La gestione IVA delle tabaccherie – Guida di 28 pagine

Pubblicato il 14 giugno 2014

La tabaccheria è un'attività un po' ostica dal punto di vista della gestione dell'IVA; presentiamo una guida di 28 pagine che tratta delle principali difficoltà: la vendita di generi di monopolio, giochi e lotterie, gli aggi e le accise, il calcolo del pro-rata e della detrazione IVA.

Tabaccherie e Imposta sul Valore Aggiunto

gestione iva delle tabaccherieDal punto di vista dell’imposta sul valore aggiunto, il settore in questione è davvero complicato, in quanto a seconda del genere di prodotto da monopolio si ha una disciplina diversa.

Quando sono presenti

  • il lotto e le lotterie,
  • la vendita di tabacchi,
  • fiammiferi
  • nonché altri beni non appartenenti a settori speciali

il calcolo diviene complesso poiché va calcolato, come vedremo, il pro rata.

Il regime “monofase” previsto per la commercializzazione dei tabacchi lavorati si applica in capo al distributore autorizzato, che deve liquidare e versare l’Iva calcolata sulla base del prezzo di vendita al pubblico.

Conseguentemente, i passaggi a monte di tale fase, vale a dire le cessioni effettuate dal produttore al distributore avvengono in regime di escl