Sentenze tributarie

 
segnaliamo un'interessante sentenza della C.T.R. di Bari che analizza un caso di fatture per operazioni inesistenti, relative a lavori di costruzione. La società che ha ricevuto e utilizzato le fatture è riuscita a dimostrare che i lavori erano stati regolarmente eseguiti e pagati; i giudici pugliesi rilevano che, nonostante tutti i dubbi espressi dal Fisco, le eventuali irregolarità fiscali sono da attribuire solo a chi emesso le fatture (Sentenza segnala dal difensore avv. Maurizio Villani)

 
in caso di accertamento del Fisco che rileva che la società è di comodo e rettifica le imposte, la società contribuente può ricorrere anche se non ha presentato un'istanza di interpello preventiva (sentenza della C.T.R. di Bari segnalata dal difensore avv. Maurizio Villani)