l'acquirente dei beni, i costi relativi ad operazioni soggettivamente inesistenti, non utilizzati direttamente per commettere il reato, anche nel caso in cui l'acquirente sia consapevole del carattere fraudolento delle operazioni, salvo che si tratti di costi che siano in contrasto con i principi di effettività, inerenza, competenza, certezza, determinatezza o determinabilità

La disciplina in tema di transfer pricing non integra una disciplina antielusiva in senso proprio, ma è finalizzata alla repressione del fenomeno economico in sé considerato, che comporta spostamento d'imponibile fiscale a seguito di operazioni tra società appartenenti al medesimo gruppo, soggette a normative nazionali differenti. L’onere della prova gravante sull'Amministrazione finanziaria non riguarda quindi il vantaggio fiscale conseguito dal contribuente, ma solo l'esistenza di transazioni, tra imprese collegate, ad un prezzo apparentemente inferiore a quello normale, mentre incombe sul contribuente l'onere di dimostrare che tali transazioni siano intervenute per valori di mercato da considerarsi normali

Diritto Commerciale
Solo le prestazioni ed i servizi che realizzano le finalità istituzionali non vanno considerate come compiute nell'esercizio di attività commerciale e, quindi, come non imponibili. L'attività di gestione di un bar ristoro da parte di un ente non lucrativo può essere quindi qualificata come "non commerciale", ai fini dell'imposta sul valore aggiunto e di quella sui redditi, soltanto se la suddetta attività sia strumentale rispetto ai fini istituzionali dell'ente

Le indennità ed i risarcimenti percepiti per il cosiddetto lucro cessante sono da assoggettare ad imposizione ai fini dell'imposta sul reddito, mentre le indennità ed i risarcimenti diretti a reintegrare il danno emergente non sono imponibili. Il risarcimento in denaro, a seguito di accordo transattivo, del danno consistente nella perdita di chance lavorative è considerato danno emergente non tassabile e non è classificabile nell'ambito dei redditi derivanti da obblighi di fare, non fare o permettere

Studi di settore
Nel caso in cui il contribuente provi di avere risentito della crisi economica che ha colpito il settore di appartenenza non sono applicabili i coefficienti previsti dagli studi di settore, venendo così superata la presunzione legale ex art. 62 sexies del d.l. n. 331 del 1993, costituendo tale circostanza fatto decisivo ai fini della dimostrazione del conseguimento di minori ricavi

Bilancio IRES
E’ legittima l'imputazione a conto economico dei crediti integralmente svalutati, che, prescindendo dal criterio quantitativo, poggi esclusivamente sulla sussistenza del rischio d'inesigibilità ragionevolmente prevedibile, ma non ancora definitiva. L'esatto discrimine tra perdite sui crediti e valutazioni dei crediti è segnato dalla definitività del venire meno della voce, avendosi perdita del credito quando esso è divenuto definitivamente inesigibile, ed avendosi invece svalutazione, totale o parziale, del credito, quando c’è una perdita solo potenziale, ma non ancora certa e definitiva

Contenzioso e processo tributario Diritto fallimentare
Anche laddove la società sia tornata in bonis, è ammissibile l'appello notificato al curatore del fallimento nel caso in cui la perdita di capacità processuale del curatore, a seguito della revoca del fallimento, sia intervenuta dopo la pronuncia di primo grado e non sia stata dichiarata dal procuratore ovvero comunicata. Ogni nullità della notificazione dell'atto di appello si considera comunque sanata, con effetto ex tunc, con la costituzione in giudizio del fallito tornato in bonis

Contenzioso e processo tributario
Lo scudo fiscale ha valore di fronte ad atti che derivano da reati tributari? Analizziamo un caso per cui gli esiti di un processo penale e di quello tributario possono essere differenti

Il settore del gioco d'azzardo è in forte crescita economica, nonostante l'impatto sociale che può avere. Ovviamente il settore è di estremo interesse anche per il Fisco in quanto è sia una fonte di introiti per lo Stato ma anche perchè le norme fiscali possono essere usate per ridurre l'impatto sociale negativo generato dal gioco d'azzardo. In questo articolo vediamo quali possono essere gli spunti legislativi di fronte alle nuove frontiere del gioco on line che ha cambiato totalmente l'impianto tradizionale del gioco d'azzardo

Contenzioso e processo tributario Società
I finanziamenti infruttiferi devono ritenersi sforniti del requisito della certezza laddove non risultino adottate le relative delibere assembleari. L'effettività di un finanziamento infruttifero non può desumersi esclusivamente dalla capacità di spesa e dalla disponibilità di liquidità in capo al socio. E’ necessaria la prova scritta per dimostrare l'esistenza del prestito, non potendosi conferire valore di prova ad un elemento quale la disponibilità economica dei soci, che di per sé non ha i requisiti di gravità, precisione e concordanza

La gestione delle operazioni doganali è soggetta a forti rigidità burocratiche: analizziamo un caso relativo al rilascio in ritardo del certificato d'origine della merce e dell'impatto fiscale di tale ritardo. Dato l'attuale sistema fiscale, è bene che il soggetto importatore esamini e controlli a fondo, per ciascuna spedizione, tutta la documentazione commerciale, di trasporto e fiscale a corredo delle importazioni

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
Segnaliamo un caso di risarcimento patrimoniale a favore di un contribuente che ha subito la notifica di una cartella di pagamento palesemente illegittima (in quanto emessa per un tributo già corrisposto). Al di là dell'aspetto economico della vicenda, il principio espresso dalla Cassazione appare estremamente interessante per i casi di errore lampante da parte del Fisco e conseguente risarcimento di danni patrimoniali e non

Contenzioso e processo tributario
Eventuali differenze fra il prezzo dell'immobile acquistato ed il valore del mutuo concesso all'acquirente possono essere utilizzate dal Fisco in sede di accertamento? Analizziamo una sentenza di Cassazione

Contenzioso e processo tributario Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale
Prendendo spunto da una sentenza della Corte di Cassazione, proponiamo un'analisi delle norme antielusive contenute nel Testo Unico Imposta di Registro

Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale
La Corte di Cassazione ha chiarito quali sono i presupposti e le caratteristiche per considerare un immobile di lusso: il caso di una famosa attrice che acquistava da una società un immobile destinato ad abitazione principale, chiedendo l'applicazione delle imposte con aliquota agevolata

IVA
I soggetti (sia privati che pubblici) che operano nel settore socio-sanitario, soffrono l'esenzione dall'IVA che implica la completa indetraibilità dell'IVA sugli acquisti. Segnaliamo un caso di contestazione di questa indetraibilità, che è sfociato in un processo che ha confermato l'attuale applicazione della normativa IVA

Contenzioso e processo tributario
Cosa accade se un'istanza di adesione, spedita nei termini previsti per la proposizione del ricorso, perviene all'ufficio dopo la scadenza del termine di 60 giorni a disposizione del contribuente per sollevare tempestivamente ricorso giurisdizionale? Qual è il momento rilevante ai fini della decadenza dei termini?

IVA
Se un contribuente dichiara un credito Iva inesistetente, cioè superiore a quello effettivamente spettante, per utilizzarlo a fini compensativi a quale complicazioni va incontro? Il suo comportamento può essere considerato fraudolento dal Fisco?

Internazionalizzazione IVA
Come è noto le cessioni all'esportazione comportano l'esenzione dell'IVA sui beni ceduti all'estero: in questo articolo, partendo da un caso di giurisprudenza, analizziamo quali sono i presupposti che fanno scattare l'esenzione IVA per le cessioni all'esportazione

Immobili & Imposte indirette IVA
In caso di ristrutturazione di un immobile destinato ad attività di affittacamere l'IVA derivante dai lavori di ristrutturazione è detraibile? ricordiamo che per tali attività l'immobile utilizzato può essere catastalmente classificato come civile abitazione

IVA
L'introduzione dei beni nei depositi IVA consente l'acquisto in sospensione d'imposta, rinviando l'imposizione al momento dell'estrazione dei predetti beni dai depositi con emissione di autofattura. Tale procedura si presta a rischi tipici di frode fiscale analizzati da una recente sentenza di Cassazione

IRPEF
Se un artista italiano svolge attività all'estero, quali sono le modalità di tassazione dei suoi compensi? Partiamo dal caso pratico di un artista italiano che ha svolto concerti in Francia: i redditi derivanti dalle prestazioni estere sono assoggettabili ad IRPEF?

Contenzioso e processo tributario
Il gioco d'azzardo on line è un'attività in forte espansione: il settore crea forti criticità fiscali dato che molti bookmaker svolgono la propria attività dall'estero: in questo articolo vediamo quali sono i controlli che il Fisco italiano mette in campo in un settore a forte rischio evasione e ricordiamo che i controlli possono riguardare sia i bookmaker che i giocatori

IRES
Prendendo spunto da un caso di giurisprudenza approfondiamo il regime di partecipation exemption (pex) in caso di start up; ricordiamo che il regime PEX prevede l'esenzione delle plusvalenze realizzate in occasione della cessione delle partecipazioni e può essere molto interessante in caso di cessioni di start up

Contenzioso e processo tributario
Analizziamo il caso dell'avviso di liquidazione della dichiarazione di successione: quando scattano i termini di prescrizione? Come si calcolano i termini di prescrizione dei crediti erariali?

Contenzioso e processo tributario IVA
Alcuni rilevanti aspetti in tema di accertamento induttivo a carico di esportatori abituali, ad esempio l'omessa presentazione della dichiarazione può comportare la revoca del beneficio di non imponibilità dell'IVA per gli acquisti

In caso di contestazioni sulla corretta applicazione delle quote di ammortamento l'onere della prova in ordine alla deducibilità ed alla decorrenza spetta al contribuente

Novità legislative
Proviamo a spiegare il funzionamento della ormai famosa flat tax, che tanti vorrebbero introdurre in sostituzione dell'IRPEF, e valutiamo se la flat tax potrebbe essere efficace per il contrasto all'evasione fiscale

Contenzioso e processo tributario
Analizziamo il caso di avviso di accertamento notificato ad un gruppo che opta per il consolidato fiscale: quali sono le società che devono ricevere la notifica dell'avviso di accertamento?

Diritto Commerciale
Si parla di contratto di netting in caso di contratto di somministrazione fra il gestore e la compagnia petrolifera, relativamente ai rifornimenti effettuati direttamente dall’utente, che per il pagamento utilizza apposite card aziendali; in questo articolo trattiamo il funzionamento di tale contratto segnalando la necessità della scheda carburante (dal mese di luglio delle fattura elettroniche) per spesare fiscalmente i rifornimenti

1 2 3 4 5 11
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it