Franchigia doganale per le importazioni di DPI

di Sara Armella

Pubblicato il 25 gennaio 2022

La Commissione europea ha ufficialmente prorogato fino al 30 giugno 2022 la franchigia fiscale per le importazioni delle merci necessarie a contrastare gli effetti della pandemia.
Prorogata inoltre l’esenzione dai dazi e dall’IVA per i dispositivi di protezione individuale (DPI).

Esenzione dazi doganali e Iva: le nuove disposizioni sulle importazioni di DPI

franchigia doganale importazioni dpiFranchigie ed esenzione da dazi e Iva sono materie di stretta competenza dell’Unione europea e per questo si è reso necessario un atto della Commissione (la decisione 22 dicembre 2021, n. 2021/2313) per confermare, al momento fino al 30 giugno 2022, l’esenzione da dazi doganali e Iva per le importazioni di dispositivi medicali e di protezione individuale, barriere di difesa indispensabili per il contenimento del Covid-19.

Fino al 1° luglio 2022, salva ulteriore proroga, sarà quindi possibile effettuare tali operazioni senza oneri fiscali in Dogana, una misura che risponde all’esigenza di rendere più fruibili ed economiche tali necessarie protezioni, snellendo anche le procedure e gli adempimenti.

 

Requisiti per accedere alla franchigia doganale

Per accedere alla franchigia, le importazioni devono essere realizzate da enti pubblici o da società private espressamente autorizzate dagli Stati membri interessati, i quali sono tenuti a comunicare mensilmente alla Commissione le informazioni relative alla natura e ai quantitativi di prodotti ammessi nel territorio UE in assenza di dazi doganali e di Iva all'importazione.

Da tenere presente che tale esenzione non si applica alle importazioni effettuate in Francia, Lituania, Slovacchia e Cipro, poiché tali Paesi non hanno presentato richiesta di proroga alle Autorità dell’Unione europea.

Sul punto è intervenuta l’Agenzia delle dogane, con la circolare 30 dicembre 2021, n. 46/2021, che ha rimarcato la piena continuità dell’esenzione in esame con quella precedentemente in vigore per i medesimi prodotti.

Continuano inoltre a essere efficaci le modalità di svincolo diretto e celere dei dispositivi di protezione individuale e degli altri beni mobili utili al contrasto della diffusione del virus COVID 19, secondo le procedure approntate dall’Agenzia delle dogane a partire dai primi mesi del 2020.

Da tenere presente che, mentre lo svincolo diretto è concesso solo ai determinati soggetti che svolgono regolarmente servizi di pubblica utilità, lo svincolo interessa anche le imprese private.

Per poter fruire di tali modalità di sdoganamento agevolato è tuttavia necessario presentare apposita richiesta di autorizzazione alla Dogana di importazione.

 

NdR: Potrebbe interessarti anche...

Stabiliti dazi nuovi antidumping definitivi sui fasteners cinesi

La certificazione AEO: semplificare l’accesso ai mercati esteri

Contestazioni doganali: aumentano i controlli sui dispositivi elettrici ed elettronici

Royalties e valore doganale: si apre lo scenario dei rimborsi?

Scambi con il Regno Unito: fiscalità doganale da assolvere al momento dello sdoganamento

Commercio internazionale: dal 1° gennaio al via la nuova classificazione doganale dei prodotti

 

A cura di Sara Armella

Martedì 25 gennaio 2022

 

Corso Base Dogane, di altissima qualità,
per una seria, importante e concreta crescita professionale e imprenditoriale

doganeImport/Export senza più segreti

PERCORSO ONLINE DI 60 ORE

21 FEBBRAIO - 13 GIUGNO 2022

In fase di accreditamento anche per Commercialisti e Avvocati.


IN COLLABORAZIONE CON

AR.com formazione

 

 

 

Introduzione al corso

La maggior parte delle imprese è coinvolta nel commercio internazionale perché esporta o compra da fornitori esteri. L’Italia è l’ottavo Paese al mondo per le esportazioni e tra i primi dieci per l’import, ma sono ancora pochi gli approfondimenti, nell’offerta scolastica e universitaria, dedicati al commercio internazionale.

Il Corso consente di aggiornare e approfondire la propria formazione in ambiti fondamentali per i professionisti che assistono le imprese che si occupano di import e export.

SCOPRI DI PIU' >