Articoli a cura di Sentenze tributarie


Ricerca in corso...

Contenzioso e processo tributario Tasse e imposte locali (IMU, ICI, TARSU, TIA)
La sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Milano ha emanato una interessante sentenza per quanto riguarda la “Corrispondenza tra chiesto (nel ricorso) e pronunciato". Inoltre l’amministrazione finanziaria resistente, costituendosi in giudizio, non esercita un autonomo potere d’azione, ma difende l’atto impugnato e, quindi, non può fondare la sua difesa su titoli o ragioni non indicati nella motivazione dell’atto impugnato

Sentenze tributarie
La CTP Napoli conferma l'orientamento prevalente della Suprema Corte riguardo l'obbligo di redazione del processo verbale di constatazione in ogni caso di accesso presso la sede legale del contribuente

Sentenze tributarie
L’accesso all’abitazione non può essere il primo atto ispettivo dopo una denuncia anonima, occorrendo un minimo d’indagine e di riscontro, per acquisire la cognizione di fatti

Sentenze tributarie
In caso di accertamento basato su verifiche di conti correnti bancari, l'onere probatorio dell'Amministrazione Finanziaria è soddisfatto per legge attraverso i dati risultanti dai suddetti conti; al contribuente spetta dimostrare che gli eventuali movimenti non si riferiscono a operazioni imponibili

Sentenze tributarie
La colpa, per i soci non amministratori, consiste nell'omesso o insufficiente esercizio del potere di controllo sullo svolgimento degli affari sociali e di consultazione dei documenti contabili, e del diritto ad ottenere il rendiconto dell'attività sociale

Sentenze tributarie
Questa ordinanza sancisce che nessuna sanzione di inammissibilità è prevista dalla legge per il mancato deposito dell’atto impugnato, derivandone che lo stesso atto può essere prodotto anche successivamente ovvero dietro richiesta del giudice

Sentenze tributarie
La sentenza sostiene che non è operabile l’equiparazione tra attività d’impresa e attività libero professionale al fine della presunzione dei prelevamenti eseguiti sui conti correnti bancari

Sentenze tributarie
Ipotesi di notifica di un gravame che non va a buon fine: per conservarne gli effetti occorre riattivare il processo notificatorio con immediatezza e svolgere con tempestività gli atti necessari al suo completamento, ossia senza superare il limite di tempo pari alla metà dei termini indicati dall'art. 325 c.p.c., salvo circostanze eccezionali di cui sia data prova rigorosa

Sentenze tributarie
La Corte di Cassazione, con questa sentenza, ha ribadito che, lo scomputo delle ritenute d’acconto su redditi di lavoro autonomo non necessita della relativa certificazione, poiché la trattenuta può essere provata anche con altri mezzi

Sentenze tributarie
Tale ordinanza afferma che può sussistere la finalità elusiva con riguardo alla cessione di ramo d'azienda in favore di società controllata con lo scopo di ottenere la compressione del reddito imponibile in capo alla società controllante

Sentenze tributarie
La facoltatività che connota l’utilizzo delle tecnologie del PTT non può essere vanificata unilateralmente dalla scelta operata dal ricorrente in favore dell’atto analogico tradizionale ma denota un regime proprio di ciascuna delle parti processuali

Sentenze tributarie
La mancata indicazione nella cartella di pagamento della comunicazione di irregolarità con cui era stata rideterminata l’imposta, rende la stessa illegittima, limitando il diritto di difesa del contribuente. Ne consegue che, se la cartella richiama un atto precedente di determinazione dell’imposta, l’amministrazione finanziaria deve allegarlo o darne notizia al contribuente pena la nullità della cartella

Sentenze tributarie
La presunzione di distribuzione degli utili extra-bilancio può essere vinta dando la dimostrazione della propria estraneità alla gestione e conduzione societaria

Sentenze tributarie
Sussiste l'assoluta indipendenza fra procedimento penale e procedimento fiscale. Il decreto penale di archiviazione, intervenuto per reati attinenti ai medesimi fatti su cui si fonda l'accertamento degli uffici finanziari, è un elemento di prova per il giudice tributario, liberamente valutabile in rapporto alle ulteriori risultanze istruttorie

Sentenze tributarie
La Corte di Cassazione, con questa sentenza, ha respinto la posizione interpretativa formulata da una Commissione Tributaria Regionale, secondo la quale “risultano inattendibili le prove acquisite con i questionari inviati ai clienti", perchè "questa documentazione risulta valida a fini interni dell'amministrazione, ma non può essere esibita come prova processuale perchè la prova testimoniale non risulta ammissibile nel processo tributario

L'ordinanza ribadisce il principio secondo cui le persone iscritte nelle anagrafi della popolazione residente si considerano in ogni caso residenti e, pertanto, soggetti passivi Irpef in Italia; con la conseguenza che, essendo l’iscrizione indicata preclusiva di ogni ulteriore accertamento, il trasferimento della residenza all’estero non rileva fino a quando non risulti la cancellazione dall’anagrafe di un Comune italiano

La sentenza tratta di omessa risposta al questionario dell'amministrazione finanziaria e dell'importanza di adempiere a tale onere al fine di assicurare un dialogo preventivo tra contribuente e fisco per favorire la definizione delle rispettive posizioni così da evitare l’instaurazione del contenzioso giudiziario

Sentenze tributarie
Il giudice di appello deve indicare gli elementi da cui ha tratto il proprio convincimento pena la nullità della sentenza. Il vizio di omessa o apparente motivazione ricorre, infatti, quando il giudice non effettua una disamina logico-giuridica degli elementi posti a base della decisione. Questo è quanto emerge dalla presente sentenza.

Sentenze tributarie
La presente sentenza conferma che, le spese versate per iniziative tendenti alla pubblicizzazione dei prodotti, sono spese per pubblicità o di propaganda e sono del tutto deducibili dal reddito

Sentenze tributarie
Cessione d'azienda o conferimento d'azienda e successiva cessione delle partecipazioni? Un caso di riqualificazione da parte del Fisco di diversi contratti che permettevano un risparmio dell'imposta di registro rispetto alla più onerosa tassazione della cessione d'azienda

Sentenze tributarie
Questa recente sentenza della Cassazione riconosce validità alla notifica di atto tributario, in caso di irreperibilità temporanea del destinatario, solo previo deposito presso la casa comunale, inoltro ed effettiva ricezione della raccomandata, non essendo sufficiente la semplice spedizione al destinatario

Sentenze tributarie
La Corte di Cassazione, con questa ordinanza, ha escluso che tra i motivi di disapplicazione degli studi di settore possano rientrare gli effetti della crisi economica

Sentenze tributarie
Il caso di una società che risulta di comodo per aver acquistato un immobile da un fallimento senza averlo potuto utilizzare per una buona parte del periodo d'imposta oggetto di contestazione. A fronte di questa situazione i giudici hanno annullato il controllo formale, in quanto la situazione descritta dal contribuente dimostrava che la società non aveva rispettato i parametri per motivi oggettivi non dipendenti dalla propria volontà.

Sentenze tributarie
La Corte di Cassazione torna a pronunciarsi con questa sentenza in merito alla figura illecita del reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte

Riscossione dei tributi Sentenze tributarie
La metodologia di calcolo degli interessi riportati su una cartella esattoriale è parte fondamentale per motivare la cartella stessa: senza tale indicazione la cartella è annullabile almeno in parte, almeno limitatamente alla somma indicata per interessi (C.T.R. di Bari segnalata dall'avv. Maurizio Villani)

Contenzioso e processo tributario Sentenze tributarie
La cartella di pagamento deve indicare il calcolo degli interessi maturati pena la nullità della stessa cartella. Ne deriva che la cartella deve essere motivata affinché il contribuente possa essere in grado di verificare la correttezza del calcolo degli interessi. E' quanto si evince dalla presente sentenza.

Contenzioso e processo tributario Sentenze tributarie
Deve ritenersi nulla la sentenza di appello motivata per relationem alla sentenza di primo grado, qualora la laconicità della motivazione non consenta di appurare l’iter logico-giuridico seguito dal giudice. Questo è quanto esplicitato nel testo di questa recente sentenza della Corte di Cassazione

Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale Sentenze tributarie
E' tenuto al versamento dell'imposta di registro derivante dall'emanazione di Decreto Ingiuntivo provvissoriamente esecutivo il soggetto richiedente (C.T.P. di Roma)

1 2 3 48
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it