Le rivendite di generi di monopolio: aspetti operativi e contabili

Sommario

L’analisi  delle  problematiche  amministrativo‐contabili  delle  rivendite  di  generi  di monopolio,  è  sempre  abbastanza  complessa,  sia  per  l’esistenza  di  una  normativa 
specifica che disciplina il settore ( L. 22/12/1957 n. 1293) sia per la presenza di attività che si pongono in parte escluse dal regime IVA e in parte rientranti sia come operazioni 
imponibili,  sia  come  operazioni  esenti,  con  problemi  di  gestione  del  pro‐rata  di detraibilità dell’IVA. Da un punto di vista IVA l’art. di riferimento è l’art. 74 DPR 633/72. 

Aspetti generali  

La regolamentazione relativa ai servizi di distribuzione e vendita di generi di monopolio è contenuta nella L. 22/12/1957  n. 1293.  Un passaggio importante della normativa, è la gestione personale della rivendita di  generi  di  monopolio,  frutto  dell’impostazione  secondo  la  quale,  il reddito della rivendita di generi di monopolio, deve integrare il reddito personale o familiare del titolare di un esercizio commerciale di altri generi
Alla luce degli obiettivi della normativa emergono due aspetti salienti:

1) la gestione personale (art. 28 L. 1293/57), che potrebbe essere incompatibile con le forme  più  moderne  di  esercizio  delle  attività  commerciali,  spesso  svolte  a  mezzo  di  società  di capitali; 
2) le rivendite di generi di monopolio  producono  redditi integrativi  dei  redditi  prodotti  con l’esercizio di altre specialità commerciali. 

In  sostanza,  lo  Stato  si  riserva  la  produzione,  distribuzione  e  vendita  dei  generi  di  monopolio,  fissando  mediante  apposite  norme:  il  prezzo,  i  criteri  di  distribuzione  e  i  margini  di  vendita spettanti ad ogni soggetto della catena distributiva.  Va anche detto, che le tabaccherie sono anche  punti  di  riferimento  per  i  servizi  di  distribuzione  di  gratta e vinci,  biglietti delle lotterie nazionali e dei servizi relativi del gioco del lotto e del superenalotto e ancora delle scommesse sportive, per le rivendite abilitate. 

Aspetti giuridici

La vendita di generi di monopolio sul territorio nazionale può essere attuata attraverso queste forme:
a) rivendite ordinarie: rappresentate dalla normali tabaccherie, accessibili al pubblico, che si contraddistinguono con il numero della concessione e l’insegna con la “T”;
b) rivendite speciali: rappresentate dai punti di vendita situati in stazioni ferroviarie, porti, aeroporti, stazioni metropolitane, aree di servizio autostradali, caserme e altre strutture
specificamente individuate;
c) patentini: rappresentati dagli esercizi di somministrazione di rilevante frequentazione, che fanno riferimento, per quanto concerne l’approvvigionamento dei generi di monopolio, alla
rivendita ordinaria più vicina;
d) distributori automatici: si tratta di apparecchiature elettroniche, installate sulla parte esterna della tabaccheria, che assicurano la vendita dei tabacchi e di altri prodotti, anche nelle ore notturne.

I servizi di distribuzione e di vendita dei generi di monopolio… CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE – 13 pagine – NEL PDF QUI SOTTO==>

***

Potrebbe interessarti anche: La gestione IVA delle tabaccherie, 28 pagine di approfondimenti!

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it