Il modello IVA 2021 con i dati LIPE del quarto trimestre 2020 entro il 1° marzo

di Francesco Costa

Pubblicato il 24 febbraio 2021



Presentando il Modello IVA entro il 1° marzo si evita di comunicare all'Agenzia Entrate anche la liquidazione periodica relativa al 4° trimestre 2020. Occorrrerà a tal fine compilare il quadro VP. E' data così la possibilità al contribuente di accorpare i due adempimenti.

Presentazione del Modello IVA entro il 1° marzo 2021

modello iva 1 marzo lipePresentando il Modello IVA entro il 1° marzo 2021 si evita la comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati delle liquidazioni IVA del quarto trimestre (LIPE) 2020 in scadenza entro lo stesso termine.

Nella compilazione della dichiarazione IVA occorre compilare il quadro VP che è riservato ai contribuenti che, avvalendosi della possibilità di comunicare i dati della liquidazione del quarto trimestre nell’ambito del modello IVA 2021, evitano così un duplice adempimento, dichiarativo e comunicativo fermo restando i termini di liquidazione e versamento dell’imposta.

La comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA di norma sono da effettuare anche a seguito della generalizzazione dell’obbligo di fatturazione elettronica a decorrere dal 1° gennaio 2019 ed ha cadenza trimestrale e deve essere effettuata entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ciascun trimestre, ad eccezione per la comunicazione relativa al secondo trimestre con scadenza fissata al 16 settembre.

Il Decreto Crescita all’art. 12-quater comma 1 inserito in sede di conversione dalla legge n. 58/2019 ha tuttavia previsto che la comunicazione dei dati del quarto trimestre può essere effettuata con la dichiarazione IVA e che in questo caso la dichiarazione va presentata entro il mese di febbraio dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.

Tale misura risulta ordinata a semplificare l’obbligo comunicativo in esame accorpandolo in quello dichiarativo.

Pertanto è possibile presentare la dichiarazione IVA annuale entro il 1° marzo 2021 anziché entro il termine ordinario del 30 aprile 2021 comunicando i dati delle liquidazioni relative al quarto trimestre nel quadro VP del modello IVA 2021 senza incidere sui termini di liquidazione e controllo e di versamento dell’imposta.

 

NdR: Potrebbe interessarti anche...

Criticità Dichiarazione IVA 2021: sospensione dei versamenti per Covid e visto di conformità

Il versamento del saldo Iva 2020

Casi pratici di compilazione del rigo VA16 del Modello IVA 2021 in presenza di versamenti sospesi per Covid-19

 

Obblighi per i soggetti che non presentano il Modello IVA entro il 1° marzo

È sottinteso che i soggetti che decidono di non avvalersi di tale semplificazione dovranno:

  • trasmettere la comunicazione delle liquidazioni relative al quarto trimestre 2020 entro il 1° marzo 2021;
     
  • presentare la dichiarazione IVA relativa all’anno 2020 entro il 30 aprile 2021.

Il quadro VP (introdotto nel modello IVA 2020) consente ai contribuenti interessati di avvalersi della facoltà di comunicare con la dichiarazione IVA i dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche relative al quarto trimestre dell’anno di riferimento.

La composizione riproduce il quadro del modello di comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA, approvato con provvedimento n. 62214/2018.

In sede di dichiarazione annuale per le modalità di compilazione e per l’individuazione dei dati da indicare occorre avere riguardo alle istruzioni relative al modello di comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA eccetto che per la compilazione dei campi 4 e 5 del rigo VP1 del modello IVA 2021

Le istruzioni su questo precisano che:
  • la casella del campo 4 (liquidazione IVA di gruppo) deve essere barrata se i dati indicati nel quadro VP si riferiscono alla liquidazione dell’IVA per l’interno gruppo di cui all’art. 73 del D.P.R. n. 633/1972;
     
  • il campo 5 (operazioni straordinarie) deve essere compilato esclusivamente nei casi di operazioni straordinarie ovvero trasformazioni sostanziali soggettive avvenute nel corso dell’anno indicando la partita IVA del soggetto trasformato (società incorporata, scissa, soggetto conferente o cedente l’azienda ecc.) nel modulo/moduli utilizzato per indicare i dati relativi all’attività da quest’ultimo svolta.

Il quadro VP non può essere compilato qualora la dichiarazione sia presentata successivamente al 1° marzo 2021.

 

Se desideri approfondire ancora, puoi leggere:

Dichiarazione IVA 2021: le istruzioni sono da cambiare?

Le novità del Modello IVA 2021

 

A cura di Francesco Costa

Mercoledì 24 febbraio 2021

 

Questo intervento è tratto dalla circolare settimanale di CommercialistaTelematico:

Abbonamento annuale Circolari Settimanali

Circolare Settimanale Commercialista Telematico

per i clienti dello studio

Abbonandoti per un anno alle Circolari Settimanali, ogni settimana riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica una circolare con tutte le novità dei 7 giorni precedenti e gli approfondimenti di assoluta urgenza.

Le circolari settimanali sono in formato Word per essere facilmente modificabili con il tuo logo ed i tuoi dati e girate ai clienti del tuo studio.

SCOPRI DI PIU' >